CALCIOMERCATO/ Juventus, Amauri: nuova fumata grigia, il futuro è un rebus

- La Redazione

Nuova fumata grigia nel futuro di Amauri. Non è stata trovata l’intesa con la Fiorentina; la Viola, infatti, non vuole pagare l’enorme stipendio all’italo-brasiliano

amauri_juventus_r400
Amauri (Infophoto)

CALCIOMERCATO – Continua ad essere molto incerto il futuro di Amauri. L’attaccante italo-brasiliano della Juventus vuole lasciare al più presto Corso Galileo Ferraris ma non riesce a raggiungere un accordo con alcuna società. Nelle ultime ore si era avvicinata moltissimo la Fiorentina ma l’incontro fra la Juventus e la Viola si è concluso con la fumata grigia, un po’ inattesa. A complicare il trasferimento è lo stipendio percepito dallo stesso attaccante bianconero, 3,8 milioni di euro a stagione, cifra esagerata che nessuna società intende elargire. Per la Fiorentina si tratta di uno stipendio al di la di ogni pensiero e di conseguenza l’incontro Corvino-Marotta si è concluso con un nulla di fatto. La Juventus offre gratis il giocatore, anche perché è in scadenza di contratto al 30 giugno del 2012, ma non intende contribuire al pagamento dell’ingaggio. Amauri, dal canto suo, non fa passi indietro e non intende rinunciare ai restanti 6 mesi di stipendio, complicando maggiormente le cose. Quella legata alla Viola resta quindi un’ipotesi da escludere a meno fino a che le varie parti in gioco non decidano di avvicinarsi sensibilmente facendo ognuna dei sacrifici. Nell’incontro fra le due società si è parlato anche di Riccardo Montolivo, uno dei probabili pezzi pregiati della campagna acquisti invernale. La Fiorentina non è intenzionata a cedere il giocatore e il tutto verrà rimandato alla prossima estate. Il Milan rimane comunque in cima ai desideri del centrocampista caravaggino ma la società bianconera è alla finestra pronta ad approfittare di eventuali passi falsi. Sono giorni quindi frenetici in casa Juventus non soltanto per il mercato in entrata ma anche e soprattutto per quello in uscita. Ieri è stato presentato ufficialmente Marco Borriello e l’attacco risulta essere più che intasato. Madama punta ora a cedere almeno un giocatore prima di chiudere un’altra trattativa in entrata, leggasi Pizarro, Caceres o Guarin, ma cedere sta diventando più complicato del previsto. Molte le trattative aperte ma tutte lontane dall’essere concretizzate. Ieri si è avuto lo stop di Michele Pazienza, bloccato da Antonio Conte, mentre Fabio Grosso potrebbe tornare a riabbracciare Serse Cosmi a Lecce. Luca Toni piace invece al Montreal, club canadese, infine Iaquinta dovrebbe trasferirsi in Inghilterra.

Difficile capire se tali operazioni si concretizzeranno in tempi brevi o meno: la dirigenza lavora senza sosta.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori