PAGELLE/ Juventus-Nordsjaelland 4-0 (Champions League 2012-2013): i voti della partita (Girone E)

La Juventus ottiene la prima vittoria nella Champions League 2012-2013. Grande prestazione contro i danesi del Nordsjaelland, letteralmente asfaltati con il risultato di 4 a 0

08.11.2012 - La Redazione
Pirlo_gol_Siena
Foto: InfoPhoto

Primo tempo davvero divertente, con tante azioni e tantissime occasioni da gol, anche se da una parte sola visto che gli ospiti non oltrepassano praticamente mai la metà campo. Ripresa invece molto più noiosa, con la Juve che risparmia energie forte dell’ampio vantaggio.

Sembra che il derby d’Italia sia stato un brutto sogno. Certo, l’avversario è tutt’altro che insormontabile, ma il gioco c’è, l’intensità pure, così come la tanto citata fame che finalmente torna ad essere visibile sui volti dei bianconeri. Ora, sotto col Chelsea!

Squadra inadeguata, ma la sua Champions l’ha già vinta proprio all’andata coi bianconeri con il primo gol e il primo punto. Per qualcosa di più, ci sarà tempo.

Partita facile facile, ma è bravo a far giocare e a fischiare ed ammonire solo quando serve; la sua terna inoltre non sbaglia nulla, anzi è perfetta in ogni fuorigioco

Buffon, 6.5: un solo intervento, con la sua firma d’autore

Barzagli, Bonucci e Chiellini, 6: la difesa tutta insieme, visto che il loro unico attaccante fa il centrocampista, il Nordsjælland non attacca mai, e di conseguenza tutti e tre hanno solo il compito di far da appoggio ai centrocampisti quando il passaggio in avanti è chiuso

Isla, 7: parte alla grande, con tanta corsa e un assist…in netta crescita

Vidal, 7: domina il centrocampo, con una gran grinta come in occasione del gol

Pirlo, 8: regia straordinaria, la partita lo permette e allora lui si permette di divertire il pubblico, abbinando classe ed eleganza alla solita straordianria efficacia

Marchisio, 8: è ovunque per 90 minuti, soprattutto nel primo tempo quando dà l’impressione di volersi mangiare chiunque, come testimonia l’inserimento di prepotenza in occasione del gol

Asamoah, 7: ogni volta che punta, sfonda…d’altronde, chi ha davanti non è al suo livello, e nemmeno a quello sotto, e nemmeno a quello sotto ancora ecc. ecc.

Giovinco, 7: gol splendido, e diversi movimenti convincenti

Matri, 5.5: sfortunato nell’occasione della traversa, per il resto è macchinoso e impreciso, l’unico insufficiente anche se di poco

Lucio, s.v.

Pogba, 6: stavolta entra e non fa il protagonista

Quagliarella, 6.5: quanto gli piace l’aria di Champions? Entra e fa gol di testa, non il suo piatto forte peraltro

All.: Alessio-Conte, 7: la cosa più importante era non sottovalutare la partita, trasformando in furore agonistico la delusione per la sconfitta con i nerazzurri. Compito svolto perfettamente.

Hansen 7, Parkhurst 5, Okore 5, Runje 4.5, Mtiliga 5.5; Adu 5, Stokholm; 4.5 Lorentzen 4.5, Laudrup 4.5, John 5; Beckmann 4. Christiansen 6, Christensen 5, Nordstrand 5. All.: Hjulmand 5

 

(Giovanni Gazzoli, twitter@giogazzoli)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori