CALCIOMERCATO/ Juventus, Conte sempre più in bilico: Nedved o Benitez le alternative?

Lo scandalo del Calcioscommesse è pronto per emettere altri verdetti e questa volte riguarderebbero personaggi importanti come Antonio Conte. I bianconeri pensano ai possibili sostituti.

07.08.2012 - La Redazione
Benitez_Juventus_R400
Rafa Benitez (Infophoto)

Il capitolo Calcioscommesse si prepara ad emettere altri verdetti e questa volte riguarderebbero personaggi importanti come Antonio Conte, tecnico della Juventus e i due giocatori bianconeri, Bonucci e Pepe. Il calciomercato della Juventus sarà condizionato molto dalla posizione del tecnico salentino che potrebbe essere squalificato per circa 10 mesi saltando praticamente tutta la stagione. I legali della società bianconera si sono defilati dalla difesa di Antonio Conte che quindi dovrà fare affidamento sui propri legali per cercare di arrivare alla verità. Dovesse uscire sconfitto si rivolgerebbe ad altri due gradi di giudizio perchè vuole mostrare la completa estraneità ai fatti. Ma la Juventus intanto riflette e pensa a un possibile sostituto di Conte. La scelta non è semplice per un motivo non secondario: si tratta innanzitutto di decidere se adottare una soluzione ponte con Conte comunque in sella seppur dietro le quinte oppure affidarsi ad un allenatore “vero” e quindi di fatto scaricare il tecnico juventino. Del resto nessuno dei grandi allenatori contattati sinora accetterebbe di fare da “vice” a Conte. La soluzione più logica quindi è quella interna, ovvero Pavel Nedved allenatore con Massimo Carrera in campo visto che è dotato di patentino. Contro il Malaga è andata così con l’ex difensore bianconero a guidare i giocatori della Juventus. Ma il presidente Andrea Agnelli potrebbe anche decidere di puntare su un allenatore esperto perchè la Juventus ha come obiettivo quello di fare bene in Europa. Per questo ci sono alcune candidature che restano in piedi. Una di queste porta a Cesare Prandelli, commissario tecnico della Nazionale italiana, che ha condotto l’Italia a fare un Europeo strepitoso culminato con la finale poi persa contro la Spagna. Prandelli però durante la rassegna continentale ha dichiarato di voler tornare ad allenare una squadra di club nonostante abbia un contratto fino al Mondiale del 2014 con la Federazione italiana. La Juventus è alle porte e pronta ad intervenire. Tutto dipenderà dalla decisione della società che dovrà parlare prima con la Federcalcio ed avere il via libera per trattare con il tecnico. Qualche mese fa la Sampdoria ha avuto il via libera per trattare con Ciro Ferrara, ex tecnico dell’Under 21 italiana e oggi allenatore della Sampdoria. Ma oltre a Prandelli c’è anche un’altra candidatura che resta davvero forte. Si tratta di Rafa Benitez, tecnico spagnolo che dopo l’esperienza negativa vissuta a Milano sponda Inter (ha comunque vinto una Supercoppa Italiana e un Mondiale per Club) non ha più allenato. Ma è un tecnico che piace molto ai dirigenti di Corso Galileo Ferraris e potrebbe ritornare in gioco. Benitez prenderebbe il posto di Conte e cercherebbe di portare la Juventus a grandi livelli in Europa. I bianconeri in questi giorni decideranno cercando di capire se puntare ancora su Conte o dargli il benservito dopo uno Scudetto vinto alla grande. Vicenda Conte a parte i dirigenti della Juventus si stanno forzando comunque di portare avanti tutti gli obiettivi di calciomercato che si erano prefissati a fine stagione. E’ frenetico negli ultimi giorni il mercato in uscita Marotta e Paratici  intendono infatti sfoltire la rosa in modo da alleggerire il monte ingaggi, facilitare il lavoro tecnico, ma soprattutto racimolare un tesoretto importante per l’ultimo grande colpo, in attacco o in difesa. Ceduto Milos Krasic al Fenerbahce e Eljero Elia al Werder Brema, l’amministratore delegato Marotta punta ora a piazzare Ziegler, Pazienza e Felipe Melo. Moltissime le società interessate ai primi due e nelle ultime ore starebbe spuntando l’idea Lazio. I capitolini cercano notoriamente rinforzi per la corsia di sinistra ed avrebbero pensato al nazionale elvetico. Pazienza invece (lo scorso campionato da gennaio a giugno a Udine), potrebbe rappresentare il profilo giusto per la mediana biancoceleste. Ma come dicevamo la concorrenza è altissima. Sul primo c’è, infatti, anche il Palermo oltre al Rubin Kazan, società russa dalla quale la Juventus vorrebbe acquistare Salvatore Bocchetti. Sul secondo, invece, vi è in pressing ormai da settimane il Torino. Se ne riparlerà sicuramente nelle prossime ore anche se non è da escludere che la vicenda possa protrarsi fino a fine agosto, a chiusura del mercato. In stand-by invece la partenza di Felipe Melo, ormai prossimo al ritorno al Galatasaray. Il mediano brasiliano continua a mandare messaggi d’amore ai giallorossi tramite Twitter ma si attende che le due società raggiungano l’intesa. I turchi sono fermi a…

6 milioni di euro più bonus mentre la Juventus vorrebbe ottenerne almeno 7/8 come già stabilito 12 mesi fa al momento del prestito con diritto di riscatto. L’operazione è comunque molto fattibile visto che il mercato in Turchia chiude il 4 settembre, e c’è quindi tutto il tempo per un rilancio con i fiocchi. Del resto la volontà di Melo è nota e in mente ha solo il Galatasaray.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori