CALCIOMERCATO/ Juventus, da Immobile a Bouy, passando per Taider: come cresce la talent-Juve

- La Redazione

Moltissime operazioni giovani in casa Juventus al pari delle trattative principali. I talenti di casa bianconera come Immobile diventano grandi mentre altri sono vicini alla fioritura

Marotta-1
Beppe Marotta, ad Juventus (Foto Infophoto)

CALCIOMERCATO – La Juventus pensa al presente, con l’obiettivo di tornare a giocare la Champions League e magari di riconquistare uno scudetto che manca da ben 6 anni, ma nel contempo anche al futuro. Diverse sono infatti le operazioni di mercato che vanno in tale direzione, alcune, o meglio, diverse, concretizzatesi anche durante la sessione di trattative conclusasi pochi giorni fa. A fine mese scorso è infatti sbarcato in corso Galileo Ferraris il giovane talento Bouy, ex “canterano” dell’Ajax, sulle cui tracce vi era anche il Milan. I campioni d’Italia in carica erano dati molto vicini al giovane ma poi i bianconeri, grazie ad un blitz, sono riusciti a chiudere l’operazione in poco tempo e si sono assicurati il gioiello della scuderia Mino Raiola. Ma sono diverse, come dicevamo in apertura, le operazioni in ottica linea verde. Basti pensare infatti che Madama, oltre a quello di Bouy, ha depositato ben tre contratti e precisamente quello di Davide Luminoso, classe 1995, difensore della Pro Vercelli, Matteo Polla ex-Alessandria, e Dario Romano, in forza al Foligno. Già scritte anche altre operazioni in ottica giugno 2012. Si parla infatti di Biagio Meccariello, difensore centrale dell’Andria, ventenne, che pare abbia impressionato in maniera molto positiva l’allenatore Antonio Conte. Come dimenticarsi poi di Taider, giovane franco-tunisino attualmente in forza al Bologna, di cui la Juventus ne ha acquistato la metà nell’ambito dell’operazione Sorensen. Centrocampista di soli 19 anni il ragazzo sta già impressionando tutti in Serie A e la Juventus, naturalmente, si frega le mani. Rimanendo nell’ambito giovane, Rossi è stato girato dal Vicenza al Brescia, mentre Pinsoglio, talento della porta, è sbarcato a Vicenza dal Pescara. Infine, Essabr ed Esposito sono saliti di categoria passando al Crotone e al Grossetto. Uno dei talenti più puri della scuderia di Madama resta comunque Ciro Immobile. Attualmente al Pescara e reduce da una metà stagione in serie cadetta in cui ha collezionato ben 17 reti, attuale capocannoniere della Serie B, è stato “girato” in comproprietà al Genoa di Enrico Preziosi uno che di talenti ne capisce un bel po’. Il patron del Grifone ha sborsato ben 4 milioni di euro per la metà del giocatore, finiti naturalmente nelle casse della Juventus. Quest’ultima ha potuto così realizzare una plusvalenza di 3,9 milioni di euro sull’esercizio 2011-2012.

Immobile la prossima stagione giocherà a Genova ma la Juventus ha voluto mantenere la titolarità sul contro riscatto e se si confermerà al Marassi il passo dalla Liguria al Piemonte sarà davvero breve…



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori