DIRETTA/ Juventus-Napoli live (Coppa Italia 2011/2012): la partita in temporeale

- La Redazione

Juventus e Napoli chiudono ufficialmente la stagione: a Roma (ore 21) si giocano la finale di Coppa Italia, che sarebbe il secondo trofeo dell’anno per i bianconeri. Ma il Napoli non ci sta.

VidalNapoli_R400
Esulta Arturo Vidal: a Torino, la Juventus ha battuto il Napoli 3-0 (Infophoto)

Ultimo atto della stagione prima del raduno con la Nazionale: Juventus-Napoli è la finale di Coppa Italia. Dopo infinite polemiche si gioca (alle 21) dove si doveva: all’Olimpico di Roma. Ci arrivano due squadre con stati d’animo contrapposti: la Juventus è campione d’Italia, ha vinto lo scudetto a sei anni dall’ultimo conquistato sul campo. Il Napoli proprio sul finale ha perso il terzo posto che l’avrebbe riportato in Champions League. Ad ogni modo, questa sera non ci sarà spazio per il passato e i rimpianti: si gioca per un trofeo, che per la Juventus sarebbe il secondo stagionale e coronerebbe al massimo un’annata perfetta, mentre per il Napoli si tratterebbe del primo dopo 22 anni: nel 1990 battè proprio la Juventus (5-1) e si prese la Supercoppa Italiana. In campo c’erano Maradona e Careca: altre storie ed altri tempi. Questa sera conta quindi solo vincere: naturalmente la Juventus il suo titolo se l’è già preso, quindi il Napoli ha forse più stimoli. In realtà, Conte e i suoi ragazzi vogliono realizzare la doppietta, perciò non ci saranno sconti per nessuno; poi, c’è Del Piero all’ultima partita con la maglia bianconera: impossibile che la Juventus non dia il 100% proprio in una serata simile. Inutile dire che con il pareggio dopo 90 minuti si andrebbe ai supplementari e, se permanesse la parità, ai calci di rigore. In campionato la Juventus guida negli scontri diretti: a Napoli pareggio 3-3, con i bianconeri capaci di rimontare da 0-2 e 1-3; poi, a Torino, il netto 3-0 per gli uomini di Antonio Conte.

La Juventus arriva alla finale di questa sera dopo una stagione strepitosa. Non ha mai perso, e ha già realizzato il record di imbattibilità in campionato (a 20 squadre nessuno aveva mai chiuso il torneo senza perdere) oltre che la striscia assoluta più lunga considerando tutte le competizioni (43 partite contando il 2-2 proprio contro il Napoli dell’anno scorso: battuto il Milan di Capello, che si fermò a 42). Questa sera c’è quindi l’opportunità di chiudere la stagione senza aver perso una sola partita, cosa che darebbe lustro assoluto a una squadra che ha già compiuto una grande impresa. Per di più, si tratterebbe del secondo trofeo stagionale, e sarebbe importante per l’albo d’oro: la Juventus ha vinto 9 volte la Coppa Italia, questa quindi sarebbe la decima, con tanto di stella d’argento sulla maglia, questa senza alcuna polemica, a differenza della terza d’oro, quella reclamata per lo scudetto. L’esaltante cammino dei bianconeri è stato caratterizzato da 26 vittorie stagionali e 16 pareggi: in Coppa Italia, le partite vinte dalla Juventus sono 3 (2-1 al Bologna, 3-0 alla Roma, 2-1 al Milan a San Siro). Uno il pareggio, quello contro i rossoneri (2-2) allo Juventus Stadium, giunto dopo i tempi supplementari. I cannonieri di Coppa sono Caceres, Del Piero e Giaccherini con due reti.

Il Napoli è giunto quinto in campionato, ma il presidente De Laurentiis ha comunque definito straordinaria la stagione: c’è stata la grande esperienza in Champions League, chiusasi sì solo agli ottavi di finale, ma dopo prestazioni straordinarie contro grandi squadre. Il prossimo anno il Napoli tornerà in Europa, ma con la competizione minore: l’Europa League. Niente male comunque, per una squadra che solo sei anni fa era in serie B. Questa sera c’è la possibilità di alzare un trofeo che, come detto, manca dai tempi di Maradona, e poco importano le voci di mercato che almeno per un paio d’ore sicuramente non disturberanno i partenopei. In campionato i partenopei hanno vinto 16 partite, pareggiandone 13 e perdendone ben 9; ma molte di queste sono giunte a inizio stagione, poi la squadra di Mazzarri ha iniziato la risalita nel girone di ritorno; una risalita fermatasi sul più bello, ad un solo metro dal traguardo nella penultima giornata di campionato. In Coppa Italia, il Napoli ha fatto fuori il Cesena (2-1) e l’Inter (2-0), prima di battere il Siena in semifinale, perdendo 2-1 in Toscana e imponendosi 2-0 al San Paolo. Manco a farlo apposta, il cannoniere di Coppa è Cavani, con 4 reti.

La partita sarà tesa e contratta, ma ci auguriamo anche spettacolare: le squadre sono stanche, ma l’obiettivo è lì da vedere e quindi nessuno vorrà arretrare di un centimetro. Vedremo come andrà a finire, la finale di Coppa Italia Juventus-Napoli sta per iniziare: segui e commenta la diretta della partita sul nostro sito.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori