CALCIOMERCATO/ Juventus, Gabbiadini: difficile l’arrivo a gennaio, ecco perché (esclusiva)

- La Redazione

Secondo indiscrezioni raccolte in esclusiva da Ilsussidiario.net, l’attaccante Manolo Gabbiadini, in prestito dalla Juventus, non dovrebbe spostarsi da Bologna nel calciomercato di gennaio

Catania_Juve_esultanza
La Juventus esulta a Catania (Infophoto)

Che non si trattasse di una grande operazione di calciomercato lo si avvertiva già da diverso tempo. Nicklas Bendtner a Torino, sponda Juventus, non ha convinto davvero nessuno. Il giocatore danese infatti ha avuto poco spazio per convincere la Juventus a puntare su di lui. L’ultimo colpo è arrivato qualche giorno fa, quando in Coppa Italia contro il Cagliari ha riportato uno stiramento importante che lo lascerà fuori per circa 2 mesi. Bendtner non verrà tagliato a gennaio ma il suo futuro è ormai segnato. Conte sogna un attaccante importante, da Drogba a Villa, sono questi i nomi che circolano maggiormente in questo momento (clicca qui per saperne di più). Ma Marotta sa bene che non è facile arrivare a questi giocatori. La Juventus starebbe pensando al ritorno di qualche giovane attaccante di proprietà parcheggiato in giro per l’Italia. Si parla molto di Ciro Immobile, attaccante a metà tra Genoa e Juventus, di Richmond Boakye, nelle stesse condizioni di calciomercato, e anche di Manolo Gabbiadini. Quest’ultimo è a metà tra Atalanta e Juventus ma gioca in prestito a Bologna agli ordini di Stefano Pioli che crede molto nel ragazzo classe ’91. Per ora 15 presenze e due gol in Serie A, oltre a tanto lavoro oscuro in attacco. Secondo indiscrezioni raccolte in esclusiva da Ilsussidiario.net, Gabbiadini non dovrebbe spostarsi da Bologna a gennaio per vari motivi. Il giocatore ha deciso di continuare in Emilia il suo percorso di maturazione, sa bene che a Torino troverebbe poco spazio mentre con la maglia rossoblu sta ingranando bene. Inoltre la società felsinea non vorrebbe privarsi di Gabbiadini, anche perché l’accordo con i bianconeri prevede il prestito fino a giugno. L’addio di Gabbiadini rischierebbe di provocare un vuoto importante nell’attacco del Bologna considerando che Acquafresca dovrebbe andare via a gennaio. I dirigenti della Juventus per il momento non hanno comunicato nulla in tal senso al giocatore, per ora si tratta di sondaggi. Ma anche in seno alla società bianconera ci sono pareri diversi perché Gabbiadini ha bisogno di giocare per maturare esperienza, e presentarsi a Torino a giugno con un anno…

Importante alle spalle, in un club che si sta giocando la permanenza in Serie A. La Juventus potrebbe anche decidere di non muoversi tenendo presente che in attacco ci sono comunque quattro giocatori importanti. Vucinic è il titolare indiscusso, dopo c’è Giovinco, attuale capocannoniere, poi Quagliarella e Matri, quest’ultimo lasciato un po’ ai margini da Conte. L’attacco c’è anche se qualcosa potrebbe essere fatta.

 

(Claudio Ruggieri)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori