JUVENTUS-UDINESE/ Cuccureddu: se la squadra di Conte giocherà come sa, tornerà alla vittoria (esclusiva)

- int. Antonello Cuccureddu

ANTONELLO CUCCUREDDU ci presenta in esclusiva l’anticipo di serie A tra Juventus-Udinese: i friulani sono in grande forma, ma per la squadra di Conte è fondamentale tornare alla vittoria…

giovinco_basta
Giovinco e Basta nella partita d'andata (Infophoto)

Una partita per uscire dalla crisi, così si presenta Juventus-Udinese, in programma oggi alle ore 20.45 allo Juventus Stadium. Dopo la sconfitta con la Sampdoria e il pareggio a Parma, la formazione allenata da Antonio Conte dovrà tornare al successo per rafforzare un primato in classifica che fino alla sosta sembrava inattaccabile. La Juventus continua a faticare ad andare in gol, e nelle ultime giornate ha manifestato pure qualche problema in difesa. In ogni caso, la situazione dei torinesi resta invidiabile, però ritrovare la vittoria sarebbe importante per tutto l’ambiente juventino. Non sarà facile però, dal momento che l’Udinese ha iniziato il 2013 con due perentorie vittorie contro squadre di valore come Inter e Fiorentina: Di Natale è scatenato, Muriel è tornato, e i due formano una coppia di grandissimo valore. A Guidolin mancherà però il portiere titolare, dal momento che Brkic è infortunato. Per parlare di Juventus-Udinese abbiamo sentito Antonello Cuccureddu. Eccolo in questa intervista per IlSussidiario.net.

Juventus-Udinese sarà la partita-chiave per vedere se la Juventus è uscita dal momento difficile? Credo che il problema della Juventus sia… la Juventus. Se la squadra di Conte giocherà come sa, sarà difficile anche per l’Udinese fermarla. Credo che la formazione bianconera sia la più forte del campionato, e può capitare anche a lei di avere una piccola flessione. 

I friulani vengono però da due successi consecutivi, la squadra di Guidolin è in grande forma… L’Udinese è una buona squadra, questo si sa, è una squadra che riesce a mettere in difficoltà qualunque formazione avversaria. La Juventus però è sempre la Juventus.

Come si può fermare Totò Di Natale? Di Natale è eccezionale nonostante l’età, fa cose straordinarie. L’assenza di Chiellini in parte si sente, per fermarlo probabilmente bisognerà trovare qualche accorgimento tattico.

Quanto peserà invece l’assenza di Brkic? Credo che l’Udinese troverà un sostituto che cercherà di essere all’altezza di Brkic.

La Juventus ha problemi in attacco, non sarebbe stato meglio tenere Del Piero? Del Piero poteva essere utile, ma ormai si è presa la decisione di farlo andare via e bisogna andare avanti.

Servirà un attaccante da comprare sul mercato? Non è semplice muoversi per acquistarlo, e quindi bisognerà trovare delle soluzioni interne per risolvere il problema.

Ci sono altri acquisti che la società bianconera dovrebbe fare? No, credo che la Juventus vada bene così.

Quali sono gli altri problemi della squadra di Conte? Non lo so, questo bisognerebbe chiederlo a Conte. So solo che la Juventus è la squadra più forte del campionato, una società molto ben organizzata, che conosce e prepara fino in fondo i suoi programmi.

La Juventus potrebbe pensare già alla Champions League? 

No, lo escludo. La Juventus è preparata per affrontare tutti gli impegni che ha davanti. E poi i giocatori sono dei professionisti, giocare in continuazione è normale per loro.

Dove si deciderà quest’incontro? Penso, come ho detto prima, che se la Juventus giocherà da Juventus l’Udinese avrà poche possibilità di resistergli.
 

Quindi anche il suo pronostico è scontato? Dico 1, mi aspetto proprio questo risultato.

 

(Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori