CALCIOMERCATO/ Juventus: dopo Vargas, caos Bonucci: Zenit vicino ma Marotta prende tempo… (esclusiva)

- La Redazione

Vargas ma non solo. La Juventus è da tempo allaricerca di un difensore centrale e i nomi in lista sono fondamentalmente tre: Alex, Lugano e Vidic. E Bonucci?

maROTTa_R400
Beppe Marotta (foto Ansa)

Vargas ma non solo. La Juventus è da tempo alla ricerca di un difensore centrale e i nomi in lista sono fondamentalmente tre: Alex (Chelsea), Lugano (Fenerbache) e Vidic (Manchester United), con Bruno Alves dello Zenit San Pietroburgo inseguitore distante di questo terzetto. Tutti e tre i difensori sono, per motivi diversi, considerati ottime scelte, identificati come spalla ideale di Giorgio Chiellini al centro di una difesa che, la scorsa stagione, non ha certo brillato per impenetrabilità. Tale ricerca spasmodica porta con sè, inevitabilmente, anche una riflessione molto chiara sugli elementi che attualmente fanno parte della rosa bianconera e che, evidentemente, non vengono considerati all’altezza della situazione. Tale consapevolezza riguarda anche Leonardo Bonucci, giocatore nel giro della Nazionale Maggiore e considerato uno dei giovani di maggiore prospettiva nel panorama italiano – al pari del suo vecchio compagno di club al Bari Andrea Ranocchia – ma che è incappato in una stagione difficile alla Juventus con Del Neri in panchina. Il ragazzo sembra essere finito nel mirino dello Zenit San Pietroburgo di Spalletti, disposto a portarlo in Russia per regalargli una maglia da titolare. Fonti vicine al giocatore, contattate in esclusiva da ilsussidiario.net, hanno confermato l’esistenza di tale offerta proveniente dalla Russia, che sarebbe tuttavia stata rimandata al mittente in quanto ritenuta troppo bassa. Le cifre ipotetiche circolate sui giornali in questi giorni (richiesta di 15 milioni a fronte di un’offerta di 8) sono piuttosto realistiche – secondo quanto rivelatoci – proprio perchè la Juventus non ha intenzione di privarsi del proprio difensore centrale per meno di quanto sborsò al Bari lo scorso anno per portarlo a Torino (pagato circa 15 milioni). La situazione generale, ci viene spiegato, non lascia particolarmente tranquillo il ragazzo, che non sembra capacitarsi di essere contemporaneamente l’unico della Juventus ad avere mercato addirittura internazionale ma non essere mai considerato un titolare nella rosa da Antonio Conte. Il futuro di Bonucci è quindi quanto mai incerto, soprattutto in una società che continua a dichiararlo incedibile ma che, al contempo, continua a cercare un sostituto al suo posto.

 

La Juventus, che in questi giorni dovrebbe avere un incontro con gli agenti di Lugano del Fenerbache, non porrebbe veti alla cessione nel caso in cui la cifra richiesta venisse realmente proposta, così come il ragazzo non sembrerebbe contrario all’ipotesi di accettare un trasferimento in terra di Russia. Resta da capire le reali intenzioni della Juventus, che non pare interessata ad investire sul talento di Bonucci, considerato – solo un anno fa – un acquisto straordinario.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori