Calciomercato Juventus, le ultime al 21 giugno 2013

- La Redazione

Le ultime notizie di calciomercato della Juventus di oggi 21 giugno 2013: Marotta sempre al lavoro per il top player, Higuain si allontana ma previste a breve accelerate per Jovetic e Tevez

Barzagli_Jovetic
Andrea Barzagli contro Stevan Jovetic (Infophoto)

Ecco le ultime notizie di calciomercato della Juventus aggiornate al 21 giugno 2013: i bianconeri sembrano addormentarsi ma in realtà sono ben svegli, anche sul fronte top player nonostante i primi dubbi dei tifosi, che cominciano a pensare ad un Bendtner-bis nonostante luglio sia ancora alle porte. Nel week-end Giuseppe Marotta ha in programma un incontro con l’agente di Stevan Jovetic (a Adem Ljajic), Fazi Ramadani: la Juventus vuole dare l’accelerata decisiva alla trattativa di calciomercato ma prima essere sicura di non avere intoppi con il giocatore, che d’altra parte ha espresso pubblico gradimento la destinazione bianconera. Questo anche per rafforzare la “leadership” sull’obiettivo Jovetic in campo italiano, messa a repentaglio dalla repentina intrusione della Roma, vociferata dalla stampa della Capitale. Quanto alla concerrenza estera, l’Arsenal è ora defilato sul montenegrino ma non a caso. Nel piano Jovetic può entrare in scena Manolo Gabbiadini, e poi vedremo perché. La trattativa di calciomercato per Stevan Jovetic non escluderà quella per Carlos Tevez, anzi: Marotta e i suoi collaboratori si sono dati da fare anche su questo fronte, nella missione inglese con il Manchester City che comprende anche l’obiettivo Aleksandar Kolarov. Ma andiamo con ordine: mentre Galliani ribadisce che Tevez è un giocatore del City, e che non arriverà se prima il Milan non avrà ceduto qualcuno (Robinho, trattativa col Santos ferma), la Juventus imposta la trattativa con il club inglese, aspettando che il direttore sportivo Fran Soriano torni dal Canada per definire l’affare in tutti i suoi dettagli. L’obiettivo è quello di affondare il colpo non appena il City sarà pronto a trattare: prevista in questo senso una tappa a Manchester, che servirà anche per tastare il terreno-Kolarov. Sull’esterno sinistro è però in vantaggio l’Inter, che da più tempo è interessata al serbo e che ha intavolato un discorso di massima col nuovo procuratore del giocatore, Giuseppe Bozzo, che d’altra parte conosce anche i vertici juventini: per questo la pista non si può considerare del tutto intralciata. Tutto questo mentre il primo grande obiettivo di calciomercato della Juventus sta per trasferirsi, ma non a Torino: Gonzalo Higuain è molto vicino all’Arsenal, che ha convinto il Real Madrid con l’ultimo rilancio a circa 27 milioni di euro. E’ probabile che il Madrid tiri ancora un pò la corda per avvicinare al massimo i 30 milioni di euro richiesti inizialmente per l’attaccante, ma sul fatto che i Gunners abbiano superato i bianconeri su questo fronte ci sono dubbi. Se addio a Higuain sarà, Jovetic e Tevez saranno più vicini. Post Scriptum non meno importante: Marotta ha ribadito che Claudio Marchisio non è sul mercato.
Se invece non sarà possibile arrivare ad Aleksandar Kolarov, la Juventus intensificherà l’approccio con il Napoli per l’acquisto di Juan Zuniga, esterno ambidestro con un contratto in scadenza nel 2014. Questo è il punto su cui Aurelio De Laurentiis potrebbe cedere in ultima analisi: dinanzi ad un’offerta conveniente può lasciare andare il colombiano, piuttosto che rischiare di perderlo a parametro zero, anche questo è un rischio che il Napoli può permettersi per il suo bilancio, e a maggior ragione se Edinson Cavani sarà ceduto. Quanto all’offerta vantaggiosa di cui sopra, ad oggi la si può quantificare in poco meno di 10 milioni di euro, o in contropartite tecniche all’altezza. In questo senso si è riparlato di Fabio Quagliarella: il problema non è la Juventus, che non avrebbe troppi problemi a liberare il suo attaccante, ma piuttosto la piazza napoletana che ha ancora perdonato al giocatore il suo trasferimento per i colori bianconeri. Quanto all’ingaggio, i circa 2 milioni di euro all’anno per le prossime due stagioni non spaventerebbero le casse del Napoli, che ha in Pandev (circa 2,3), Hamsik (2,1) e naturalmente Cavani già tre calciatori pagati oltre il paio di milioni. Più che per Zuniga però i dirigenti della Juventus puntano a chiudere prima per Angelo Ogbonna, primo obiettivo di calciomercato per la difesa, che dovrebbe essere ufficializzato settimana prossima: al Torino potrebbe finire in prestito la metà genoana di Ciro Immobile, che in Liguria non si trova benissimo e ha visto la sua compartecipazione con la Juventus rinnovata da poco. Da limare anche la parte economica dell’affare: il Toro continua a chiedere dai 10 milioni di euro in su, la Juventus spera ancora nello sconto ma entro breve chiudere l’operazione.
Parlando di comproprietà si ricade nell’argomento top player (come in tutte le sessioni di calciomercato), e Jovetic nella fattispecie. Uno degli accordi rinnovati è quello per Manolo Gabbiadini, che resta a metà tra Altanata e Juventus ma diventa bianconero con un nuovo contratto: quinquennale a partire da ottocento mila euro all’anno. A questo punto per l’ex attaccante del Bologna si aprono due scenari: il primo porta a Genova sponda Sampdoria, cui la Juventus può prestarlo per ottenere tutto il cartellino di Simone Zaza, per il quale però è sempre viva l’ipotesi Napoli. A tal proposito l’agente di Zaza ci ha confermato che anche la destinazione Juventus, magari con parcheggiamento a Sassuolo o alla stessa Sampdoria, sarebbe più che gradita. Oppure Gabbiadini può rientrare nell’offerta per Jovetic, assieme ad un conguaglio da definire ma di circa 18-20 milioni, nella volontà juventina. Richmond Boakye resta a metà col Genoa che dovrebbe prestarlo un altro anno a Sassuolo, per farlo crescere con calma e in una piazza che lo ha “adottato”. Nel frattempo la Juventus continua a monitorare il calciomercato dei più giovani: il nuovo obiettivo di calciomercato è Benjamin Mendy, terzino sinistro del Le Havrte classe 1994. Ha fatto tutta la trafila delle nazionali giovanili transalpine ed è un titolare nella sua squadra, con cui ha un contratto valido fino al 2014. A proposito di difensori mancini nel mirino: Sampdoria ed Empoli hanno rinnovato la compartecipazione di Vasco Regini, ma i liguri ne hanno prelevato i diritti sportivi e lo riscatteranno tra un anno, per una quota stabilita di circa 1,4 milioni di euro. La Juventus può attendere… Rinnovata anche la comproprietà del difensore Frederik Sorensen con il Bologna.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori