DIRETTA/ Shakhtar Donetsk-Juventus live (Champions League 2012-2013): la partita in temporeale

- La Redazione

Serata decisiva per la Juventus: in Shaktar Donetsk-Juventus i bianconeri si giocano la qualificazione agli ottavi di Champions League. Segui e commenta in diretta la sfida del gruppo E

bonucci_gol_CL
Il gol di Bonucci nella partita di andata (Infophoto)

Questa sera appuntamento davvero importantissimo con la Champions League: alle ore 20.45 si gioca Shakhtar Donetsk-Juventus, partita valida per la sesta e ultima giornata del gruppo E. Alla Donbass Arena della città dell’Ucraina dell’Est, uno degli stadi più avanzati d’Europa e dotato anche di tribune riscaldate (aspetto molto importante in una fredda notte ucraina di dicembre) si decideranno i destini di questo raggruppamento. Esaminiamo dunque tutte le possibili combinazioni, ricordando che lo Shakhtar è già qualificato: se la Juventus vince, conquisterà anche il primato del girone, importante per assicurarsi un sorteggio degli ottavi probabilmente più agevole; se le due squadre pareggeranno, gli ucraini manterranno il primato e i bianconeri si qualificheranno come seconda (ipotsi che dunque andrebbe bene ad entrambe e che ha scatenato ipotesi su un possibile ‘biscotto’); infine, se sarà lo Shakhtar a vincere, per la Juventus l’eliminazione sarebbe quasi una certezza, dal momento che appare davvero difficile immaginare che il Chelsea non faccia bottino pieno con il Nordsjaelland. Quindi ogni ipotesi è ancora aperta per la Juventus: l’ultima partita senza Conte in panchina sarà uno dei grandi spartiacque della stagione, ravvivato alla vigilia pure dalle polemiche tra i due allenatori (clicca qui per saperne di più). Non sarà una partita facile, anche perchè gli ucraini hanno apertamente dichiarato di puntare a vincere anche la partita, per il prestigio e per tutti i vantaggi in termini di premi e ranking Uefa che un successo garantirebbe.

La stagione dello Shakhtar finora rasenta la perfezione: 17 vittorie nelle prime 18 giornate del campionato ucraino hanno di fatto già consegnato a Mircea Lucescu il quarto titolo consecutivo (13 punti di vantaggio sulla seconda a 12 turni dalla fine), mentre in Champions League è arrivata la qualificazione con un turno d’anticipo nonostante la presenza nel gruppo dei campioni d’Italia della Juventus e dei campioni d’Europa del Chelsea. Ormai lo Shakhtar è una delle realtà più solide di tutta Europa, certamente la migliore dell’Est ma in grado ormai stabilmente in grado di dare fastidio pure alle grandi tradizionali. Finora sono arrivate due agevoli vittorie contro il Nordsjaelland (2-0 in casa, 5-2 fuori), il pareggio a Torino nella partita d’andata (1-1) e due grandi battaglie contro il Chelsea, chiuse con il successo casalingo per 2-1 e la sconfitta per 3-2 nel recupero a Stamford Bridge. I talenti a disposizione sono davvero tanti, in un mix fenomenale di solidità sovietica e fantasia brasiliana, anche se questa sera mancherà lo squalificato Luiz Adriano (clicca qui per le probabili formazioni delle due squadre).

Anche la Juventus la stagione è molto positiva finora. In campionato i bianconeri sono primi, anche se inevitabilmente in serie A i numeri non possono essere così trionfali come in Ucraina: comunque, 11 vittorie in 15 giornate la dicono lunga sulla forza della squadra di Conte. In Champions League invece c’è stato qualche alto e basso in più, ma la qualificazione è ugualmente alla portata: due vittorie e tre pareggi, con la gemma del 3-0 inflitto al Chelsea due settimane fa (dopo averlo già bloccato sul 2-2 a Londra) e il buco nero del pareggio contro il Nordsjaelland (1-1) che sarà drammaticamente decisivo in caso di eliminazione. Il 4-0 del ritorno mostrò chiaramente la differenza di valori, ma quei due punti persi danno fastidio: senza quell’incidente di percorso a Donetsk ci si giocherebbe soltanto il primato tra due squadre già qualificate. Invece sarà un duro esame di maturità europea per questa Juventus, da affrontare senza pensare troppo all’ipotesi di un pareggio, come ci ha detto anche Antonello Cuccureddu (clicca qui per leggere). Ma ora è giunto il tempo di cedere la linea al campo: Shakhtar Donetsk-Juventus sta per cominciare…

 

Risorsa non disponibile







© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori