CALCIOMERCATO/ Juventus, Del Piero: Rinnovo per lo scudetto

Era nell’aria già da diverse settimane ma ieri è arrivata l’ufficialità: Alessandro Del Piero ha prolungato il proprio contratto per un’altra stagione, fino al 30 giugno del 2012

06.05.2011 - La Redazione
delpiero_candreva_R375x255_14mar10
Alessandro Del Piero, capitano della Juve (Foto Ansa)

CALCIOMERCATO JUVENTUS – Era nell’aria già da diverse settimane ma ieri è arrivata l’ufficialità: Alessandro Del Piero ha prolungato il proprio contratto per un’altra stagione, fino al 30 giugno del 2012. Emozionatissimo il capitano bianconero che ai microfoni di Sky Sport 24 ha commentato: «Questa firma mi ha dato delle belle sensazioni, ma anche nel ’93 erano bellissime. Oggi, forse, le motivazioni sono un po’ diverse. Ad ogni modo, era quello che volevo per il prossimo anno, sono molto contento».

Un’intesa raggiunta in uno scenario d’eccezione, il nuovo stadio che ospiterà Madama a partire dal prossimo agosto: «Non è stato difficile raggiungere l’accordo. Non c’era tanto da discutere. Si è fatto quello che bisognava fare con tempi più o meno lunghi, ma abbiamo scelto un bel giorno e va bene così. La coincidenza il 5 maggio? E’ una piacevole ricorrenza. Diciamo che essendo arrivati in questo periodo, l’abbiamo fatto coincidere». Ed ora Del Piero spera di ottenere un ultimo trofeo con la casacca della squadra che gli ha permesso di vincere tutto: «Il presidente ha detto che resto per lo scudetto? Mi fa piacere che questo non sia un contratto di fine carriera, ma un contratto sportivo sotto tutti gli aspetti. E’ giusto che questa squadra abbia il massimo delle ambizioni. Poi la strada può essere tortuosa, ma il nostro pensiero deve essere quello di vincere».

Un prolungamento del contratto commentato anche dall’ex commissario tecnico della nazionale italiana nonché ex-allenatore della Juventus, Marcello Lippi, che in esclusiva ai microfoni de Ilsussidiario.net ha ammesso: «Alessandro è una persona straordinaria, un giocatore fantastico e dalla grande umanità. Un professionista esemplare fuori e dentro il campo. Questo è il motivo perché persone come lui o come Totti giocano ancora a questi livelli, facendo la differenza. Ha una classe eccezionale. Del Piero, ed è forse la cosa più bella, alla sua età non dà segnali di voler smettere, di voler appendere le scarpette al chiodo. Io non riesco ad immaginarmelo non calciatore, perché tutto quello che fa lo fa in funzione della sua professione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori