CALCIOMERCATO/ Juventus, Matri la chiave per Tevez? Ogbonna: ecco la cifra

- La Redazione

La Juventus vuole chiudere al più presto la pratica Angelo Ogbonna, per cui è stata presentata una nuova offerta. Nel contempo non si perde di vista Carlitos Tevez, attaccante del City

Matri
Alessandro Matri (infophoto)

La Juventus vuole chiudere il prima possibile la pratica relativa ad Angelo Ogbonna. Le parti sono molto vicine e da come riporta stamane La Gazzetta dello Sport, la società di corso Galileo Ferraris avrebbe presentato nelle ultime ore una nuova offerta “tutta cash” per cercare di convincere il Torino. Sul piatto della bilancia vi sono 12 milioni di euro in contanti, una proposta alternativa a quella classica di sette milioni di euro più la metà di Ciro Immobile. Grazie all’offerta “solo soldi” la Juventus potrebbe utilizzare Immobile come contropartita tecnica da girare alla Sampdoria per arrivare a Simone Zaza, giovane attaccante reduce da un’ottima stagione in Serie B con la maglia dell’Ascoli, rientrato a Genova in questi giorni. La cosa certa è che per il 25enne difensore del Torino la questione si chiuderà una volta per tutte ad inizio settimana prossima: martedì o mercoledì sono i giorni prescelti.
In attesa dello sbarco a Vinovo di Ogbonna, la Juventus continua a lavorare sulla pratica attaccanti. Con un Gonzalo Higuain destinato ormai a vestire la casacca dell’Arsenal, la Vecchia Signora sembra voler stringere i tempi per Tevez. Il Milan ha un diritto di prelazione fino al 30 giugno prossimo, ma la Juventus punta comunque a chiudere approfittando della situazione di immobilismo degli stessi rossoneri, costretti a cedere Robinho o Boateng per poter acquistare. La chiave per sbloccare la trattativa con il Manchester City potrebbe essere rappresentata da Alessandro Matri. La Juventus favorirebbe infatti il passaggio del bianconero ad Allegri (una sorta di suo maestro) e nel contempo riceverebbe un lasciapassare dai rossoneri per Tevez. Difficile però che Galliani dia campo libero alla Signora per il suo pupillo argentino dopo averlo inseguito per praticamente un anno e mezzo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori