JUVENTUS/ Nicklas Bendtner operato al tendine

- La Redazione

Il danese è stato sottoposto ad intervento chirurgico e adesso starà lontano dai campi di gioco per tre mesi. Ma i piani di mercato della Juve, come chiarito da Marotta, non cambieranno…

nicklas_bendtner_juve_r400
Nicklas Bendtner (Infophoto)

Come era in programma, oggi è stato il giorno dell’operazione per Nicklas Bendtner. L’attaccante danese della Juventus, come comunicato dal club bianconero sul proprio sito Internet ufficiale, è stato sottoposto nel pomeriggio di oggi ad un’intervento chirurgico “di reisenzione del tendine dell’adduttore lungo della coscia sinistra”. Un intervento a cui si è deciso di procedere dopo una serie di consulti medici, successivi all’infortunio patito dal giocatore nel match di Coppa Italia contro il Cagliari di mercoledì scorso. “Sabato scorso Bendtner è stato visitato dal professor Sakari Orava, illustre chirurgo finlandese, e questa mattina, a Londra, dal professor Ernest Schilders, consulente dell’Arsenal, società proprietaria del cartellino del danese”, si legge nella nota diffusa dalla Juventus, che ha evidenziato come entrambi gli specialisti abbiano consigliato alla società e al danese di effettuare l’operazione. L’attaccante dovrebbe star fuori per i prossimi tre mesi, come evidenziato nei giorni scorsi, ma dopo l’intervento si avrà di sicuro una data più precisa per il suo rientro sui terreni di gioco. Finora l’annata italiana di Bendtner è stata assai avara di soddisfazioni: il 24enne di Copenaghen non ha mai segnato in dieci presenze complessive, tra campionato (otto gettoni), coppa Italia (una presenza) e Champions League (una apparizione). Nella sua carriera, per la verità, Nicklas non è mai stato un grandissimo bomber. Il suo record in campionato è stato di 11 reti, siglate nella stagione 2006-07 con la maglia del Birmingham, in Championship (cioè nella serie B inglese). Nonostante il suo lungo stop, ad ogni modo, la società non dovrebbe tornare sul mercato, come precisato dal dirigente Beppe Marotta prima della gara di ieri Juventus-Atalanta, ai microfoni di Sky: “L’infortunio di Bendtner? Preoccupante, ma non è detto che la sua stagione sia finita, anzi. Contiamo di riaverlo a disposizione tra due-tre mesi”. Il dirigente bianconero ha poi aggiunto che qualora si presenteranno delle opportunità, si farà il possibile per coglierle. Del resto, la squadra sembra ormai aver trovato un buon assetto in avanti, dove pure non esistono titolari fissi, anche se Mirko Vucinic è considerato quasi irrinunciabile e al suo fianco si sta facendo largo Sebastian Giovinco.

Al posto dell’ex parmense viene impiegato talvolta il talentuoso quanto discontinuo Fabio Quagliarella, e questo è quanto. Gli unici che stanno patendo il turnover in maniera indiscutibile sono, appunto, Bendtner, che se non altro ha l’alibi dell’ambientamento, e Alessandro Matri (un solo gol in campionato per lui). Forse qualcuno potrebbe arrivare proprio al posto dell’ex Cagliari, dato nelle mire di Milan e Fiorentina: che sia una star come Didier Drogba? Il sogno, a quanto pare, può diventare realtà, staremo a vedere gli sviluppi nei prossimi giorni. Per rivedere Bendtner in campo (e per valutarlo in attesa di capire cosa fare con lui per la prossima stagione), invece, ci vorrà ancora un po’ di tempo… 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori