Calciomercato Juventus/ Biabiany last minute? Le notizie al 28 agosto 2013

- La Redazione

Le ultime notizie di calciomercato sulla Juventus: tengono banco le cessioni ma ci sono anche voci di possibili acquisti. Si è tornati a parlare di Nani e del talento tedesco Kempf

nani_manchester_derbyR400
Nani (infophoto)

Mentre è ancora in via di definizione l’affare Quagliarella, conteso dal West Ham e dall’Al Gharafa e nel mirino anche dello Shakhtar Donetsk, la Juventus mette sotto contratto il giovane rumeno Vlad Marin (si era allenato ultimamente con il Manchester City) e pensa di piazzare il colpo Jonathan Biabiany negli ultimi giorni di calciomercato.

Ultime notizie di calciomercato sulla Juventus al 28 agosto 2013. Non sono ancora finite le trattative in casa dei campioni d’Italia; Beppe Marotta ha parlato ancora della situazione cessioni, che sono quelle più urgenti e pressanti a sei giorni (compreso oggi) dal termine della sessione estiva. Ricapitoliamo: la Juventus ha una serie di cessioni da portare a compimento per valutare la possibilità di mettere le mani su un altro calciatore, che vada a completare la rosa. E allora, in uscita sono sempre i soliti: Paolo De Ceglie ha rifiutato il Sunderland, ma i Black Cats continuano a insistere e d è possibile che alla fine la società convinca il valdostano della bontà dell’operazione. Sarà più facile farlo con Alessandro Matri: chiusa la pista Napoli e quasi tramontata la possibilità Roma (i giallorossi hanno portato a compimento l’acquisto di Adem Ljajic), resta aperta la trattativa con il Milan. Antonio Conte non vorrebbe rinforzare una diretta concorrente allo scudetto, ma il suo amministratore delegato ha detto che le destinazioni saranno decise di comune accordo con i calciatori; dunque, significa che i rossoneri restano una possibilità davvero concreta per l’attaccante lodigiano, a patto però che il Milan questa sera superi il playoff di Champions League. Dovesse essere così, Adriano Galliani avrebbe i soldi necessari per acquistare Matri, per il quale i bianconeri non fanno sconti e chiedono almeno 12 milioni di euro, possibilmente 13. Si può fare: ci sarebbe già una sorta di intesa tra il Diavolo e il giocatore. Ancora in bilico la posizione di Fabio Quagliarella: dalla Premier League West Ham e Norwich premono, ci sarebbe anche l’ipotesi Wolfsburg ma la cosa più probabile, come pensa anche l’agente FIFA Marcello Tiepido, è che la punta campana scelga alla fine la soluzione Al-Gharafa, la squadra allenata da Zico dove lo stipendio sarebbe decisamente maggiore. 

Per quanto riguarda le entrate, Mino Raiola ha chiuso le porte a Zlatan Ibrahimovic casomai ce ne fosse ancora bisogno; ma siamo sicuri che non sia una strategia?Difficile pensare che Conte voglia puntare sullo svedese, a meno che Llorente non sia davvero in ritardo di condizione tale da permettere l’arrivo di Ibra come “aiuto”. Andando su cose più concrete, Alessandro Diamanti era stato un grande obiettivo della Juventus, ma è sfumato: il trequartista di Prato firmerà oggi il rinnovo di contratto con il Bologna, l’accordo è già arrivato ieri sulla base di un accordo fino al 2018. Allora, ecco le alternative: 

Un esterno puro, e già monitorato in passato, come Nani che il Manchester United ha più o meno messo in vendita fissandone il prezzo. Sono 13 i milioni di euro che vuole David Moyes, sul calciatore potrebbe non esserci più la Roma (dicevamo prima di Ljajic) e il campo sarebbe anche sgombro. Da valutare cosa vogliano fare i campioni d’Italia, che intanto continuano a seguire Zuniga. Ormai è tutto sul piatto, anche e soprattutto una proposta del Napoli che, parola di De Laurentiis, supera del 40% la proposta dei bianconeri. A questo punto dipende dal calciatore: se avesse deciso di trasferirsi alla Juventus, dice il presidente partenopeo, non sarebbe ostacolato più di tanto. Ultima notizia: ieri è tornato a circolare il nome del difensore centrale dell’Eintracht Francoforte Marc-Oliver Kempf, classe ’95 che potrebbe essere un altro colpo alla Pogba. Su di lui però c’è anche il Borussia Dortmund, concorrente che non sarà per niente facile da superare. 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori