CALCIOMERCATO/ Juventus, affare Drogba, gli esperti sicuri: si può fare (esclusiva)

In esclusiva a Ilsussidiario.net, due esperti di mercato inglese, Gianni Di Marzio e l’agente Fifa Luca Vargiu, hanno parlato dell’affare Drogba-Juventus in vista di gennaio.

drogba_rete_portaR400
Didier Drogba, 34 anni, attaccante ivoriano dello Shangai Shenhua (INFOPHOTO)

Una squadra in testa alla classifica del campionato di serie A, campione d’inverno con due giornate d’anticipo e con miglior attacco e difesa del torneo può aver bisogno di operare nella finestra di riparazione? Sì, se questa squadra si chiama Juventus e tende sempre alla perfezione; ancora di più se pensiamo che i bianconeri hanno messo insieme questi numeri in Italia, ma in Europa pur avendo superato il girone di Champions League con il primo posto restano sempre “corti” di un attaccante che metta regolarmente il pallone in porta e abbia peso offensivo per lottare contro le migliori difese del Vecchio Continente. Così, qualche operazione si farà, o almeno è questa l’intenzione di Beppe Marotta. L’obiettivo numero uno è ormai noto: Didier Drogba, centravanti ivoriano di 34 anni ex Chelsea, che oggi gioca nello Shanghai Shenhua. Un calciatore che farebbe aumentare la qualità e la pericolosità dell’attacco bianconero. La Juventus sta provando e proverà fino all’ultimo a convincere il giocatore a tornare in Europa. C’è di mezzo una bella offerta da 3,5 milioni di euro fino al 2014, Drogba vorrebbe qualcosa in più e un altro anno di contratto,ma i bianconeri avrebbero già un accordo con Llorente per giugno e non si vogliono trovare a pagare due stipendi onerosi. Quindi la proposta bianconera sarebbe per sei mesi: se funziona bene, altrimenti tanti saluti senza troppi rimpianti. Insomma, bisognerà trovare l’accordo perchè l’operazione si chiuda e il desiderio di quasi tutti i tifosi bianconeri venga esaudito. Gianni Di Marzio, consulente del Queens Park Rangers, in esclusiva a Ilsussidiario.net ha parlato dell’affare Drogba: “Io credo che alla fine l’affare andrà in porto. Vedo la Juventus molto convinta a puntare sul giocatore e secondo le ultime informazioni l’affare non è così lontano dalla conclusione. Certo l’arrivo di Drogba darebbe maggiore possibilità alla Juventus di puntare alla Champions League visto che in campionato i giochi sono ormai fatti. I bianconeri non devono sentirsi forti in attacco per i tre gol segnati all’Atalanta, in campo europeo servono i bomber e Drogba, nonostante i 34 anni, è l’attaccante giusto”. Di Marzio è convinto quindi della bontà dell’affare Drogba, anche perché lo scorso anno l’ivoriano è riuscito a portare alla vittoria il Chelsea grazie alla sua grande forza fisica e alla sua volontà di vincere il grande trofeo, realizzando due gol fondamentali in semifinale e finale. Anche il noto agente FIFA Luca Vargiu, esperto di calcio inglese, è convinto che la trattativa si possa chiudere: “E’ ovviamente difficile prevedere se e quando l’affare andrà in porto. Ho sentito le parole di Conte di ieri, ovviamente non poteva dire che l’operazione si sta per chiudere, però ha elogiato il calciatore definendolo un vincente”. I tifosi bianconeri quindi potrebbero presto avere un grande attaccante in grado di spostare gli equilibri in Champion League. Drogba potrebbe giocare al fianco di Mirko Vucinic che ieri è riuscito a segnare su azione dopo un digiuno – in campionato – che durava da tre mesi. La presenza di Drogba ovviamente gioverebbe anche a Vucinic, che sarebbe più libero di inventare e creare occasioni partendo largo, e probabilmente riuscirebbe ad aumentare il proprio bottino di reti (attualmente sono 15 con la maglia bianconera in un anno e mezzo).

La Juventus ha intenzione di chiudere i giochi per lo scudetto il prima possibile per concentrarsi sulla conquista della Champions League. All’inizio dell’anno in pochi avrebbero scommesso sui bianconeri competitivi in Europa, ma il modo in cui la squadra ha chiuso il girone (tre vittorie consecutive, il 3-0 al Chelsea, il successo alla Donbass Arena e la porta di Buffon blindata) hanno fatto pensare a molti addetti ai lavori che con i giusti innesti e qualche aiutino dal sorteggio (il primo sarebbe di evitare il Real Madrid agli ottavi) i campioni d’Italia possano anche puntare al colpo grosso internazionale. Drogba, non c’è bisogno di dirlo, aumenterebbe ancor più le possibilità di Conte e dei suoi.

(Claudio Ruggieri)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori