Manchester – Juventus 1-2: i bianconeri rovinano la festa di Neville

- La Redazione

Nella gara che segna l’addio al calcio di Gary Neville, la Juve ottiene una vittoria di prestigio espugnando l’Old Trafford grazie ai gol di Pepe e del giovanissimo Giandonato.

DelNeri_r400
Gigi Del Neri (foto Ansa)

Davanti ad un Old Trafford gremito in ogni ordine di posto, va in scena l’addio al calcio di Gary Neville, vera e propria icona dei Red Devils. Per l’occasione ospite d’eccezione la Juventus di Delneri chiamata ad onorare la carriera di uno dei migliori terzini degli ultimi anni. Si tratta ovviamente di un amichevole, ma è pur sempre una gara di prestigio e lo si nota sin dai primissimi minuti. Le due squadre si affrontano a viso aperto giocando con discreti ritmi, ovviamente il Manchester United dà la sensazione di preservarsi per la finale di Sabato con il Barcellona, ma questo non pregiudica la gara che risulta divertente e godibile. Al diciottesimo minuto i Red Devils passano in vantaggio con il solito Rooney abile nel raccogliere un bel cross dalla sinistra di Giggs e con un piattone sottomisura infilare l’incolpevole Storari, precedentemente autore di un miracolo proprio sullo stesso attaccante inglese. Sotto di una rete l’interpretazione della gara dei bianconeri non cambia e alla lunga la scelta premia. E’ il 43esimo minuto quando Krasic si invola sulla destra e pennella un cross su cui Pepe svetta imperioso e inchioda lo United. All’intervallo le due squadre tornano negli spogliatoi sul risultato di parità. Nei secondi 45 minuti di gioco inizia il valzer delle sostituzioni, tra cui è da segnalare l’uscita dal campo di Del Piero accompagnata da una standing ovation; il ritmo ne risente regalando un avvio di ripresa più lento e con poche emozioni. Nel sostanziale equilibrio è però la Juventus a far vedere qualcosa in più, grazie alla verve di un ispirato Krasic e alla vivacità del Malaka Martinez, ancora impreciso, ma molto probabilmente alla migliore apparizione in maglia bianconera. I Red Devils e il loro pubblico però non paiono curarsene tanto, le maggiori attenzioni sono infatti riservate, come ovvio, a Gary Neville e Beckham entrambi accompagnati da continue ovazioni ad ogni tocco di palla. Per questo motivo, molto probabilmente, passa inosservata anche la splendida rete del baby Giandonato che, al minuto 33 si prende l’incarico di battere una punizione dalla fascia sinistra e con una parabola deliziosa che bacia il palo prima di insaccarsi in rete, non lascia scampo a Lindeegard. Un vantaggio di prestigio che assume un sapore agrodolce dopo la peggior stagione degli ultimi 20 anni di storia bianconera.

La partita è ormai finita e il Manchester non si sforza neanche più di tanto di recuperarla, il pubblico dell’Old Trafford continua a cantare in attesa della super sfida con il Barcellona. A fine gara ci sono le ultime luci per Gary Neville che ringrazia un po’ tutti e chiude il sipario sulla sua carriera tra gli applausi dei supporter inglesi.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori