CALCIOMERCATO/ Juventus, Alberti (ag. FIFA): Del Piero al River Plate? Ecco perchè si può fare… (esclusiva)

- int. Josè Alberti

JOSE’ ALBERTI, agente FIFA esperto di calcio sudamericano, ci spiega in esclusiva perchè Del Piero può andare a giocare in Argentina, più precisamente nel River Plate dove c’è già Trezeguet.

DelPiero_ultimogol_R400
Del Piero segna l'ultimo gol con la maglia della Juventus (Infophoto)

Quale sarà il futuro di Alessandro Del Piero? Da quando ha lasciato la Juventus – ma anche prima – l’ormai ex capitano bianconero ha ricevuto varie proposte ed è stato accostatoNEL calciomercato estivo a diverse squadre e realtà. Bene o male, finora si era parlato solo di campionati poco competitivi, come la Major League Soccer degli Stati Uniti o la Cina, dove potrebbe raggiungere Marcello Lippi al Guanghzou. La Premier League, di cui si parla, resta per intenderci una destinazione poco probabile. Negli ultimissimi giorni di calciomercato, però, è uscita un’indiscrezione interessante: Del Piero potrebbe andare a giocare in Argentina. Il figlio di Omar Sivori, storico numero 10 bianconero negli anni Sessanta, l’ha chiamato al River Plate, ma anche l’ipotesi Boca Juniors, un tempo teatro delle imprese di Maradona, suscita non poca attrattiva. Lui, Del Piero, interpellato in merito ha dichiarato che il calcio latino è il suo calcio, quindi dal punto di vista tecnico sarebbe affascinato dalla possibilità. Quanto c’è di vero, però, nelle voci che vorrebbero Del Piero a Buenos Aires? E’ un’ipotesi davvero concreta? Lo abbiamo chiesto a José Alberti, agente FIFA esperto di calcio sudamericano. Ecco le sue parole, nell’intervista esclusiva rilasciata a ilsussidiario.net

Alberti, Del Piero in Argentina: quanto c’è di vero?

Tanto. L’idea l’ho data io: perché no? Qui, appena si è saputo, si sono entusiasmati tutti.

Più River Plate o Boca Juniors?

Direi River. Ci gioca Trezeguet, che per dieci anni è stato compagno di squadra di Del Piero. Anzi, posso dire che la cosa è assolutamente fattibile.

In che senso? C’è già stato qualche abboccamento concreto?

Ci sono stati dei contatti, con Trezeguet si sono sentiti. Dipende tutto dal River: se sarà promosso in serie A, Del Piero farà parte di questa squadra.

Un momento: possiamo già sbilanciarci a dire così?

Tieni presente che il River Plate può portare 100.000 persone allo stadio, tornerebbe in A dopo 1 anno di purgatorio. Passarella ha promesso che se il River salirà di categoria, sicuramente porterà tanti campioni del calcio mondiale: tra questi, c’è Del Piero.

Ma c’è già una trattativa impostata?

Al momento no, ma solo perchè il River deve giocarsi la promozione. Però ripeto: quando i tifosi hanno saputo dell’indiscrezione secondo cui Del Piero potrebbe giocare nella squadra dei Millionarios, quella che ha vinto più di tutto, si sono caricati di aspettativa. 

Del Piero stimola quindi la fantasia dei tifosi?

Beh, Del Piero in Argentina può dire la sua: andasse al River Plate, diventerebbe uno dei primi tre marcatori del campionato.

Alex si è già espresso in merito? Sappiamo che gli piacerebbe il calcio sudamericano, ma nel concreto…

Sai, per Del Piero si parlava di un futuro in Canada o negli Stati Uniti, campionati che non hanno nulla a che vedere con il resto del mondo: se invece venisse in Argentina, imparerebbe lo spagnolo, che poi gli servirebbe. Lui sarebbe entusiasta. E poi c’è Sivori…

In che senso?

Del Piero farebbe il viaggio inverso di Sivori, che ha vinto tanto qui e poi è andato alla Juventus; è stato uno dei più grandi calciatori di tutti i tempi. Insomma, i tifosi sono estasiati, non dimentichiamo che Del Piero ha vinto il campionato con la Juventus e quando ha giocato ha sempre fatto benissimo. In Argentina farebbe benissimo. Poi ti dico anche un’altra cosa.

Ovvero?

Io non ho sbagliato quando ho detto che Lavezzi sarebbe andato al Paris Saint-Germain. Oggi ti dico: se il River Plate sale in serie A, Del Piero giocherà al Monumental.

 

(Claudio Franceschini)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori