PROBABILI FORMAZIONI/ Shakhtar Donetsk-Juventus: notizie alla vigilia (Champions League, gruppo E)

- La Redazione

Domani sera Shakhtar Donetsk-Juventus sarà una partita decisiva per i destini del gruppo E della Champions League: ecco le notizie e le probabili formazioni alla vigilia del match

bonucci_gol_CL
Il gol di Bonucci nella partita di andata (Infophoto)

Domani sera a Donetsk grande appuntamento con la sesta giornata della fase a gironi della Champions League (gruppo E): alle ore 20.45 si giocherà infatti Shakhtar Donetsk-Juventus, partita decisiva per i destini europei della Juventus. Per i bianconeri, è ancora tutto possibile: vincendo la partita, vincerebbero anche il girone; pareggiando, si qualificherebbero come seconda classificata; perdendo, sarebbero quasi certamente costretti a ‘retrocedere’ in Europa League (difficile pensare a miracoli del Nordsjaelland in casa del Chelsea). In questi giorni di vigilia, si è parlato molto dell’ipotesi di un pareggio che farebbe felici entrambe le squadre: la Juventus si qualificherebbe, lo Shakhtar (già qualificato) blinderebbe il primato, e il Chelsea sarebbe la prima formazione detentrice ad uscire già nella fase a gironi. La partita sarà certamente molto interessante, tra due delle migliori formazioni del panorama europeo, soprattutto per il valore assoluto dei loro centrocampi. Sarà dunque probabilmente in mezzo al campo che si deciderà la partita. Ma ora andiamo a vedere le ultime notizie sul momento delle due formazioni, alla vigilia della partita.

Lo Shakhtar si è già qualificato in uno dei gironi più difficili, con Chelsea e Juventus, ed inoltre sta dominando il campionato ucraino, con ben 13 punti di vantaggio sul Dnipro secondo in classifica. Insomma, la città mineraria dell’est Ucraina è ormai stabilmente nella geografia del grande calcio. Merito di una dirigenza ricca e preparata, di un ‘santone’ del calcio europeo come Mircea Lucescu e di un mix di giocatori locali (o comunque dell’est europeo) e brasiliani – otto in rosa più il naturalizzato croato Eduardo. Come si accennava, il punto di forza è il centrocampo, che ha già messo a segno 36 gol tra campionato e Champions League. I talenti sono davvero tanti, anche se domani mancherà il bomber Luiz Adriano – squalificato per il famigerato gol a Copenhagen. La star è Willian, il playmaker Fernandinho, il trequartista è invece l’armeno Mkhitaryan. Non sarà per niente facile per la Juventus, anche perché Lucescu schiererà di fatto la formazione tipo, salvo Luiz Adriano e l’indisponibile Hubschmann.

Per la Juventus è una partita ancora più importante. La situazione dei bianconeri è simile: primi in campionato e con il punto forte soprattutto a centrocampo. Peccato dunque per l’assenza dello squalificato Marchisio, grande protagonista del derby di sabato scorso. Come sempre, in cabina di regia ci sarà Pirlo, affiancato da Vidal e Pogba. In attacco invece ancora fiducia a Vucinic, anche se nei primi mesi di questa stagione il montenegrino ha fatto davvero fatica a segnare. Il vero dubbio però è in difesa: se Chiellini non dovesse farcela, al suo posto giocherà Caceres. Questa sarà l’ultima partita senza Conte in panchina: il suo vice Alessio vuole lasciargliela con la squadra ancora in corsa nella massima competizione europea.

 

Pyatov; Srna, Kucher, Rakitskiy, Rat; Fernandinho, Stepanenko; Teixeira, Mkhitaryan, Willian; Eduardo. All. Lucescu.

A disp.: Kanibolotskiy, Kryvtsov, Gai, Kobin, Ilsinho, Douglas Costa, Devic.

Squalificati: Luiz Adriano.

Indisponibili: Chygrynskiy, Hubschman.

Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Isla, Vidal, Pirlo, Pogba, Asamoah; Vucinic, Giovinco. All. Alessio (Conte squalificato).

A disp.: Storari, Caceres, Lichtsteiner, Giaccherini, De Ceglie, Quagliarella, Matri.

Squalificati: Marchisio.

Indisponibili: Lucio, Pepe, Bendtner.

 

Arbitro: Eriksson (Sve).







© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori