Sampdoria-Juventus / Vierchowod: sarà un match divertente (esclusiva)

- int. Pietro Vierchowod

PIETRO VIERCHOWOD, grande doppio ex, presenta Sampdoria-Juventus, anticipo della trentottesima giornata di serie A che si gioca questa sera alle ore 20.45 allo stadio di Marassi

poli_quagliarella_testa
Infophoto

Ultima di campionato stasera alle ore 20.45 allo stadio Marassi tra Sampdoria e Juventus, due squadre che hanno raggiunto i loro obiettivi stagionali. Per la formazione blucerchiata la salvezza, per quella bianconera uno scudetto mai messo in discussione. All’andata a Torino la formazione ligure si impose a sorpresa per 2-1. Forse la squadra allenata da Antonio Conte scenderà in campo con la voglia di vendicare quel risultato, molto più probabilmente dovrebbe essere un incontro tranquillo e ben giocato, senza ansia da risultato. In campionato tra Sampdoria e Juventus negli incontri giocati a Genova il bilancio è in assoluto equilibrio con 18 vittorie a testa e altrettanti pareggi. Solo una rete in più a favore dei bianconeri. Per commentare Sampdoria-Juventus abbiamo sentito Pietro Vierchowod, ex di entrambe le formazioni. Eccolo in questa intervista per IlSussidiario.net.

Sampdoria-Juventus che partita sarà? Una partita che vedrà affrontarsi due squadre che hanno già raggiunto il loro traguardo stagionale. La Sampdoria è arrivata alla salvezza con qualche giornata d’anticipo, la Juventus ha vinto lo scudetto continuando il percorso della scorsa stagione senza essere mai messa in difficoltà dalle rivali.

La squadra blucerchiata vorrà vincere per chiudere bene il campionato? Penso che scenderà in campo con l’obiettivo di fare una bella partita, cercando di offrire un gioco piacevole ai suoi tifosi. Non sarà certamente assillata dall’ansia di vincere a tutti i costi.
La formazione bianconera vorrà vendicare la sconfitta dell’andata? Anche per la Juventus il risultato non sarà la prima cosa: ha già ottenuto quello che voleva in questo campionato e un successo sulla Sampdoria non cambierebbe di tanto le cose.
Conte riuscirà a dare le giuste motivazioni a una squadra già appagata nell’incontro col Cagliari? Non c’è da meravigliarsi se la Juve sia appagata e abbia avuto un rilassamento psicologico. Non c’è da meravigliarsi neanche che non abbia tenuto tanto a battere il record di Capello. Quello che conta nel calcio è vincere…

Potremo assistere anche a un match ben giocato? Credo proprio di sì, sarà un match divertente e ben giocato, in cui le due formazioni vorranno chiudere bene questo campionato. In particolare la Sampdoria davanti al suo pubblico ci terrà a offrire una bella prestazione.

In chiave mercato Poli piace alla Juventus, anche se pare che possa finire al Milan, è un giocatore interessante secondo lei? Poli è sicuramente un buon giocatore, ritengo però che la Juventus debba acquistare quei calciatori in grado di rinforzare la sua rosa per la Champions League. E’ troppo tempo che la squadra bianconera non vince questa competizione.

Marrone alla Sampdoria sarà la scelta giusta per il calciatore e per la Juventus?

Marrone in bianconero non trova molto spazio, non sarebbe quindi una cattiva idea un suo trasferimento alla Sampdoria, dove potrebbe giocare certamente di più.

Com’era Sampdoria-Juventus dei tempi dello scudetto blucerchiato? Era una Sampdoria molto più competitiva di adesso, nell’arco di cinque anni dal 1986 al 1991 era stata costruita per diventare grande. Era bello lottare con la Juventus in sfide importanti. C’era Mantovani, un presidente che voleva vincere. Ora c’è Garrone, altro presidente di grande nome e con notevoli disponibilità economiche, ma che forse non ha lo stesso desiderio di una Sampdoria ad altissimi livelli.
Il suo pronostico su Sampdoria-Juventus? Non credo a un pareggio…

 

(Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori