JUVENTUS-NAPOLI/ Del Neri: Vado all’Atalanta? No alle Maldive

- La Redazione

I bianconeri pareggiano in casa contro il Napoli, una sorta di liason con il resto della stagione che ha visto la Signora protagonista di prestazioni imbarazzanti fra le mura domestiche

delneri_R375x255_14mag10
Delneri, foto Ansa

JUVENTUS-NAPOLI – Si conclude l’esperienza funesta di Gigi Del Neri sulla panchina della Juventus. I bianconeri hanno pareggiato in casa contro il Napoli, una sorta di liason con il resto della stagione che ha visto la Vecchia Signora protagonista di prestazioni imbarazzanti fra le mura domestiche. Il tecnico friulano ha salutato tutti al termine dei novanta minuti, scherzando sul proprio futuro: «Vado all’Atalanta? No, alle Maldive. È stata un’annata molto complicata, con una partenza di un certo tipo e altri tipi di programmi. Forse si pretendeva troppo ed è chiaro che l’allenatore paga, qui il progetto è vincere. Ma io sono un uomo di campo e spero che possa essere un’esperienza positiva».

Del Neri ripete il disco di pochi giorni fa, riguardante i cambiamenti: «E’ difficile vincere subito e cambiare molto, le due cose non sono abbinabili almeno qui alla Juve. Io ho sempre fatto il mio lavoro, in un certo periodo c’è stata grande difficoltà ad andare avanti, non abbiamo capito niente perché dopo tre sconfitte c’era possibilità di andare avanti».

Ripercorrendo la stagione l’allenatore bianconero conclude: «Ci sono stati alcuni episodi sfortunati come contro il Catania e il Chievo. L’esperienza fatta deve maturare. Molti giocatori arrivavano da realtà molto diverse e più piccole di questa, ma per possono giocare tutti qui. Se vuoi costruire una squadra con il tempo questi giocatori vanno benissimo, ma non si può competere con Bayern Monaco o Real Madrid».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori