CESENA-JUVENTUS/ Chirico: Juventus favorita, ma occhio alle ubriacature…(esclusiva)

- int. Marcello Chirico

Cesena-Juventus è il testacoda della 33esima giornata di serie A. Il Cesena è quasi retrocesso, ma gioca per l’onore e attende le sentenze sulle scommesse. Juventus per lo scudetto.

antonio_conte_r400
Antonio Conte (Foto: Infophoto)

E’ il testacoda di questa giornata di campionato di serie A. Cesena-Juventus sembra un match sulla carta scontato, con la squadra di Conte che dovrebbe aggiungere un altro successo in questo suo cammino verso lo scudetto. 71 punti quelli del Cesena contro i 22 del Cesena, I numeri sono eloquenti. Una formazione che ha battuto 4-0 la Roma, l’altra ormai condannata alla serie B. Chi potrà fermare la corazzata bianconera? Il Milan impegnato a San Siro contro il Genoa ci spera, ma il Cesena dovrebbe fare la partita perfetta, fare l’impresa. La Juventus è imbattuta, sta giocando bene, ha un centrocampo da favola, orchestrato da Pirlo in modo perfetto. Come potrà la formazione romagnola impensierire la Juventus? Domande, quesiti che tutti si pongono, per capire se ci possa essere una squadra in queste ultime giornate di campionato capace di sconfiggere la Juve. Per parlare quindi di Cesena-Juventus abbiamo sentito Marcello Chirico, giornalista di Telelombardia, dove difende i colori della squadra di Alex Del Piero. Eccolo quindi in questa intervista esclusiva rilasciata a ilsussidiario.net.

Cesena-Juventus è una partita già scritta?

Andrei piano a dire una cosa del genere. E’un incontro ancora da disputare, dove il Cesena potrebbe mettere delle motivazioni particolari, battere la Juventus, fare una grande partita Conte però sa come preparare la squadra, sa come tenerla concentrata, sa anche che questa trasferta va affrontata nel miglior modo possibile, senza nessun tipo di rilassamento In ogni caso non mi piace tutto questo entusiasmo attorno alla Juventus.

Non le piace questo entusiasmo?

Sì, i tifosi che vanno in massa a Vinovo, che chiedono autografi, che sono pronti a festeggiare prima del dovuto. Bisogna stare tranquilli, essere concentrati, magari seguire la squadra in ogni trasferta, ma pensare a partita per partita. Poi faremo il conto alla fine del campionato e lì potremo veramente festeggiare.

Che incontro sarà?

La Juventus va a Cesena per vincere e probabilmente attaccherà, il Cesena si difenderà. Ma bisognerà stare attenti al suo contropiede.

Il centrocampo bianconero ormai secondo lei è uno dei migliori d’Europa?

Non è solo il centrocampo che è uno dei migliori d’Europa, ma tutta la squadra che sta giocando molto bene. E’ una delle migliori, dopo il Barcellona c’è la Juventus che si può mettere tra le prime formazioni del continente.

Cosa dovrà fare il Cesena per fare l’impresa?

Dovrà fare certamente una grande partita perché la Juventus sta giocando veramente bene. Ma in fondo non ha niente da perdere. E potrebbe veramente disputare un grande incontro, come ha fatto col Palermo.

Quali stimoli, realisticamente, potrebbe avere una squadra già retrocessa?

Sicuramente il fatto di poter chiudere in piedi questo campionato. E poi quello di fare punti, che in questa situazione di scommessopoli potrebbero risultare importanti. Infatti, proprio con scommessopoli la classifica del campionato potrebbe cambiare soprattutto in coda e per quello che riguarda l’accesso alla Champions League, all’Europa League.

Gli ex giocatori della Juventus Iaquinta e Mutu potrebbero metterla in difficoltà?

Iaquinta non so neanche se giocherà. Ma credo proprio che gli ex giocatori della Juventus non siano un problema per la formazione bianconera in questa partita.

Juventus imbattuta, arrivano congratulazioni da tutta Europa, addirittura Blatter ha fatto le sue.

Mi sembrano giusti questi complimenti, la Juventus sta giocando bene e mi sembra normale che tutti facciano le congratulazioni alla Juventus, anche Blatter.

Cosa teme da qui alla fine del campionato? Cosa dovrà succedere perchè la Juventus per perdere questo scudetto?

Aspettiamo a dirlo. Certo, anch’io penso che questa squadra non possa temere proprio più nessuno e questo mi rassicura. Mi rendo conto che la Juventus è veramente forte, i suoi giocatori non vogliono mollare, hanno fame, voglia di vincere. Con Conte, che è il principale artefice di questi successi. Solo, non vorrei che tornasse la cosidetta pareggite di un po’ di tempo fa. Ma ripeto, questa squadra sta confermando di esserci fino in fondo.

Conte è il nuovo Trapattoni?

E’ il nuovo Lippi. Ha imparato tanto da lui. Penso proprio che con la Juventus vincerà tanto, una Juventus che in ogni caso vorrà rinforzarsi anche per la prossima stagione. Essere competitiva su tutti i fronti, non puntare a un solo obiettivo. Come è nello stile di questa squadra che è uno dei grandi club d’Europa.

Un suo pronostico su questa partita?

La Juventus va a Cesena per vincere. Questo è il risultato che si prefigge.

 

(Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori