CALCIOMERCATO/ Juventus, Buffon: Vorrei restare a vita! E poi indica il suo erede…

- La Redazione

Esce allo scoperto il portiere della Juventus, Gigi Buffon. L’estremo difensore bianconero è tornato il numero uno al mondo dopo un periodo difficile ed ora non vuole più smettere

Buffon
Gianluigi Buffon (Infophoto)

CALCIOMERCATO – Fra i punti fissi della Juventus sorprendente targata 2011-2012 vi è senza dubbio il portiere Gigi Buffon. Dopo annate difficile e di critiche post-Calciopoli, l’estremo difensore di Massa Carrara è tornato ad essere il numero uno del mondo. Tutto questo grazie ad una ritrovata fiducia ma anche e soprattutto per via di alcuni malori fisici che sono solamente un brutto ricordo. C’è stato però un periodo, come dicevamo, in cui Buffon era finito nell’occhio del ciclone: «Le critiche possono starci, però c’è un limite – esclama il diretto interessato intervistato in esclusiva dalla redazione de Il Corriere dello Sport – So che i sei mesi dopo il rientro non sono stati i migliori della mia vita sportiva, però mi ero ripreso da un’operazione e due o tre errori potevano essermi concessi…». Buffon non ha quindi rancore anche se avrebbe preferito ricevere un trattamento diverso tenendo in maggior considerazione, appunto, la sua forma fisica. Ma ora il sereno sembra essere tornato grazie ad innesti di qualità, a forti motivazioni e soprattutto grazie al ritorno a Vinovo di Antonio Conte, il vero artefice della splendida Juventus di quest’anno. Un Buffon il cui contratto scadrà il prossimo 30 giugno del 2013 ma che sembra tutt’altro che intenzionato ad appendere i guantoni al chiodo. «In Cina o in America? Ogni tanto ci penso, ma tutto dipende dall’età fino a cui manterrò certi livelli: se dovessi rimanere in Nazionale fino a 38 anni, per esempio, difficilmente avrei poi voglia di andare all’estero». Dalle sue dichiarazioni si capisce quindi come la sua permanenza a Torino deriverà dalla condizione fisica. Del resto giocare a 38/40 anni non è più una novità se si pensa ad esempio al recente caso di Paolo Maldini, ex glorioso capitano del Milan, o a Javier Zanetti, bandiera dell’Inter, e spesso e volentieri uno dei migliori in campo nonostante la sua “veneranda” età. Intanto in corso Galileo Ferraris si inizia timidamente a pensare al post-Buffon. Tutte le strade sembrano portare verso il gioiello del Brescia, il portierino Nicola Leali. E il soprannome di nuovo Buffon è approvato anche dallo stesso estremo difensore bianconero: «Mi sembra un portiere affidabile, da grande squadra. Anche quando il Brescia viveva il periodo peggiore, non ha commesso errori grossolani: significa avere stabilità mentale, è importante per stare in una big».

Infine bocca cucita sul futuro di Del Piero, il cui contratto scadrà il prossimo 30 giugno. Buffon non si sbilancia ma la speranza è che possa rimanere un altro anno a Torino.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori