PROBABILI FORMAZIONI/ Sampdoria-Juventus, ultime novità (Serie A, 38esima giornata)

- La Redazione

Alle ore 20.45 di questa sera andrà in scena l’ultima partita dei campioni d’Italia in carica. In casa della Sampdoria, al Marassi, i bianconeri di Conte sfideranno i blucerchiati di Rossi

andrea_pirlo_profilo_r400
Andrea Pirlo, ex-centrocampista Juventus (Infophoto)

Ultimissima giornata di Serie A e ultimo anticipo di sabato. Questa sera, alle ore 20.45, in programma una sorta di “festa” allo stadio Marassi di Genova. I tifosi blucerchiati potranno infatti assistere alla sfida fra i propri beniamini, la Sampdoria, e la Juventus campione d’Italia. Una bella passerella finale a coronamento del raggiungimento dell’obiettivo tricolore, per la Signora, e della permanenza in Serie A per il club di Genova. I bianconeri vengono da un’altra festa, la sfida interna dello Juventus Stadium contro l’Atalanta, conclusasi 1 a 1 sabato scorso. Blucerchiati invece bloccati allo stadio Olimpico di Roma con il risultato di 2 a 0 in favore della Lazio. Obiettivo della compagine di Delio Rossi, provare a concludere la stagione 2012-2013 nel migliore dei modi, con una bella vittoria fra le mura domestiche bissando il successo dell’andata, quando la Samp ottenne uno storico successo in casa della Juve. Proprio pensando ad un girone fa, però, la banda di Conte non farà sconti, e proverà ad espugnare il Marassi.

Queste le parole rilasciate dall’allenatore della Sampdoria, Delio Rossi, nell’ultima conferenza stagionale: “Spero e mi auguro che domani sera sia una festa. Trattasi di partita di cartello contro una delle squadre più forti d’Europa. Noi abbiamo voglia di fare bene, così come loro. Ripetere l’impresa dell’andata? Vediamo come siamo messi, loro sicuramente sono una squadra più forte di noi, gli stimoli ci sono. Questa sarà l’ultima partita del presente, non la prima del futuro. I tifosi? Devo solo dire grazie, ci hanno sostenuto anche nei momenti difficili. Se la Sampdoria ha raggiunto la salvezza in anticipo è ovviamente anche merito loro, tutte le componenti, società, squadra e sostenitori hanno remato dalla stessa parte. Proverò a portare questa squadra il più in alto possibile, ma non faccio promesse. Sono rimasto perchè qui si può lavorare al meglio. L’ex ds Sensibile mi ha attaccato? Sinceramente io non so chi sia, non posso replicare alle sue parole perchè non ho mai lavorato con lui e non ho mai avuto il piacere di conoscerlo”. In casa Sampdoria mister Delio Rossi, fresco di rinnovo del contratto, ha qualche piccolo dubbio. Dovrebbe essere pronto un 3-5-2 con Da Costa fra i pali al posto di Romero, difesa formata da Mustafi, Gastaldello e Castellini. A centrocampo, Rodriguez favorito su De Silvestri per il ruolo di esterno destro, con Estigarribia sul versante opposto. In regia, invece, Palombo spalleggiato da Obiang e Poli. Infine l’attacco, con Icardi (favorito su Sansone), al fianco del brasiliano Eder.

In panchina per il club blucerchiato si accomoderanno: Romero, Berni, Savic, De Silvestri, Maresca, Berardi, Munari, Poulsen, Maxi Lopez, Sansone. L’ipotesi è che nel limite del possibile ci sia spazio un po’ per tutti: Enzo Maresca ha la possibilità di giocare contro la sua ex squadra, che lo aveva lanciato nel grande calcio e con cui ha vinto lo scudetto nel 2002. 

In casa blucerchiata assente Renan per squalifica. Out per infortunio anche Costa, Rossini e Krsticic.

 – Così Fabrizio Tencone, coordinatore dello staff medico, a cui ieri pomeriggio ha lasciato campo libero Antonio Conte per l’ultima conferenza stampa della stagione: “Siamo un gruppo che spesso, giustamente, sta dietro le quinte e lavora durante l’anno con i ragazzi, per curare quando sono infortunati e anche per prevenire. Pepe? Il suo recupero sta andando bene e procede secondo le nostre tabelle, difficile dare un tempo preciso di recupero. Vidal e Chiellini ci hanno impressionato per come sopportano il dolore. Ma tutti i ragazzi si sono sacrificati durante la stagione”. Antonio Conte prosegue con il suo turnover e per l’ultima stagionale manda in campo una formazione ampiamente rimaneggiata. In porta tocca ancora a Storari. Difesa a tre formata da Caceres e Chiellini interni, con Marrone in mezzo. A centrocampo, torna Andrea Pirlo dopo la squalifica, spalleggiato da Vidal e Giaccherini, mentre i due esterni saranno Mauricio Isla a destra, e Federico Peluso a sinistra. Infine l’attacco, con il possibile utilizzo di Nicklas Bendtner, destinato con tutta probabilità alla sua ultima partita in bianconero.

– Questa sarà la panchina dei bianconeri di questa sera: Buffon, Rubinho, Lichtsteiner, Bonucci, Barzagli, Padoin, Marchisio, De Ceglie, Quagliarella, Anelka, Vucinic e Giovinco. Anche per loro potrebbe esserci spazio, quantomeno per Nicolas Anelka che potrebbe rientrare nei piani di Conte la prossima stagione (ipotesi difficile, ma si vedrà).

 – La Juventus per l’ultima gara della stagione dovrà fare a meno di Pogba, squalificato, nonché del trio di infortunati Bendtner, Asamoah, Pepe.

 

Da Costa; Mustafi, Gastaldello, Castellini; M. Rodriguez, Obiang, Palombo, Poli, Estigarribia; Eder, Icardi. All. D. Rossi

A disp.: Romero, Berni, Savic, De Silvestri, Maresca, G. Berardi, Munari, S. Poulsen, Maxi Lopez, G. Sansone

Squalificati: Renan

Indisponibili: Costa, Rossini, Krsticic

Storari; M. Caceres, Marrone, Chiellini; Isla, Vidal, Pirlo, Giaccherini, Peluso; Matri, Bendtner. All. Conte

A disp: Buffon, Rubinho, Lichtsteiner, Bonucci, Barzagli, Padoin, Marchisio, De Ceglie, Quagliarella, Anelka, Vucinic, Giovinco

Squalificati: Pogba

Indisponibili: Asamoah, Pepe

 

Arbitro: Gervasoni

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori