CALCIOMERCATO/ Juventus, Marotta: Sappiamo cosa fare. Ipotesi Ogbonna e Storari al PSG?

- La Redazione

“Sappiamo quello che ci ha chiesto Antonio Conte e cosa dobbiamo fare. C’è la tendenza ad imporre i prezzi da parte dei venditori e invece dovremmo farlo noi” Parole del dg juventino Marotta

storari_juventus_R400_8apr11
Storari estremo difensore bianconero (Foto Ansa)

Sappiamo quello che ci ha chiesto Antonio Conte e cosa dobbiamo fare. Le trattative davvero concluse si contano sulle dita di due mani al massimo. E’ un mercato ingessato in cui, fermo restando la chiarezza di idee, occorre tenere lontana la fretta, perche’ c’e’ la tendenza a imporre i prezzi da parte dei venditori e invece vorremmo definirli noi”. Così si è espresso il direttore generale della Juventus Beppe Marotta a margine della presentazione di Arturo Vidal. Parole che lasciano trasparire l’imperativo categorico “nessuna fretta”; in casa bianconera bisognerà saper attendere il momento giusto per sferrare gli assalti a Giuseppe Rossi e Juan Manuel Vargas che arriveranno “solo alle condizioni imposte dalla Juventus”, senza poi dimenticare la necessità di un investimento nel reparto arretrato, lì dove nemmeno Bonucci e Chiellini, parola dello stesso Marotta, sono più incedibili. Una vera e propria inversione di tendenza dunque quella operata dalla dirigenza della Vecchia Signora che stufa di inseguire i propri obiettivi sembra ora fermamente intenzionata a sfoltire la rosa a disposizione di Antonio Conte. Primo nome in lista di sbarco da Torino è quello di Marco Storari, che dopo l’ultima stagione in bianconero sembra poco propenso ad accettare il ruolo di secondo dietro a Gianluigi Buffon. L’ultimo interessamento per l’ex portiere di Sampdoria e Milan è quello del Paris Saint-Germain. Leonardo conosce infatti bene l’estremo difensore avendolo avuto nell’esperienza in rossonero e vorrebbe per questo portarlo al Parco dei Principi con la formula del prestito, ipotesi che non fa impazzire Marotta e Paratici più propensi ad una cessione a titolo definitivo. La richiesta della dirigenza di Corso Galileo Ferraris è di almeno 4 milioni di euro, cifra necessaria per rientrare dall’investimento di soli 12 mesi fa, le due dirigenze lavoreranno nei prossimi giorni. Altra cessione in via di definizione è quella di Amauri, l’attaccante italo-brasiliano starebbe rifiutando tutte le destinazioni propostegli perché la sua volontà sarebbe quella di ritornare a Parma, dopo gli ultimi 6 mesi estremamente positivi.

Intanto arrivano novità interessanti sul fronte Ogbonna che, almeno stando alle parole rilasciate dal suo procuratore Giovanni Branchini, ai microfoni del quotidiano lusitano A Bola, potrebbe passare dalla Torino granata a quella bianconera: “Rui Costa mi ha chiamato circa tre settimane fa perchè aveva ricevuto delle buone referenze su Ogbonna, ma non sapeva che fossi io il procuratore . Non esiste però alcuna trattativa tra il Torino e il Benfica. Diversi club italiani seguono Ogbonna e potrebbero esserci novità nei prossimi dieci giorni. Juventus e Roma sono possibilità concrete”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori