PROBABILI FORMAZIONI/ Juventus-Napoli: ultime novità (serie A ottava giornata)

- La Redazione

Le probabili formazioni di Juventus-Napoli, in programma oggi pomeriggio alle 18. E’ il match d’apertura dell’ottava giornata di campionato, di gran lunga il più atteso…

cavani_napoli_esultanzaR400
Cavani (Infophoto)

Il gran giorno è arrivato. L’ottava giornata di campionato si aprirà col botto, con un Juventus-Napoli che promette spettacolo ed emozioni a non finire. Si sfidano le due capoliste del campionato, una con il miglior attacco (la Juventus) e l’altra con la miglior difesa (i partenopei). La lunghissima vigilia è stata agitata da polemiche di ogni tipo, legate soprattutto all’impiego dei vari nazionali, presenti in gran numero in entrambe le compagini. Alla fine, i bianconeri saranno costretti a fare a meno di Buffon (che aveva già saltato l’ultima gara della Nazionale) e Vucinic, esclusi dall’elenco dei convocati. Sull’altro fronte, c’è da registrare il complicato viaggio di rientro di Cavani, che soltanto ieri pomeriggio si è potuto allenare. Ma adesso non ci sarà più il tempo per parlare e sospettare: la parola passerà al campo, che dovrà dire chi è la più bella del reame. La Juve ritrova in panchina Angelo Alessio, al quale è stata ridotta la squalifica per le vicende del calcioscommesse, e dunque sarà lui a sostituire in panchina lo squalificato Conte (che rientrerà a dicembre). Finisce qui la parentesi di Carrera, che si era tolto la soddisfazione di conquistare la Supercoppa Italiana, con tutta la sua scia di veleni e polemiche. Allora fu l’arbitro Mazzoleni a finire nell’occhio del ciclone. Stavolta toccherà a Damato dirigere: la speranza è che alla fine del match si parli solo di calcio.

* Le formazioni ufficiali delle due squadre confermano quanto avevamo previsto: quindi queste sono anche le FORMAZIONI UFFICIALI di JUVENTUS-NAPOLI

3-5-2 per la formazione di casa, che manda in campo Storari tra i pali, terzetto Barzagli-Bonucci-Chiellini là dietro, Lichtsteiner e Asamoah sulle fasce, Vidal, Pirlo e il recuperato Marchisio nel mezzo, davanti il grande ex Quagliarella e Sebastian Giovinco. Queste le probabili scelte di Antonio Conte, che schiera – tolti il portiere e Vucinic – la miglior Juve possibile. Se in panchina torna Alessio, in conferenza stampa è andato Carrera: “Sono felice di riprendermi il ruolo di collaboratore tecnico, e stringerò la mano sia a Mazzarri sia a Frustalupi”. Eppure le frecciatine non mancano: “Non abbiamo copiato il Napoli a livello tattico. Siamo passati al 3-5-2 perchè Conte valutò che fosse il sistema migliore, e lo interpretiamo in modo diverso da loro. E noi non piangiamo per i nazionali in giro per il mondo… Stasera vedremo una partita uguale agli ultimi scontri diretti, ma è presto per parlare di sfida scudetto”.

A disposizione Rubinho, Lucio, Caceres, Marrone, Pogba, Padoin, Isla, Giaccherini, Bendtner e Matri. Quest’ultimo è in ballottaggio con Giovinco, che appare leggermente favorito.

Assenti, come detto, Buffon e Vucinic, oltre a Pepe e De Ceglie: indisponibilità piuttosto gravi per ‘Madama’, che si vede privata di pedine fondamentali.

Scende in campo il Napoli dei ‘titolarissimi’. In porta ci sarà Morgan De Sanctis, reduce da una buona prova in Nazionale contro la Danimarca. Davanti all’estremo difensore abruzzese, il trio formato da Campagnaro, capitan Paolo Cannavaro e Gamberini. L’ex viola è una delle più belle sorprese dell’avvio di stagione degli azzurri, e sembra ormai aver tolto il posto a Totò Aronica. Sulle fasce Maggio a destra e Zuniga a sinistra, e coppia centrale Behrami-Inler. Davanti ecco il trio delle meraviglie, formato da Hamsik, Pandev e Cavani. Mazzarri ridimensiona l’importanza della sfida: “Alla fine, tutte le partite valgono tre punti. I tifosi vogliono una prestazione all’altezza della situazione, e possono stare tranquilli, ma il risultato non cambierà nulla: mancano ancora trenta partite. Certo, avrei preferito un’attesa più breve. Loro sono forti, ma noi non saremo da meno. Sono curioso di vedere l’approccio dei miei giocatori alla partita. Cavani l’ho visto bene, non mi sembra che abbia accusato la stanchezza”.

A disposizione i portieri Rosati e Colombo, i difensori Grava, Fernandez, Aronica e Bruno Uvini, gli esterni Mesto e Dossena, i centrocampisti Dzemaili e Donadel, e le punte Insigne e Vargas.

Un solo assente per mister Mazzarri, l’uruguagio Britos, che proverà a rientrare per la prossima gara contro il Chievo.

 

 

Storari; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Vidal, Pirlo, Marchisio, Asamoah; Quagliarella, Giovinco. All.: Conte (in panchina Alessio).

A disp.: Rubinho, Lucio, Marrone, Caceres, Pogba, Padoin, Isla, Giaccherini, Matri, Bendtner.

Squalificati: nessuno.

Indisponibili: Pepe, Buffon, Vucinic, De Ceglie.

De Sanctis; Campagnaro, Cannavaro, Gamberini; Maggio, Behrami, Inler, Zuniga; Hamsik; Pandev, Cavani. All.: Mazzarri.

A disp.: Rosati, Colombo, Grava, Aronica, Uvini, Fernandez, Mesto, Dzemaili, Donadel, Dossena, Insigne, Vargas.

Squalificati: nessuno.

Indisponibili: Britos.

 

Arbitro: Damato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori