CALCIOMERCATO/ Juventus, Del Piero resterà a Torino? Colantuono ne è convinto

- La Redazione

Stefano Colantuono, allenatore dell’Atalanta, è solo uno dei tanti che vorrebbe Del Piero nella sua squadra. Ma il tecnico sembra convinto: “Vedrete che resterà alla Juventus”.

alessandro_delpiero_r400
Alex Del Piero (Infophoto)

E’ convinto Stefano Colantuono: “Certo che Del Piero lo vorrei all’Atalanta, anche di corsa; ma io sono convinto che, alla fine, resterà alla Juventus”. Fermi tutti: Del Piero resta? Sarebbe forse la notizia più pazzesca, gradita e attesa dai tifosi bianconeri. Che, soprattutto all’indomani della settimana di Alex – due gol a Milan e Inter – guardano con “terrore” al futuro prossimo, a quella che potrebbe essere l’ultima partita del capitano con la maglia della Juventus: il 20 maggio prossimo, all’Olimpico, nella finale di Coppa Italia contro il Napoli. Sappiamo che le strade di Del Piero e della Juventus sono destinate a separarsi a fine stagione: lo sappiamo da tempo, da quell’uscita – forse infelice, forse sbagliata nei tempi – di Andrea Agnelli. Nessuno ha mai smentito: nè Conte, nè lo stesso Del Piero, nè il presidente, che quindi ha implicitamente confermato quanto aveva espresso. Le ipotesi si sono sprecate: giusto, sbagliato, irrispettoso nei confronti di una bandiera… chi lo sa. Una cosa è stata certa fin da subito: il popolo bianconero non l’ha presa bene, anzi. E gli ultimi sei giorni, in questo senso, non hanno contribuito: due gol alle milanesi, entrambi semi-decisivi (quello contro il Milan lo è stato), lo squillo del campione nei momenti decisivi della stagione. Sembrava ai margini del progetto, un separato in casa, un soprammobile da panchina: ieri sera Conte ne ha prima tessuto le lodi, poi ha aperto a un suo massiccio utilizzo da qui a maggio: “Oggi Alex sta bene, se io vedo che sta bene e ha voglia lo faccio giocare” e ancora “Ci sono ancora nove partite: adesso ho bisogno di chi mi dà garanzie”: tutto fa presagire che Del Piero abbia ripreso quota nelle considerazioni di Conte. E adesso arriva questa dichiarazione di Colantuono; che, certo, è esterno alle vicende bianconere, ma è uomo che da anni mastica calcio e qualcosina deve averla imparata. A Radio Monte Carlo, il tecnico dell’Atalanta ha motivato la sua esternazione: “Alex sta ancora bene: può ancora dare tanto alla squadra, soprattutto in ottica Champions League. Questo nonostante le dichiarazioni su di lui da parte della società”. E allora, apriti cielo: perchè i tifosi della Juventus lo sanno da tempo che Del Piero non può più essere un titolare inamovibile, ma vederlo correre, giocare e segnare con un’altra maglia, fosse anche quella di una squadra fuori dall’Italia, sarebbe troppo doloroso. 

Da oggi partiranno le indiscrezioni, come sono partiti i sondaggi: quindi, alla fine, che si fa? Agnelli torna sui suoi passi? Arriverà la firma? Oppure non cambierà niente? Del Piero, come al solito, non si esprime sulla cosa, non parla della sua situazione personale: non lo ha mai fatto, nemmeno di fronte alle innumerevoli panchine e ai dieci, cinque, due minuti nei quali Conte l’ha a volte utilizzato. Sempre in silenzio, sempre al lavoro, fino a questa settimana. Che potrebbe cambiare quello che fino a martedi scorso sembrava incambiabile. Chissà. A Torino incrociano le dita, e ci credono: male non fa. A maggio, sapremo.

 

(Claudio Franceschini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori