CALCIOMERCATO/ Juventus, Llorente si allontana: Quagliarella e soldi per Jovetic?

- La Redazione

Non è un momento particolarmente sereno in casa Juventus soprattutto dopo le polemiche scaturite dopo le sentenze di secondo grado del processo per il Calcioscommesse.

llorente_juventusR400
Foto: InfoPhoto

Non è un momento particolarmente sereno in casa Juventus soprattutto dopo le polemiche scaturite dopo le sentenze di secondo grado del processo per il Calcioscommesse. Antonio Conte, tecnico della Juventus, ha visto confermata la squalifica di 10 mesi da parte della Giustizia Sportiva (clicca qui per il parere di Luciano Moggi). Il presidente Agnelli ieri ha scritto una lettera infuocata in cui si è scagliato nuovamente contro i giudici (clicca qui per il testo integrale). Anche dal calciomercato, però, arrivano notizie negative. La Juventus è ancora alla ricerca del famoso attaccante per la prossima stagione, l’ultimo pezzo mancante per completare il puzzle di una formazione che si candida ancora come prima forza in Italia e punta anche a fare più strada possibile in Champions League. Nel mirino della Juventus c’è soprattutto Fernando Llorente, attaccante spagnolo classe ’85 che gioca nell’Athletic Bilbao. Il bomber basco piace molto alla Juventus, e il contratto in scadenza nel 2013 lo rende appetibile, soprattutto perchè lo stesso Leone di San Mamès ha fatto capire che, pur stando bene nei Paesi Baschi, non gli dispiacerebbe cambiare aria e tentare la grande avventura, considerato anche che ha 27 anni. La Juventus pensava e sperava di poter avere uno sconto forte per quanto riguarda il cartellino del giocatore, e invece non è stato così. La Juventus è ferma ad un’offerta da 18 milioni di Euro più bonus, e per le voci circolanti in ambienti vicini al San Mamès si pensava che sarebbe potuta essere la volta buona. Ma Urrutia, il presidente dell’Athletic Bilbao, è rimasto irremovibile: per acquistare Llorente serviranno 36 milioni di euro, ovvero il prezzo presente nella clausola rescissoria del giocatore. A queste condizioni la Juventus non tratta neanche, i bianconeri si trovano perciò nella difficile situazione di puntare su altri obiettivi, ma top players in giro se ne vedono pochi. Che fare? Il problema è che i bianconeri hanno il portafoglio gonfio e in Europa è una notizia che sanno praticamente tutti. Ci sarebbero ancora due alternative, rispetto agli obiettivi sulla lista di Conte e Marotta: il primo si chiama Edin Dzeko, per il quale i bianconeri hanno messo sul piatto 30 milioni: 15 subito, 15 con bonus. Niente da fare, il Manchester City ha rispedito al mittente l’offerta, anche perchè l’infortunio di Aguero ha creato un po’ di apprensione in attacco e Mancini è già deluso dai mancati arrivi per rinforzare la squadra, figurarsi quindi se può accettare una cessione a cuor leggero. Certo le cose potrebbero cambiare se il bosniaco chiedesse ufficialmente di essere ceduto, ma per ora questa ipotesi non c’è. Ecco allora la seconda alternativa: tornare a fare pressing su Stevan Jovetic, che la Fiorentina non ha la minima intenzione di vendere (“per meno di 30 milioni non ci sediamo nemmeno”, ricorderete le parole di Daniele Pradè). Ma la Juventus ha un piano: oltre a denaro cash l’inserimento, nell’offerta, del cartellino di Fabio Quagliarella, che ha vissuto un precampionato all’insegna del dubbio (stessa situazione di Matri, che però oggi sembra più “stabile”), visto che è uno dei papabili partenti. In realtà lo stabiese non ha la minima intenzione di andarsene da Torino, dove ha fatto molto bene ma è stato sfortunatissimo (il primo anno aveva segnato 9 gol in 17 partite, trascinando la Juventus ai primi posti della serie A: a Verona il ginocchio fece crack e lo costrinse a saltare il resto della stagione). Però, la Fiorentina ha costruito un’ottima squadra: Roncaglia, Cuadrado, Aquilani, Pizarro, Borja Valero, El Hamdaoui, forse Berbatov: formazione che a Firenze dicono sia stata fatta proprio perchè possa girare attorno a Jovetic, ma chi ci dice che non possa essere Quagliarella il terminale offensivo di così tanta qualità? Per ora la trattativa resta molto complicata, ma da Vinovo sperano che i viola si convincano.

Llorente vorrebbe andare via dall’Athletic Bilbao, su di lui ci sono anche due club di Premier League di primo livello. La Juventus potrebbe essere beffata dai club inglesi anche se i bianconeri sono pronti a duellare.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori