CALCIOMERCATO/ Juventus: Aguero ad un passo ma si allontana Inler, news anche su Higuain

- La Redazione

In casa Juventus il mercato è al centro di ogni discorso. Conte approderà a Torino a breve, e i primi acquisti vanno nella direzione di rinforzare al massimo la rosa.

marotta_accigliatoR400

In casa Juventus il mercato è al centro di ogni discorso. Conte approderà a Torino a breve, e i primi acquisti messi a segno dalla società vanno nella direzione di rinforzare al massimo la rosa, per tornare a dominare in Italia già dalla prossima stagione. Pirlo ha parlato da leader, Ziegler vuole giocarsi le sue carte e Paziena (dal Napoli) è a meno di un passo dalla Torino bianconera. Ma manca ancora il grande colpo: in questi giorni i nomi accostati alla cuasa juventina si sono sprecati anche se, gira e rigira, si è sempre tornati ai soliti due. Inler e Aguero. Partiamo dal Kun e dagli ultimi sviluppi della trattativa. Le parole pronunciate oggi da Gil Marin, amministratore delegato del club madrileno, sono state accolte con somma gioia dai tifosi juventini: “L’unica offerta che ci è stata presentata è quella della Juventus. Il Real invece non si è mai fatto avanti. E se il Kun si trasferisse dai nostri rivali farebbe del male a me, all’Atletico e ai tifosi”. Esultanza bianconera, ma attenzione ad un particolare: Aguero, evidentemente, escluderebbe Tevez dalla partita e la società bianconera non ha ancora deciso su quale dei due giocatori puntare fortemente. Il giovane promettente, ma inesperto, Aguero o l’affermato ma ribelle Carlitos Tevez? La società, si vocifera, preferirebbe puntare sul secondo, ma non tutti sono d’accordo. Nei prossimi giorni i dubbi si dipaneranno e sarà tutto più chiaro, certo è che qualche nome “pesante” a Torino arriverà. Prima di affrontare il discorso Inler, diamo conto di un altro paio di affari (o presunti tali) che la Juve starebbe trattando: il primo è quello del laziale Liechtsteiner, rispetto al quale la società biancoceleste avrebbe chiesto 12 milioni di euro. La Juventus non ha intenzione di trattare a quelle cifre e starebbe sondando il terreno anche con Cassani del Palermo (che costa molto meno). Per il terzino svizzero di Lotito la questione è chiara: non si tratterà per soldi ma per contropartite tecniche, con la Juve disposta a mettere sul piatto i cartellini di Amauri (di rientro da Parma) e di Motta. Capitolo Sanchez. Oggi giungono voci di un’offerta della Juventus alla famiglia Pozzo di circa trenta milioni di euro per il cileno: più che un interesse reale l’operazione Sanchez sembra più una manovra di disturbo all’Inter. Il cileno ha espresso la volontà di restare in Italia e vuole l’Inter: spazi di manovra per gli altri non ce ne sembrano essere molti, anche se sono in tanti a sognare lo sgarbo alla società di Massimo Moratti.

CLICCA SUL SIMBOLO >> PER CONTINUARE A LEGGERE LA NEWS DI CALCIOMERCATO IN CASA JUVENTUS

Arriviamo alla questione Inler. Lo svizzero è in trattativa da mesi con il Napoli, con il quale ha già trovato un accordo di massima. Il problema è la discrepanza tra domanda (15 milioni) e offerta (10 milioni più Denis) e il nervosismo che comincia ad aleggiare intorno alla vicenda. Il procuratore del giocatore ieri ha rilasciato dichiarazioni chiare, parlando di una trattativa con il Napoli ormai saltata, salvo poi ritrattare tutto, accusando il giornalista in questione di non aver capito niente delle sue parole. La vicenda resta davvero avvolta nel dubbio, anche se l’impressione è che la Juventus si sia mossa bene ma troppo tardi. De Laurentiis e Pozzo troveranno l’accordo, anche se al momento davvero non c’è nulla di definito. Diamo conto anche di un’ultima notizia: il quotidiano El Mundo Deportivo ha riportato oggi la news di una serie di sondaggi che la Juventus avrebbe fatto con il Real Madrid, per capire quale possa essere lo spazio di trattativa per il centravanti dei blancos Gonzalo Higuain, detto Pepita. Il quotidiano spagnolo sostiene che l’accordo è già stato trovato. Chiaramente non ci sono conferme, ma certo è che Aguero ed Higuain non possono arrivare entrambi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori