CALCIOMERCATO/ Juventus Inter, Moggi su Sanchez, Inler e Conte!

- La Redazione

Moggi ha parlato di calciomercato soffermandosi in particolare al futuro di Alexis Sanchez. Il cileno quasi certamente catalizzerà il mercato estivo su di sè. Su di lui Inter e Juventus.

moggi_R400_9mar11
Luciano Moggi (foto Ansa)

Luciano Moggi qualche giorno fa, dopo il grande scandalo del calcioscommesse, ha scritto un editoriale sul giornale Libero che ha ripetuto quest’oggi sul consueto editoriale di Tuttomercatoweb.com: “Non giudico nessuno, non è mio costume e mai lo farò, dico solo che ancora deve venire a galla la verità eppure tutti giudicano già le persone. E’ successo anche a me, ma in Italia è così, per questo Signori non si illuda”. Parole importanti quelle di Moggi che fanno riferimento al processo di Calciopoli che lo hanno visto come principale protagonista almeno secondo quanto riportato dagli ultimi processi. Moggi ha poi parlato di calciomercato soffermandosi in particolare al futuro di Alexis Sanchez. Il cileno quasi certamente catalizzerà il mercato estivo su di sè, visto che piace a molti club, in particolare a Juventus e Inter. I due club sono pronti a darsi battaglia visto che il City ha deciso di chiamarsi fuori dalla contesa vista la volontà del giocatore di rimanere in Italia. Oggi Tuttosport ha rivelato che la Juventus sembra molto vicino al giocatore, ma Moggi ha le idee diverse: “La Juventus sta tentando di arrivare al giocatore ma in questi casi è importante soprattutto la volontà del giocatore. Sanchez ha già detto di si all’Inter, per questo credo che la scelta sia ormai fatta”. Stesso discorso e stesso parametro che Moggi usa per commentare la situazione di Inler: “L’affare Inler è un pasticcio, perchè il Napoli ha trovato l’accordo con l’Udinese, il giocatore con la Juventus, anche in questo caso conterà molto la volontà del giocatore”. Moggi ha poi parlato di Antonio Conte rivelando qualcosa di importante: “Iniziano le prime nubi nell’avventura di Conte a Torino, la società non ha voluto il ritorno di Ventrone, caldeggiato dal tecnico salentino che dovrà così lavorare con lo staff di Delneri, sicuramente non un buon inizio”.

Moggi dunque individua le prime crepe nell’avventura di Conte alla Juventus. Anche la scorsa settimana l’ex direttore generale della Juventus aveva dichiarato di essere soddisfatto dell’arrivo di Conte ma doveva essere appoggiato dalla società.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori