ADDIO DEL PIERO/ Il capitano della Juventus: peccato, ma è stata una stagione incredibile. E sul futuro…

- La Redazione

Ieri Alessandro Del Piero ha disputato l’ultima partita con la maglia della Juventus dopo 19 anni. Ecco le sue parole dopo la sconfitta contro il Napoli, e sul suo futuro dice…

DelPierocapitano_R400
Alex Del Piero (Infophoto)

Alessandro Del Piero lascia la Juventus. La notizia, come tutti sanno, è vecchia di mesi, ma adesso è davvero arrivato il momento che sembrava non dovesse arrivare mai. Sono quelle situazioni che sai che dovranno arrivare, ma che non riesci a capire finché non ci sbatti contro. E per il popolo bianconero il dispiacere è doppio, perché l’addio arriva proprio al termine dell’unica partita persa nell’intera stagione, che costa alla Juventus di Antonio Conte la rinuncia alla Coppa Italia. Curiosamente, nel giorno dell’esordio sulla panchina avversaria c’era Zdenek Zeman, grande avversario negli anni a venire e in festa ieri per la promozione in A assieme al Torino: più eventi “tristi” per gli juventini in una sola domenica che in tutto l’anno. Ma crediamo di poter dire tranquillamente che la delusione più grande sia proprio la fine della storia del Capitano dopo 705 partite con la sua maglia, attraverso 19 lunghissimi anni. Naturalmente ad Alex sarebbe piaciuto chiudere con l’ennesimo trionfo, ma non fa comunque un dramma del fatto che la Coppa Italia sia andata al Napoli in coincidenza con l’unica sconfitta stagionale dei neo campioni d’Italia: “E’ stato un anno incredibile e in queste ultime settimane si sono mischiate una marea di emozioni – ha detto dopo la finale di Roma -. C’è rammarico, ma questa squadra ha comunque disputato una stagione eccezionale. E’ mancata la ciliegina sulla torta, ma la torta l’abbiamo mangiata lo stesso”. Quando Antonio Conte gli ha regalato la standing ovation sostituendolo con Vucinic, si sono alzati tutti per applaudirlo. Roba da pelle d’oca: “Quando sono uscito dal campo, ero dispiaciuto perché stavamo perdendo, ma sono stato orgoglioso dell’affetto che mi è stato ancora una volta dimostrato. Sono stati anni intensi, fantastici”. Intanto gli attestati di stima e i momenti celebrativi si susseguono di gran carriera, comprese le figurine. Infatti la Panini – celebrando la Juventus Campione d’Italia – dedica uno spazio speciale alla festa-scudetto nello Juventus Stadium, con un dettaglio particolare sul Capitano che solleva la coppa. L’ultimo sigillo del maestro, al termine di una carriera senza alcun dubbio memorabile. Un sigillo cercato e voluto a tutti i costi, proprio come scrive Ale sul sito ufficiale, direttamente da David Hawkins: “Sono le convinzioni a determinare ciò che ci accade. Non esistono cause esterne”. Ora però il presente è già passato, e il futuro incombe.

Se la sua carriera in bianconera si è chiusa ieri, Alex Del Piero non ha infatti nessuna voglia di appendere le scarpe al chiodo, come ha ribadito anche egli stesso: “Nessun crede al fatto che possa smettere? E infatti non smetto… Però si volta pagina e vediamo quel che accade”. Le ipotesi sono tante, tutti i suoi tifosi attendono con giustificata ansia di saperne di più.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori