CALCIOMERCATO/ Juventus, il punto sul fronte Higuaìn

- La Redazione

La Juve continua ad inseguire l’argentino del Real Madrid. Il suo agente ha giurato sulla volontà del ragazzo di rimanere in Spagna, ma Marotta non vuole arrendersi…

gonzalo_higuain_r400
Gonzalo Higuain, 24 anni, dal 2007 al Real Madrid (Infophoto)

Il calciomercato della Juventus non si arrende. Arrivare a Gonzalo Higuaìn è molto difficile, specie dopo le ultime dichiarazioni dell’agente dell’argentino, il quale, a Goal.com Spagna, ha detto che il suo assistito non vuole lasciare il Real Madrid. L’intenzione del Pipita, nonostante poco spazio concessogli quest’anno da Josè Mourinho – che gli ha preferito spesso Karim Benzema al centro dell’attacco – è quella di onorare il contratto che lo lega alle merengues fino al 2016. Secondo le ultime indiscrezioni, in realtà qualche spiraglio per vederlo in bianconero esiste ancora. Non a caso, il padre dell’attaccante, Jorge, sarebbe stato a Torino per trattare con la dirigenza della Juve, intenzionata a costruire la squadra attorno a lui. Su questo presunto viaggio esistono molte versioni, discordi fra loro, e non manca chi ritiene che la missione torinese di Jorge non abbia mai avuto luogo. Mourinho, contrariamente a quanto si dice in giro, non sarebbe affatto contento di un’eventuale partenza del giocatore, ritenuto uno da Real per la sua prolificità e la sua esperienza internazionale. Il presidente Florentino Perez, per lenire i disagi di Higuaìn, dovuti alle troppe panchine, si era detto pronto ad alzare il suo ingaggio da 3,5 a 5 milioni, ma dinanzi alla proposta, pur vantaggiosa – con annesso prolungamento di un anno – l’argentino ha preso tempo. Il Pipita rimane comunque il favorito per l’attacco bianconero, il nome che piace di più. Assieme a Luis Suarez, sulla cui permanenza a Liverpool sarà decisivo il parere del nuovo allenatore dei Reds, ex Swansea, Brendan Rodgers. L’uruguagio avrebbe un ingaggio relativamente accessibile, che non sconvolgerebbe troppo l’equilibrio dello spogliatoio di Madama. Difficile, invece, arrivare a Robin Van Persie, continuamente pressato dall’Arsenal sul fronte rinnovo e sondato anche dal Manchester City, un club che non ha troppi problemi ad offrire ingaggi principeschi. Marotta e Paratici continuano a tessere il filo del discorso con gli agenti del nazionale olandese, Alex Kroes e Kees Vos. La Juve punta soprattutto su un aspetto: a Torino RVP, come viene soprannominato dai tabloid inglesi, sarebbe l’astro più luminoso, a Manchester, invece, solo uno dei tanti campioni che popolano la rosa dei Citizens.

Un argomento convincente, non c’è che dire, a cui andrà unita una robusta proposta di ingaggio. Solo così potranno cadere le resistenze di Van Persie ad accettare la Juve, altrimenti i bianconeri potrebbero virare su altri giocatori.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori