CALCIOMERCATO/ Juventus, nuovo incontro per Inler

- La Redazione

Nuovo incontro della Juventus con l’agente di Inler Dino Lamberti. Intanto ha parlato l’agente di Aquilani che ha detto che il discorso Juve non è chiuso. Anche il Milan sarebbe sul romano

gokhan_inler_Azione_r400
Gokhan Inler (foto ANSA)

Nuovo incontro per Inler. Sarebbe in corso, secondo quanto riportato da Sky Sport 24, un colloquio tra la dirigenza della Juventus e l’agente del centrocampista dell’Udinese, Dino Lamberti. Come rivelato oggi dal patron dei friulani Pozzo, il Napoli sembrava essersi rimesso in pole per il giocatore ma la nuova mossa dei bianconeri potrebbe spiazzare gli avversari. La Juve vuole capire evidentemente le intenzioni di Inler, che si è detto lusingato dal corteggiamento di entrambe le squadre ma che ad oggi non ha ancora effettuato la sua scelta. Ieri si era parlato anche di qualche perplessità di Antonio Conte sul giocatore, non perché non sia valido, ma perché poco compatibile tecnicamente con Pirlo. Tutto un bluff, però, almeno stando a quanto riportato oggi da Tuttosport. Lo svizzero piace sempre alla Vecchia Signora, resta da trovare l’accordo con l’Udinese. Grande incertezza anche sul futuro di Aquilani. Il suo agente Franco Zavaglia ha ribadito che aspetterà la Juve ancora per qualche giorno, poi inizierà a guardarsi intorno. “Il discorso con il club bianconero – ha detto Zavaglia a Sky – non è definitivamente chiuso, loro mi hanno chiesto ancora qualche giorno di riflessione. Da parte mia, è giusto che mi guardi intorno per vedere se ci sono altre soluzioni. Se non si trova nulla torna serenamente al Liverpool perché ha altri tre anni di contratto, lui in Inghilterra si è trovato abbastanza bene”. Aquilani si integrerebbe bene sia con Pirlo che con Inler, spiega il procuratore: “Può giocare sia con Inler, con Pirlo che con altri calciatori. Tutto però dipende anche dallo staff tecnico e dal gioco che vogliono fare. Non ci sono percentuali circa la sua permanenza alla Juventus, aspettiamo e vediamo cosa succede”. E se va via? “E’ uno di quei giocatori che può giocare in tutti i club di prima fascia. Potrebbe interessare a Milan, Inter, e anche al Napoli, bisogna però vedere se queste squadre cercano calciatori con le caratteristiche di Alberto.

E’ normale che lui preferirebbe rimanere in Italia, ma se non sarà possibile non ne farà di certo una malattia. I tifosi del Liverpool lo ammirano, quando partì non furono molto contenti. Se c’è la possibilità di tornare in Italia bene, altrimenti giocherà a Liverpool. Napoli? Non ho parlato con Bigon, non ho sentito ancora nessuno. Ho fatto il nome del club azzurro perché partecipa alla Champions”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori