DIRETTA/ Cesena-Juventus live (serie A 2011/2012): la partita in temporeale

- La Redazione

Questo pomeriggio alle 18 si gioca Cesena-Juventus, testacoda bianconero della 33esima giornata di Serie A. Segui e commenta la diretta del match del Manuzzi a partire dalle ore 17.50

cesena_juventus_2012R400
Contrasto volante fra Bogdani e Chiellini nella gara d'andata (Infophoto)

Cesena-Juventus è una delle partite più importanti della 33sima giornata di Serie A, che è di recupero oggi dopo essere slittata per la morte di Piermario Morosini. Allo stadio Dino Manuzzi di Cesena scende in campo la capolista Juventus, per il “testacoda” bianconero. La Vecchia Signora (71 punti in classifica) deve continuare a vincere per mantenere il primato solitario, che tuttavia sarebbe conservato anche in caso di pareggio, in virtù dei 3 punti di vantaggio sulla seconda. Il Cesena d’altro canto non ha più niente da chiedere alla classifica: gli attuali 22 punti relegano i romagnoli all’ultimo posto, e per sancire la retrocessione manca solo l’aritmetica. In ogni caso, come ha dichiarato mister Beretta alla vigilia del match, il Cesena vuole onorare al massimo l’impegno, puntando ad una prestazione gagliarda contro la strafavorita Juventus. Arbitro dell’incontro sarà il signor Guida di Torre Annunziata, il fischio d’inizio alle 18.00. Il pareggio sarebbe una gioia per il Cesena e un mezzo disastro per la Juventus: per la squadra di Conte c’è solo la vittoria.

Il Cesena viene da cinque pareggi consecutivi. Il 25 marzo scorso i romagnoli hanno impattato sul 2-2 interno col Parma, aprendo la sfilza di X. In seguito sono arrivati due pareggi a reti bianche, a Lecce e nel derby con il Bologna, seguiti dall’1-1 di Genova e dall’ultimo 2-2 casalingo col Palermo. Risultati che possono essere letti come indice di una buona forma; viceversa, è un dato di fatto che il Cesena non vince dal 15 febbraio, data del 3-1 interno sul Novara: anche gli ultimi pareggi hanno confermato che i bianconeri di Romagna mancano del mordente e del cinismo necessario per vincere le partite. Il rendimento casalingo del Cesena ha sin qui fruttato la metà dei punti: undici, alla luce di due vittorie (contro Genoa e Novara), sette pareggi ed altrettante sconfitte. Questo pomeriggio, Beretta non potrà disporre dell’attacco titolare: sia Mutu sia Iaquinta (entrambi ex juventini) ne avranno ancora per quattro o cinque giorni. Mancheranno anche Martinho, Martinez (altro ex) ed il secondo portiere Calderoni. Attenzione però al calcioscommesse, che potrebbe rivoluzionare la classifica: anche per questo il Cesena vuole fare risultato.

La Juventus non si pone più limiti. I bianconeri hanno vinto tutte le ultime 6 partite, guadagnando la vetta della classifica e raggiungendo già un vantaggio di 4 punti sul Milan. Dopo la vittoria nel derby d’Italia, il 2-0 sull’Inter del 25 marzo, la Juventus ha collezionato un poker di grandi prestazioni, che hanno garantito il pieno di punti. Il primo di aprile è arrivato il netto 3-0 sul Napoli, poi la vittoria di Palermo (2-0), il faticoso ma meritatissimo 2-1 sulla Lazio, deciso da una punizione di Del Piero, e l’ultimo cappottissimo rifilato alla Roma (4-0). I numeri spingono il veliero bianconero: la Juventus è ancora imbattuta quest’anno (striscia record per campionati a 20 squadre), con la miglior difesa e il secondo attacco del campionato. Se si può trovare il pelo nell’uovo, può essere legato al rendimento in trasferta: lontano da Torino la Juventus ha pareggiato 9 gare su 16, vincendo le altre 7 (21 gol fatti, 8 subiti). In più di un’occasione i bianconeri di Conte hanno faticato a sbloccare situazioni contro squadre chiuse, problematica che potrebbe prevedibilmente ripresentarsi quest’oggi. In ogni caso, il gap tecnico è vistoso tra Juventus e Cesena, anche considerato il fatto che l’unico indisponibile per Conte sarà Pepe, che ha accusato una lieve distorsione alla caviglia e non è certo di restare in panchina. Ma ora è tempo di lasciare la parola al campo: tutti pronti, Cesena-Juventus sta per cominciare…

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori