CALCIOMERCATO/ Juventus, blitz in Spagna: i tifosi temono il ripetersi del 2011…

- La Redazione

Blitz in Spagna dell’amministratore delegato della Juventus, Beppe Marotta. La dirigenza bianconera va a caccia del top player per l’attacco ma se finisse come nel 2011?

Marotta-1
Beppe Marotta, ad Juventus (Foto Infophoto)

CALCIOMERCATO – E’ una Juventus attivissima sul mercato. La società di corso Galileo Ferraris sta infatti tenendo aperti una serie di canali per ottenere il fatidico top player, il bomber internazionale per rimpolpare l’attacco, uno dei reparti maggiormente criticati della società bianconera. Moltissimi i nomi circolanti in questi giorni e su tutti vi sarebbe quello di Gonzalo Higuain, attaccante del Real Madrid in partenza dalla Castiglia, scontento per il mancato impiego. Il Pipita, così come viene soprannominato il nazionale argentino, vuole dire addio alle Merengues ed avrebbe già mandato segnali di fumo ai campioni d’Italia. L’amministratore delegato Beppe Marotta, insieme a Pavel Nedved, sarebbero volati di recente nella terra iberica per sondare il terreno, e nel contempo, parlottare con il fratello di Pep Guardiola, agente di Luis Suarez, altro gioiello d’attacco nel mirino della Juventus. C’è qualche tifoso, fra i più attenti, che già storce il naso. E’ ancora vivido infatti il ricordo di una Juventus targata 2011 e che volava in Spagna per cercare di portare a termine operazioni per giocatori come Sergio Aguero, all’epoca all’Atletico Madrid, Giuseppe Rossi del Villarreal, missioni a Valencia per David Silva e Villa (addirittura risalenti al 2010) ed altri ancora. Continui viaggi, blitz, indiscrezioni, dichiarazioni e interviste, che si conclusero però in un nulla di fatto e che lasciarono la Juventus con un pugno di mosche. Aguero finì infatti al Manchester City che versò nelle casse di corso Galileo Ferraris circa 35 milioni di euro. Stesso discorso per Silva mentre Villa fu prelevato dal Barcellona per la “modica” cifra di 40 milioni di euro. La Signora dovette quindi accontentarsi di Vucinic, Borriello, Matri e via discorrendo, con i quali è riuscita comunque a vincere il campionato ma che non saranno sicuramente abbastanza per la prossima stagione. Il doppio impegno Champions League-Serie A obbligherà infatti la dirigenza torinese ad assicurarsi nuovi innesti soprattutto per il reparto avanzato. Si cercano bomber prolifici, da almeno 25/30 gol stagionali e che abbiano già feeling con le nottate di Champions. La speranza dei tifosi, quindi, è che i tour spagnoli della Juve portino quest’anno ad operazione concrete.

 

Altrimenti si potrebbe subito decidere di virare sull’Inghilterra dove vi è un Van Persie che attende l’occasione giusta per lasciare l’Arsenal…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori