DIRETTA/ Juventus-Chelsea live (Champions League 2012/2013): la partita in temporeale

- La Redazione

Questa sera è finalmente il momento di Juventus-Chelsea, grande sfida decisiva per la qualificazione nel gruppo E della Champions League: segui e commenta la partita in diretta live

barzagli_torres_juventus_chelseaR400
Un'immagine della partita d'andata (INFOPHOTO)

Juventus-Chelsea è la partita della quinta giornata del girone E della Champions League 2012-2013. Si tratta di una sfida di importanza capitale per la Juventus, che attualmente è terza nel gruppo con 6 punti e vincendo scavalcherebbe il Chelsea e potrebbe addirittura portarsi al primo posto in caso di risultato favorevole nell’altra sfida del raggruppamento. Del resto anche il Chelsea non può fallire questa partita, anche perché se dovesse vincere salirebbe a quota 10 ipotecando di fatto la qualificazione agli ottavi di finale, e in ogni caso allontanerebbe la Juventus in maniera definitiva (in caso di successo Blues ci sarebbero quattro punti tra le due squadre, distanza incolmabile nell’unica gara che rimarrebbe). Un eventuale risultato di parità tra la Juventus e il Chelsea sarebbe più utile alla formazione inglese, che resterebbe nelle prime due posizioni, mentre la Juventus sarebbe costretta a giocarsi la qualificazione nell’ultima gara in trasferta. L’arbitro di Juventus-Chelsea sarà il turco Cakir, assistito dai guardalinee Duran e Ongun, dal quarto uomo Eyisoy e dai giudici di porta Goçek e Yildrim. Il calcio d’inizio di Juventus-Chelsea è previsto alle ore 20.45 allo Juventus Stadium di Torino. 

Nella conferenza prepartita, il centrocampista della Juventus Claudio Marchisio ha dichiarato che quella contro il Chelsea è la partita dell’anno, e che la Juventus ci arriva nel momento migliore. Probabilmente ha ragione: i bianconeri hanno smaltito alla grande la prima sconfitta nell’ultimo anno e mezzo, quella subita dall’Inter (1-3) in campionato. Inseguito sono arrivate tre prestazioni convincenti, contro il Nordjsaelland in Champions League (4-0), poi in campionato contro Pescara (6-1 in trasferta) e Lazio, anche in se quest’ultima partita l’ottima mole di gioco costruita non è sfociata in alcun gol. Però la Juventus è riuscita a mantenere la vetta della classifica con margine di vantaggio, il che gli consente di poter dare davvero tutto questa sera, senza preoccupazioni di campionato sullo sfondo o all’orizzonte. Domenica i bianconeri visiteranno il Milan ma è chiaro che la priorità in questo momento va al Chelsea, che bisogna battere per aumentare le possibilità di qualificazione agli ottavi di finale, obiettivo quantomai fondamentale. In questo senso la Juventus potrà sfruttare il fattore campo: Conte, Alessio e Marchisio hanno chiesto allo Juventus Stadium di farsi bolgia, e c’è da scommettere che i tifosi juventini risponderanno presente per un’occasione così importante. Anche dall’infermeria è arrivata una buona notizia: Mirko Vucinic, che sembrava indisponibile sino a stamattina, sembra aver smaltito l’attacco influenzale che l’ha tenuto fuori nel week-end e dovrebbe scendere in campo dal primo minuto (clicca qui per le probabili formazioni complete di Juventus-Chelsea). Sarà importante cercare di limitare la batteria di trequartisti del Chelsea, formata da Juan Mata, Eden Hazard e dal brasiliano Oscar, mattatore all’andata con una doppietta e uomo più temibile secondo l’ex difensore bianconero Roberto Tricella (clicca qui per l’intervista prepartita). In ogni caso il trio difensivo della Juventus, composto dei soliti Barzagli, Cheiellini e Bonucci è in ottima forma ultimamente e secondo il giornalista Carlo Nesti è perfettamente in grado di giocarsela alla pari con l’attacco del Chelsea che, non va dimenticato, annovera anche un certo Fernando Torres (clicca qui per l’intervista prepartita con Nesti).

Nelle ultime partite il Chelsea ha offerto un rendimento altalenante, perdendo il primo posto in campionato a vantaggio del Manchester City (prossimo avversario in Premier League) e procurando qualche grattacapo di troppo al presidente Roman Abramovich, che non a caso, si dice, è tornato a pensare seriamente all’ingaggio di Pep Guardiola. Nell’ultimo mese il Chelsea ha perso tre volte, due contro il Manchester United (2-3 in Premier e 4-5 dopo i supplementari in Coppa di Lega), e poi contro il West Bromwich Albion (1-2), nell’ultimo turno di campionato. Attorno alla squadra cominciano a circolare voci negative: si dice ad esempio che il difensore brasiliano David Luiz parli troppo con i tabloid, puntando l’indice contro i nuovi acquisti rei di pensare troppo a sè stessi, con presunti riferimenti specifici ai giovani Hazard e Oscar. Nella conferenza preprartita, il difensore Gary Cahill, che avrà il compito di sostituire l’infortunato John Terry, è intervenuto sulla questione: “David Luiz è un grande giocatore. A volte nello spogliatoio alcune cose vanno dette. E’ normale che i nuovi arrivati cerchino di fare buona impressione, l’importante è che il Chelsea vinca”. Molto politicamente corretto ma efficace. Questa sera Cahill guiderà una formazione che deve fare a meno dei leader storici, Terry e Frank Lampard. Si dice che Di Matteo stia studiando l’esclusione di Torres, inserendo un centrocampista in più e avanzando Mata nel ruolo di finto centravanti, tanto caro ai giocatori spagnoli. Tuttavia l’impressione prevalente è che alla fine El Ninò sarà al suo posto in campo. Sono solo tre i precedenti tra Juventus e Chelsea: oltre alla gara di andata della stagione in corso, terminata 2-2, c’è la doppia sfida di Champions League del 2008-2009. Quando la Juventus di Ranieri fu eliminata agli ottavi dal Chelsea di Hiddink, poi sconfitto in semifinale dal Barcellona col gol di Andres Ineista. Dopo l’1-0 di Stanford Bridge (Drogba) la Juventus non riuscì ad andare oltre il 2-2 nella gara di ritorno all’Olimpico, e fu così eliminata. Sono invece 41 le sfide precedenti tra la Juventus e le squadre inglesi: il bilancio recita 15 vittorie, 11 pareggi e 15 sconfitte. Il Chelsea infine ha giocato già 17 volte contro squadre italiane: 6 vittorie, 5 pareggi e 6 sconfitte lo score. Ora però è davvero il momento di lasciare la parola al campo: Juventus-Chelsea sta per cominciare…

CLICCA SUL PULSANTE QUI SOTTO PER LA DIRETTA DI JUVENTUS-CHELSEA LIVE (CHAMPIONS LEAGUE 2012/2013, GRUPPO E): SEGUI E COMMENTA LA PARTITA IN TEMPO REALE

 

Risorsa non disponibile







© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori