CALCIOMERCATO/ Juventus, Llorente: la strategia bianconera per ingaggiarlo (esclusiva)

L’Athletic Bilbao gioca le sue carte per tutelarsi sulla questione Llorente, ma la Juventus ha modo di approfittarne e ingaggiare il suo top-player. Ecco come

14.08.2012 - La Redazione
Llorente_R400
Llorente (infophoto)

Il colpo del calciomercato potrebbe farlo la Juventus. I bianconeri dopo aver vinto la Supercoppa e aver appreso dell’assoluzione dei due giocatori Pepe e Bonucci (Palazzi però giura battaglia, e impugna il provvedimento rigettando la Juventus nell’incertezza), ha lanciato l’assalto decisivo al top player dopo lo spiraglio aperto dal presidente dell’Athletic Bilbao in conferenza stampa a proposito dell’attaccante più rappresentativo della formazione basca: Fernando Llorente. La partita a scacchi può cominciare e – attenzione – non sarà facile da vincere perché l’Athletic non ci sta a perdere sia a livello tecnico che economico nell’affare Llorente. Ecco quindi che il prezzo fissato per l’avanti spagnolo è quello della clausola rescissoria, vale a dire 36 milioni di euro. Certo, queste cifre fanno tremare i polsi, ma Marotta non si farà spaventare. A gennaio Llorente potrebbe siglare un preaccordo a costo zero per la stagione successiva e prendersi un anno “sabbatico” nell’attesa di accasarsi altrove. Marotta quindi può cercare di giocare al ribasso offrendo meno della metà subito e sperando che Urrutia si accontenti. Attenzione però, perchè di variabili che possono impazzire ce ne sono tante. Vediamo di fare ordine e di spiegarle tutte. Il giocatore spagnolo vuole a tutti i costi puntare su un club importante in vista della prossima stagione, e ovviamente la Juventus sarebbe un’ottima opzione, ma prima c’è da liberarsi dal contratto prima che le squadre si attrezzino per i propri campionati e che le possibili destinazioni si riducano drasticamente. Il tempo quindi gioca anche a favore dell’Athletic, almeno nell’immediato, che sta cercando di scatenare un’asta per il giocatore anche se – nel caso non dovessero presentarsi serie pretendenti (e per questo si è lasciato come cifra di partenza quella della clausola rescissoria) c’è da scommettere che proverà a riproporre la firma al calciatore pupillo del Loco Bielsa. Una ricomposizione quindi non è proprio da escludere, ma la Juventus potrebbe per tempismo e con l’offerta giusta scardinare questi meccanismi. E secondo quanto appreso in esclusiva da Ilsussidiario.net da fonte vicina al giocatore, la Juventus può arrivare a chiudere l’affare con l‘Athletic Bilbao. I costi dell’operazione infatti non sono enormi, il cartellino dovrebbe avere un valore di circa 18-20 milioni di euro che la Juventus è pronta a spendere per il giocatore. L’ingaggio è alla portata del club bianconero, Llorente per firmare il rinnovo con i baschi voleva circa 2,3 milioni di euro, la Juventus potrebbe offrirne 2,5 a salire. La Juventus non vuole assolutamente perdere questa grande occasione. Llorente viene visto come un centravanti forte fisicamente ma anche bravo tecnicamente e con buona agilità. Non la classica torre buona per le sponde e per il gioco aereo. Non a caso ha segnato 29 gol molti dei quali grazie ad abilità tecniche. La Juventus cambierebbe volto al proprio attacco con un giocatore come Llorente, infatti lo spagnolo potrebbe giocare in tre moduli avendo sempre il ruolo di terminale offensivo. La Juventus non vuole quindi assolutamente perdere tempo e dopo Ferragosto potrebbe esserci l’assalto decisivo. Conte attende e spera che la squadra possa ricevere un grande regalo per l’attacco. Anche se in panchina ci sarà Massimo Carrera, attuale membro dello staff di Conte che ha già vinto la Supercoppa Italiana a Pechino e spera di continuare a vincere.

Con Llorente sarà molto più facile perchè si tratta di un giocatore completo. Diverso dai vari Van Persie e Jovetic, grandi giocatori sia chiaro, ma che per un motivo o per un altro sono impossibilitati a vestire la maglia della Juventus.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori