CALCIOMERCATO/ Juventus, 7 milioni per Llorente, le alternative sono Destro e Osvaldo

La Juventus vuole chiudere il prima possibile la pratica top player. Pronti 7 milioni di euro per Fernando Llorente, mentre le alternative si chiamano Destro e Osvaldo

05.11.2012 - La Redazione
fernando_llorente_r400
Llorente si presenta a stampa e tifosi

Il day after Juventus-Inter la Vecchia Signora si riscopre bisognosa di un top player per l’attacco. Sia ben chiaro, l’esigenza vi era già, e durante lo scorso calciomercato estivo i dirigenti di corso Galileo Ferraris avevano provato ad assicurarsi il famoso bomber di caratura internazionale. E’ vero anche però, che i molteplici impegni di questa stagione, ed in particolare le gare di Champions League e l’ultima sfida contro l’Inter, hanno fatto tornare prepotentemente di moda il problema. L’amministratore delegato bianconero, Beppe Marotta, pare abbia rotto gli indugi e sia pronto a consegnare ad Antonio Conte il famoso attaccante “macina-gol” ricercato. La Juventus sfonda in particolare con i centrocampisti (17 gol su 31 messi a segno dal reparto di mezzo), e vedere Vidal come primo marcatore un po’ fa storcere il naso. L’apporto del reparto attaccanti è fermo a quota 12 in 11 gare, con quattro reti per Vucinic e Quagliarella, tre per il tanto criticato Giovinco, e solo una per Alessandro Matri (che però è sceso in campo pochissimo). Serve quindi una mano dagli attaccanti e l’apporto ricercato potrebbe darlo quel Fernando Llorente, solamente sfiorato pochi mesi or sono. Marotta ha portato avanti per settimane l’operazione, invano, ma la sua idea è quella di ripartire proprio dal punto in cui si era lasciato con l’Athletic Bilbao e con l’entourage dello stesso giocatore, in modo da concludere in breve tempo la trattativa in ottica calciomercato di gennaio. Il club basco pare sia entrato nell’ottica di lasciare partire definitivamente il proprio gioiello fra poche settimane visto il contratto in scadenza al 30 giugno del 2013 e il conseguente rischio di perdere il campione d’Europa spagnolo a costo zero. Marotta avrebbe pronto un assegno da 6/7 milioni di euro che sembra possa bastare, a meno che qualche big d’Europa non rompa le uova nel paniere, e decida di offrire cifre vertiginose che potrebbero sconvolgere l’attuale scenario. Le alternative si chiamano Osvaldo e Destro (entrambi in gol ieri sera nella sfida contro il Palermo), giocatori che potrebbero lasciare la capitale se la situazione a Trigoria dovesse degenerare. La Juventus si potrebbe giocare la carta Matri o Quagliarella, attaccanti che storicamente piacciono molto alla Roma nonché a Zdenek Zeman.

I due calciatori bianconeri potrebbero decidere di andare via, la Juventus si priverebbe più facilmente di Alessandro Matri che non sembra essere nei piani del tecnico Antonio Conte in vista del prosieguo della stagione.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori