PROBABILI FORMAZIONI/ Palermo-Juventus: ultime novità (serie A, sedicesima giornata)

- La Redazione

Le probabili formazioni di Palermo-Juventus, in campo oggi pomeriggio alle 15 per la sedicesima giornata di serie A. Scoglio rosanero per Madama, che ritrova Conte…

antonio_conte_juve_r400
Antonio Conte (Infophoto)

Il ritorno di Antonio Conte sulla panchina bianconera è indubbiamente il tema più caldo del match Palermo-Juventus, in programma oggi pomeriggio alle 15 al ‘Barbera’ per la sedicesima giornata di serie A. Esaurita la squalifica per l’omessa denuncia nello scandalo del calcioscommesse, il tecnico leccese può finalmente tornare a guidare i suoi da vicino. Un vantaggio in più per la capolista, costretta a fare risultato in Sicilia per tenere lontane le inseguitrici Napoli e Inter, che si sfideranno stasera a San Siro. L’ideale per la Juve sarebbe vincere a Palermo e sperare in un pareggio tra le due rivali, in modo da rallentarle entrambe. Discorsi che forse non piaceranno a Conte, che vuole mantenere alta la concentrazione della squadra, che deve essere mirata esclusivamente alla propria prestazione. Sull’altro fronte occhio ad un Palermo reduce da un ko esterno con l’Inter ritenuto immeritato, e con un ex al veleno come Fabrizio Miccoli, che nei giorni scorsi ha rilasciato delle dichiarazioni poco concilianti sui suoi rapporti con Conte all’epoca della comune esperienza bianconera. “All’inizio era un punto di riferimento, poi i rapporti si sono incrinati…”, ha ricordato l’attaccante, che oggi proverà a trascinare la truppa palermitana alla conquista di un risultato di prestigio.

Dimenticare Milano deve essere il leit-motiv del Palermo, così come spiegato da Gian Piero Gasperini nella conferenza-stampa della vigilia. “La partita con l’Inter ci ha dato la consapevolezza di potercela giocare contro tutte”, ha spiegato il tecnico rosanero, consapevole del fatto che “per cogliere un risultato di grande prestigio con la Juventus c’è bisogno che vada tutto al meglio e la nostra prestazione sia sempre al massimo”. Gasperini ha poi ricordato la sua esperienza in bianconero, agli inizi della carriera da allenatore e non solo: “La Juventus per me è stata una grande palestra, prima da giocatore e poi da allenatore del settore giovanile. Conte? Ottimi rapporti con lui, sono contento del suo rientro”. Questo il probabile schieramento di partenza dei padroni di casa: Ujkani in porta, Munoz, Donati e Von Bergen a formare il terzetto arretrato, sugli esterni Pisano a destra e Santiago Garcia a sinistra, a metà campo l’adattato Morganella, Barreto e Kurtic, davanti lo sloveno Ilicic, posizionato sulla trequarti a sostegno dell’unica punta, capitan Miccoli.

A disposizione i portieri Benussi e Brichetto, i difensori Milanovic e Cetto, i centrocampisti Arevalo Rios, Viola, Giorgi, Bertolo, Zahavi e Brienza, gli attaccanti Dybala e Budan. Panchina ricca di alternative di qualità per mister Gasperini, che potrebbe anche cambiare modulo in corsa. Qualora ci fosse bisogno di maggiore spinta offensiva, potrebbero essere utili giocatori come Brienza, Zahavi o Dybala.

Solo due gli assenti in casa rosanero, ovvero i lungodegenti Mantovani e Abel Hernandez. Per il resto organico al gran completo.

Antonio Conte torna e non parla. Il tecnico bianconero ha deciso di non dare luogo ad alcuna conferenza-stampa. Un modo per concentrarsi unicamente sul proprio ritorno in panchina dopo una squalifica da lui ritenuta profondamente ingiusta, e una decisione che già negli ultimi tempi era stata presa dalla società (il tecnico salentino comunque avrebbe potuto parlare fin dal primo giorno della sua squalifica, ma ha scelto di aspettare il rientro). Da adesso in poi, però, si tornerà a pensare esclusivamente alle questioni di campo. Occhio ad un Palermo che promette battaglia, trascinato dall’ex al veleno Miccoli. Questa la probabile formazione che scenderà in campo al ‘Barbera’: in porta Buffon, difesa titolare Barzagli-Bonucci-Chiellini, sulle fasce Lichtsteiner a destra e De Ceglie a sinistra, in mezzo Pogba, Pirlo e Marchisio, davanti Vucinic e Matri. 

A disposizione i portieri Storari e Rubinho, i centrocampisti Vidal, Padoin, Asamoah e Giaccherini, gli attaccanti Quagliarella e Bendtner. Causa infortuni, nessun difensore si accomoderà in panchina.

Sono sei gli assenti in casa bianconera, ovvero lo squalificato Giovinco e gli infortunati Caceres, Isla, Marrone, Lucio e Pepe. Assenze che priveranno un po’ tutti i reparti di alternative importanti.

 

 

Ujkani; Munoz, Donati, Von Bergen; Pisano, Morganella, Barreto, Kurtic, Garcia; Ilicic; Miccoli. All.: Gasperini

A disp.: Benussi, Brichetto, Milanovic, Cetto, Rios, Viola, Giorgi, Bertolo, Zahavi, Brienza, Dybala, Budan.

Squalificati: –

Indisponibili: Hernandez, Mantovani

Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Pogba, Pirlo, Marchisio, De Ceglie; Vucinic, Matri. All.: Conte

A disp.: Storari, Rubinho, Vidal, Padoin, Asamoah, Giaccherini, Quagliarella, Bendtner.

Squalificati: Giovinco

Indisponibili: Caceres, Isla, Marrone, Lucio, Pepe

 

Arbitro: De Marco

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori