CALCIOMERCATO/ Juventus, preso Gabbiadini: va a Bologna per un anno

- La Redazione

Operazione chiusa dalla Juventus: i bianconeri hanno acquistato Manolo Gabbiadini, 11 milioni di Euro pagabili in tre anni. L’attaccante va un anno a Bologna. Ceduto Troisi ai bergamaschi.

Marotta_Agnelli
Beppe Marotta con Andrea Agnelli (Infophoto)

La notizia del giorno è che la Juventus ha finalmente acquistato un attaccante; purtroppo per i tifosi, però, non si tratta del campione destinato a trasformare la squadra bianconera in una delle squadre favorite alla vittoria della Champions League. Intendiamoci: non è nulla di personale contro Manolo Gabbiadini, che anzi si è dimostrato un ottimo attaccante (soprattutto con l’Under 21) e ha tutte le qualità per essere, nel futuro, un top player. Però i 21 anni non ancora compiuti, uniti a un’esperienza ancora da maturare (25 presenze appena in serie A, la maggior parte delle quali sono spezzoni), ne fanno un progetto futuribile. Ecco perchè la Juventus non ha avuto la minima remora nel girarlo in prestito al Bologna; l’operazione era nell’aria da tempo, che Gabbiadini avrebbe lasciato l’Atalanta per accettare la proposta dei bianconeri era un segreto di Pulcinella. Dunque, i campion d’Italia comprano sì una punta, ma non quella che i tifosi si aspettavano. Certo, resta confermato il fatto che la Juventus negli ultimi anni è particolarmente attenta ai giovani: Al di là degli esempi lampanti di Marchisio, Giovinco e De Ceglie, cresciuti in casa e arrivati fino ad essere assoluti protagonisti in serie A, gli acquisti di Pogba, Masi (interamente riscattato), Boakye (si parlava di prestito, ma è ancora a Vinovo) e del giovane Leali (lui sì, destinato al Lanciano, pur se l’infortunio di Buffon potrebbe bloccare tutto) rendono evidente la volontà della Vecchia Signora di investire sui talenti in erba, e non solo come pedine di scambio. L’ultimo in ordine di tempo è Gabbiadini: la Juventus lo acquista dall’Atalanta per una cifra pari a 11 miioni di Euro, pagabili in tre anni. E, allo stesso tempo, i bianconeri e l’Atalanta hanno sottoscritto un accordo di partecipazione sul calciatore – la Dea dovrà pagare 5,5 milioni in tre anni ai campioni d’Italia – che è poi stato girato in prestito al Bologna fino al 30 giugno 2013, a titolo gratuito. Letta in un altro modo, è una comproprietà, con i diritti sportivi su Gabbiadini che appartengono alla Juventus. E non è tutto: Juventus e Atalanta hanno concluso un’altra operazione che riguarda un giovane, cioè James Troisi, nome divenuto famoso nel corso della trattativa che avrebbe dovuto portare Marco Verratti in bianconero. L’australiano, 24 anni, doveva finire a Pescara insieme a Bouy, in cambio del gioiellino di centrocampo: niente da fare, ma i bianconeri avevano comunque messo le mani sul ragazzo e dunque hanno completato il suo acquisto dal Kayserispor. Poi, l’hanno ceduto a titolo definitivo ai bergamaschi per 4 milioni, ma anche qui si tratta di una comproprietà (ed è l’Atalanta a detenere i diritti sportivi). Non cambia nulla, quindi, per il presente della Juventus, nemmeno a livello numerico: 

Si continua a cercare un attaccante, le ultime novità parlano di Edin Dzeko passato in pole position viste le richieste del presidente dell’Athletic Bilbao Urrutia per Fernando Llorente. Dovessero sfumare anche questi obiettivi, l’alternativa potrebbe essere il ritorno di Marco Borriello, che però stuzzica meno la fantasia dei tifosi e, pare, anche quella della dirigenza. Vedremo: manca una settimana.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori