CALCIOMERCATO/ Juventus, Pepe carta per Bruno Alves? L’alternativa è Bocchetti…

La Juventus, sin qui regina indiscussa del calciomercato italiano, studio un aggiustamento in difesa: il nome forte è Bruno Alves, centrale difensivo dello Zenit. Ma non è l’unico piano…

26.06.2012 - La Redazione
bruno_alves_juventusR400
Bruno Eduardo Regufe Alves, 30 anni, difensore dello Zenit San Pietroburgo (INFOPHOTO)

Il calciomercato della Juventus continua a vivere di grandi sussulti. L’acquisto di Giroud da parte dell’Arsenal ha riscaldato la pista Van Persie (clicca qui per approfondire), mentre nella rosa dei possibili top player fa la sua prima comparsa anche Mario Balotelli. Che sia una suggestione o una reale possibilità di calciomercato sarà il tempo a dircelo, intanto la Juventus si mantiene al lavoro con un occhio al posteriore. Ovvero a quel “lato B”, il triangolo difensivo Buffon-Barzagli-Bonucci che tanto bene ha fatto (con l’ottima partecipazione di Chiellini) nell’ultima stagione. Ma che potrebbe accogliere un altro esponente del B-club: trattasi del portoghese Bruno Alves, libero portoghese dello Zenit San Pietroburgo. La Juventus ha individuato in lui il pezzo mancante del puzzle difensivo: Marotta e Paratici sono al lavoro per capire come portarlo a Torino. Facendo leva sulla volontà del giocatore: tramite le pagine di Tuttosport il padre Ahamed Washington ha confermato che suo figlio, già vicino alla Juventus un anno fa, accetterebbe volentieri il trasferimento in bianconero. Bruno Alves ha una valutazione di calciomercato di circa dieci milioni di euro: in questo senso la Juventus deve sperare che il Portogallo, di cui il trentenne è libero titolare, non vada più in là delle semifinali europee. Anche perchè allo Zenit la situazione è buona ma non troppo per Bruno Alves, che nell’ultima stagione ha perso la titolarità fissa nello scacchiere di Spalletti (che gli ha spesso preferito il belga Lombaerts). Cosa che lo ha portato al centro dei rumors di calciomercato già nella sessione invernale: anche per questo Bruno Alves è un obiettivo accessibile, che però non significa economico. Lo Zenit infatti non accetta prestiti o soluzioni affini, per questo Marotta sta vagliando l’ipotesi di conguaglio più una contropartita tecnica importante. In tal senso i nomi giusti potrebbero essere quelli di Simone Pepe o Fabio Quagliarella, che alla Juventus non sono incedibili. In ogni caso, Marotta ha pronta la pista alternativa nel caso in cui l’assalto a Bruno Alves dovesse fallire. Il calciomercato russo offre in vetrina un altro prodotto tricolore, quel Salvatore Bocchetti arrivato in odore di nazionale prima di emigrare al Rubin Kazan. Per lui il discorso è più aperto: il suo contratto scade nel 2013 e al momento non sembrano esserci segnali di rinnovo, nonostante le recenti trattative. Piuttosto che perdere Bocchetti a parametro zero l’anno prossimo, il Rubin potrebbe accelerarne la cessione quest’estate. La Juventus resta alla finestra, con un occhio anche al calciomercato interno. Dove spicca un…

…Davide Astori pluricorteggiato ma costoso assai: Cellino non fa un passo indietro e chiede oltre dieci milioni. Ma attenzione, perchè Astori gira anche nella roulette russa: stando alle ultime indiscrezioni di calciomercato lo Spartak Mosca ha già impostato una trattativa con il Cagliari. La Juventus resta vigile, ma al momento la priorità sarà chiudere per Bruno Alves. Capitolo Peluso: il terzino piace e potrebbe rientrare nell’operazione Gabbiadini, per il quale oggi c’è stato un nuovo incontro in quel di Milano (come riportato da SkySport). L’affare, viste anche le pretese non lunari dell’Atalanta, potrebbe svilupparsi in fretta, Manchester City permettendo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori