JUVENTUS FC/ Buffon e il duello con il Napoli: ci esalta giocare sotto pressione, per lo scudetto siamo 50 e 50

- La Redazione

Gianluigi Buffon ha parlato della lotta scudetto tra Juventus e Napoli: i bianconeri conservano tre punti di vantaggio, ma dovranno andare al San Paolo a giocare lo scontro diretto.

Buffon_chievo
Gianluigi Buffon (Infophoto)

La Nazionale torna in campo domani: c’è l’Olanda da affrontare ad Amsterdam, sarà anche un’amichevole ma è di quelle di lusso, quelle in cui a prescindere dalla posta in palio si vuole fare bene. Il capitano dell’Italia è ancora Gigi Buffon, portiere della Juventus che punta ai Mondiali del 2014 come ultimo grande appuntamento in azzurro; a Coverciano però si pensa anche al campionato, perchè la Juventus vincendo a Verona domenica hanno nuovamente tenuto a distanza di sicurezza il Napoli, che il giorno prima aveva battuto il Catania. Buffon è tornato sul weekend e sulla serie A: “Abbiamo tre punti di vantaggio”, ha detto, “ma dobbiamo andare a giocare al San Paolo; per questo le possibilità di vincere lo scudetto sono 50 e 50. Il Napoli è in un momento di grande convinzione e positività, ha acquisito la giusta maturità perchè i suoi giocatori sono insieme da tempo”. Insomma: “Possono vincere lo scudetto, ma noi non staremo certo a guardare”. Lo scontro diretto (all’andata la Juventus vinse 2-0 con due reti nel finale) è fissato per l’ottava giornata di ritorno; prima ci sono altre tre gare. Ancora Buffon: “E’ bello che il campionato si decida a maggio, sembrava chiuso a dicembre. Per chiunque lo vinca sarà un’enorme soddisfazione”. E spiega nuovamente il perchè avere un’avversaria diretta fa bene: “Ci esalta giocare sapendo che non possiamo sbagliare. A Verona siamo stati intelligenti, purtroppo abbiamo preso ancora gol: è un periodo così, ma se si vince non è un problema. In più il tiro di Thereau è stato deviato: senza il tocco sarebbe stato centrale”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori