JUVENTUS-MILAN/ Nuova polemica: derby di Milano posticipato, i bianconeri non ci stanno

Probabile nuova querelle fra Juventus e Milan. La Vecchia Signora non ha preso bene l’idea di far posticipare il derby di San Siro rispetto al proprio impegno col Cagliari

06.04.2012 - La Redazione
Marotta-1
Beppe Marotta, ad Juventus (Foto Infophoto)

JUVENTUS – La sfida a distanza fra Juventus e Milan, e le annesse polemiche, sono destinate a protrarsi fino alla fine del campionato. Dopo le varie querelle derivanti dagli aiuti e dai torti arbitrali eccone una nuova all’orizzonte. In corso Galileo Ferraris non avrebbero infatti preso benissimo l’idea di far giocare il derby di Milano, Inter-Milan, alle ore 20.45 di domenica 6 maggio, dopo che la Juventus si è giocata la sfida con il Cagliari allo Stadium alle ore 15.00. La Vecchia Signora non ha ancora preso una decisione ufficiale in merito, ma dai primi sussurri si capisce come Marotta, Conte e Agnelli avrebbero preferito una soluzione equa, ovvero, un doppio posticipo per evitare disparità. Una questione tra l’altro delicata visto che non è detto che alla fine giocare prima sia un punto a sfavore. Se Juventus e Milan continuassero a duellare fino alla fine della giornata la Signora, avendo un turno relativamente facile, potrebbe mettere pressione sulla rivale diretta per il tricolore, sicuramente impegnata in una sfida più ostica come il derby, storicamente, avulsa da qualsiasi tipo di pronostico. Naturalmente capiterebbe lo scenario opposto nel caso in cui la compagine di Conte dovesse concludere il match con i rossoblu in pareggio o addirittura con una sconfitta… Comunque non sono da escludere novità a riguardo soprattutto se la Juventus dovesse prendere ufficialmente una posizione chiedendo il posticipo del match di Torino o addirittura l’anticipo (cosa più difficile) di quello di Milano. Con una richiesta ufficiale alla Lega sembra difficile che quest’ultima possa dire di no permettendo tra l’altro alle tv di sfruttare in pieno i due big match. Il Milan per ora non commenta ma sicuramente non apprezzerà i malumori della Signora essendosi trovato spesso e volentieri nella stessa condizione che andrà ad affrontare la Juve a 180 minuti dal gong del campionato. Causa gli impegni in Champions, infatti, nelle ultime giornate ha sempre anticipato la propria uscita rispetto ai torinesi senza naturalmente fare alcuna polemica. La decisione definitiva a riguardo arriverà solamente a fine aprile nel caso in cui il duello scudetto dovesse continuare a questi ritmi. A quel punto si potrebbe decidere di permettere alle due rivali di scendere in campo alla stessa ora.

 

La cosa certa è che ancora una volta viene dimostrato come l’audience e le tv comandino il nostro campionato di calcio.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori