Calciomercato Juventus/ Gravinese (ag. FIFA): Menez-Biabiany, dipendono da Vucinic e… (esclusiva)

- int. Antonio Gravinese

In esclusiva per IlSussidiario.net, l’agente Fifa Antonio Gravinese ha parlato del calciomercato della Juventus e in particolare del possibile arrivo di Biabiany o Menez.

Menez_R400
Jeremy Menez, nazionale francese del PSG (Foto Infophoto)

La Juventus nel calciomercato di gennaio potrebbe decidere di regalare a Conte qualche colpo. La rosa della Juventus in Italia è senza dubbio la migliore ma visto che Conte vuole trionfare in Europa League (la finale sarà allo Juventus Stadium, ndr) ha voglia di ricevere nuovi rinforzi. E Conte potrebbe puntare sull’acquisto di giocatori come Menez o Biabiany per fare l’esterno offensivo. La Juventus vuole vincere anche in Europa. In esclusiva per IlSussidiario.net, l’agente Fifa Antonio Gravinese ha parlato del calciomercato della Juventus.

Antonio Conte e la Juventus, un connubio che continuerà? Dipenderà molto dal tecnico salentino che dovrà capire bene cosa vorrà fare e avere gli stimoli giusti per continuare.

Conte vorrebbe un rinforzo nel calciomercato di gennaio. Su chi dovrebbe puntare la Juventus? Io credo che a Conte vada molto bene un esterno offensivo ma tutto dipenderà da chi dovrà lasciare la Juventus a gennaio in attacco.

Chi potrebbe andare via? Si parla molto di Vucinic, Giovinco e Quagliarella, onestamente penso che il montenegrino e il giocatore ex Napoli siano i giocatori destinati ad andare via.

Nel mirino della Juventus ci sarebbe Biabiany. Che ne pensa? Credo che Biabiany possa davvero fare bene alla Juventus, dipenderà molto da quello che vorrà fare la società bianconera che potrebbe convincere il Parma.

Però c’è anche Menez. Chi dei due farebbe meglio? Per un discorso di qualità io punterei su Menez che è sicuramente un grande giocatore, ha solo bisogno di fiducia.

A gennaio prevede altre uscite? 

No, onestamente non credo che ci saranno altre uscite per la Juventus.

 

(Claudio Ruggieri)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori