Calciomercato Juventus/ News: idea Patrick Drewes per il dopo Buffon. Notizie al 10 gennaio (aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Juventus, i dirigenti bianconeri lavorano sul mercato anche in vista futura. Per il dopo Buffon spunta il nome di Patrick Drewes classe ’93 del Wolfsburg

de_ceglie_abateR400
Paolo De Ceglie (Infophoto)

La Juventus lavora sul mercato per mettere a segno dei colpi per il presente e per il futuro della squadra. Un ruolo che sarà delicato da sostituire in futuro è quelllo del portiere attualmente ben ricoperto da Buffon. Il numero 1 della Juventus è un punto di riferimento per tutta lo spogliatoio e da una grande sicurezza al reparto ma come tutti non è eterno ed è meglio lavorare subito in vista della sua inevitabile sostituzione. Per il futuro si pensa a Patrick Drewes (’93) del Wolfsburg. A dare questa indiscrezione è Gianluca Di Marzio dal suo blog (gianlucadimarzio.com) che spiega che la Juventus sarebbe interessata ad inserire in caso si apra una trattativa il cartellino di Sorensen.

Le due società capitoline, Roma e Lazio, stanno guardando con estrema attenzione alla Juventus. Giallorossi e biancocelesti vorrebbero infatti alcuni giocatori di proprietà della Vecchia Signora per il mercato di riparazione, iniziato esattamente una settimana fa. La Roma, ad esempio, continua a seguire la situazione di Paolo De Ceglie, terzino/esterno sinistro bianconero. Sull’aostano vi sono diverse società di Serie A, a cominciare dal Genoa per passare dal Sassuolo e arrivare fino al Livorno, ma nessuna di queste pare ingolosire lo stesso calciatore della Juventus che ambisce ad una pizza più importante. Ecco perché la Roma rimane alla finestra e non è da escludere che a breve possa presentare una proposta concreta soprattutto se Marquinho dovesse fare le valigie. La Lazio segue invece Manolo Gabbiadini, attaccante di proprietà della Juventus ma in prestito alla Sampdoria. Il giovane attaccante ex Atalanta si sta comportando decisamente bene in blucerchiato e i dirigenti biancocelesti lo vorrebbero fin da subito. Lazio che nel contempo segue anche Fabio Quagliarella, altro esubero di casa Juventus, e Alessandro Matri del Milan.

Nessun filo diretto tra Juventus ed Udinese per un possibile trasferimento a Torino di Juan Guillermo Cuadrado, esterno d’attacco in comproprietà tra Udinese e Fiorentina. Secondo alcune indiscrezioni delle ultime ore, sembrava essere stata messa in piedi una trattativa tra le due società bianconere per il possibile passaggio di una metà del cartellino, quella in possesso del club friulano, del rapido calciatore colombiano, da diverso tempo oggetto privilegiato delle attenzioni Antonio Conte. Da parte dell’Udinese non pare esserci però alcuna volontà di scavalcare la Fiorentina, società con cui esiste un rapporto di grande cordialità. Il ds della società friulana, Cristiano Giaretta,  ha smentito a Radio Crc tutte le voci su questa presunta trattativa: “La metà di Cuadrado alla Juve? No è assolutamente vero. L’Udinese rispetta l’interlocutore e dobbiamo dare precedenza alla Fiorentina. Loro sono stati bravissimi a lanciarlo ad alti palcoscenici e prima di fare qualsiasi mossa, parleremo prima con la Fiorentina”. Un gentlemen agreeement, quello tra Fiorentina ed Udinese, che in Friuli non hanno proprio intenzione di tralasciare.

Nuovo colpo a costo zero già prenotato per la Juventus. Stando a quanto rivelato stamane dal quotidiano Il Giornale, la Vecchia Signora avrebbe di fatto bloccato il centrocampista del Paris Saint Germain e della nazionale francese, Blaise Matuidi. Il classe 1987 è in scadenza di contratto al 30 giugno del 2014 e fra le varie società interessate al giocatore, su tutte Milan e Napoli, l’avrebbero spuntata proprio i campioni d’Italia in carica. Il quotidiano meneghino, però, aggiunge un particolare che potrebbe non far felice i tifosi bianconeri. L’operazione Matuidi si concretizzerà solo ed esclusivamente qualora Paul Pogba dovesse compiere il percorso inverso, trasferendosi da Torino a Parigi. In poche parole il club francese favorirebbe il trasferimento di Matuidi alla Juventus qualora dovesse riuscire a mettere le mano sulla stella del centrocampo bianconero. Il PSG se la dovrà però vedere con Real Madrid e Bayern Monaco, le altre due super potenze europee pronte a tutto pur di acquistare il giovane transalpino.

Un occhio al presente ma con lo sguardo rivolto al futuro. E’ questa la strategia dell’amministratore delegato della Juventus, Beppe Marotta. Il numero due di corso Galileo Ferraris è conscio che anche quest’anno, a meno di clamorosi colpi di scena, lo scudetto arriverà. Ben altra cosa è però la Champions League dove la Vecchia Signora ha faticato e non poco contro formazioni sicuramente alla portata, venendo poi eliminata nella neve di Istanbul. Vanno letti in ottica 2014-2015 i colpi a cui starebbe lavorando Marotta, e precisamente Cuadrado della Fiorentina e Mario Mandzukic del Bayern Monaco. Sarebbero questi i primi due nomi sulla lista dei desideri per la stagione ventura. Inutile infatti sprecare risorse durante il mercato di riparazione quando i giochi duri si terranno durante la finestra di trattative estive. La Juventus punta a racimolare un tesoretto che potrebbe arrivare tramite le partenze di Quagliarella, Vucinic e Giovinco, senza dimenticarsi degli interessi noti per Pogba e Marchisio. Per avere Mandzukic sarebbero già stati predisposti 20 milioni di euro, mentre per Cuadrado la Signora starebbe lavorando ai fianchi dell’Udinese, in modo da acquistarne la metà e presentarsi poi in posizione di forza a cospetto della Fiorentina: costo dell’operazione, fra i 10 e i 15 milioni di euro.

Fanno gola a moltissime società gli esuberi di casa Juventus. Stiamo parlando in particolare del trio di epurati doc, il tridente d’attacco composto da Fabio Quagliarella, Mirko Vucinic e Sebastian Giovinco. Dura la vita per i tre suddetti, titolari in qualsiasi altra squadra, ma panchinari fra le fila dei campioni d’Italia, chiusi dai due inamovibili Fernando Llorente e Carlitos Tevez. «Fabio Quagliarella è un giocatore interessante e tecnicamente potrebbe fare al caso nostro. In più è italiano e questo conterebbe per l’Europa League. Anche Vucinic è un giocatore molto interessante…». Parole che portano la firma di Vincenzo Montella, allenatore della Fiorentina, intervistato stamane da Tuttosport. La Viola è alla ricerca di una punta che possa sostituire Giuseppe Rossi e chissà che alla fine non decida di assicurarsi uno dei due bianconeri. Attenzione anche a Giovinco, che oltre al Parma piace molto anche all’Arsenal. Come riportato da Di Marzio, i Gunners avrebbero effettuato un tentativo concreto nelle scorse ore per la Formica Atomica con l’obiettivo di sostituire l’infortunio Theo Walcott.

– E’ pronta un’asta milionaria per il centrocampista della Juventus e della nazionale italiana, Paul Pogba. La Gazzetta dello Sport ha dedicato stamane la prima pagina alla notizia, sottolineando come nel giro dei prossimi mesi, la società di corso Galileo Ferraris potrebbe ricevere offerte che oscillino fra i 60 e i 70 milioni di euro. La partenza del francesino durante il mercato di riparazione in corso è assolutamente da escludere ma in vista della prossima estate tutto potrebbe succedere. Nel frattempo l’amministratore delegato Beppe Marotta è uscito allo scoperto, e commentando a Tuttosport la questione ha ammesso: «Sono solo chiacchiere. Non abbiamo ricevuto nessuna offerta e non c’è stato nessun abboccamento». Andrea Agnelli ha dato mandato al suo numero due di chiudere in fretta la questione rinnovo. Nelle prossime ore è in programma un incontro con Pogba e Mino Raiola per provare a trovare un’intesa: la proposta bianconera è pari ad un contratto fino al 30 giugno del 2018 a 4 milioni di euro netti annui. Un bel passo in avanti tenendo conto che lo stipendio percepito attualmente dall’ex Manchester United è pari a 1,5 milioni di euro. I 4 milioni non sono comunque nulla in confronto all’ingaggio che Paris Saint Germain ma anche Real Madrid e Bayern Monaco potrebbero elargire, ben 8 milioni di euro, una cifra impensabile per il calcio italiano, che spaventa solo a nominarla. Pogba a gennaio non se ne andrà ma in vista dell’estate tutto potrebbe succedere…

La Juventus che ha sempre il grande timore di perdere uno dei suoi gioielli a centrocampo studia la situazione di Marco Verratti, calciatore che da tempo è nel mirino del calciomercato dei bianconeri (che di fatto lo avevano già acquistato nell’estate del 2012, quella in cui è volato in Francia) e che da tempo si dice possa lasciare il . I campioni d’Italia lo considerano la prima scelta per sostituire Paul Pogba o Andrea Pirlo; in particolare con il francese potrebbe nascere un discorso di scambio (con relativo conguaglio a favore dei bianconeri), perchè il Polpo piace tantissimo ai parigini che, si dice, potrebbero presentare un’offerta di calciomercato da almeno 50 milioni di euro alla Juventus. “Non ne so niente” ha dichiarato in merito il procuratore di Verratti, Donato Di Campli, a TuttoJuve.com. “Se PSG e Juventus ne stessero parlando ne sarei quantomeno informato. Marco sta giocando una stagione straordinaria in campionato e in Champions League, e sta benissimo al PSG: sono solo voci, le ho sentite anch’io ma non le confermo”. Il nome di Marco Verratti resta però fortemente monitorato dagli esperti di calciomercato della Juventus. 

Sembra fatta l’operazione di calciomercato per Marc-Oliver Kempf. La Juventus lo tiene d’occhio dalla scorsa estate: è uno dei giovani prospetti più interessanti per quanto riguarda la difesa. Gioca nell’Eintracht Francoforte, la stessa squadra nella quale milita Sebastian Jung che è stato oggetto dei desideri di molte squadre di Serie A. Kempf era già stato molto vicino ai bianconeri in luglio: di fatto le due società avevano trovato un accordo, ma poi era stato lo stesso giocatore a rifiutare il trasferimento, preferendo continuare il suo percorso di crescita con i rossoneri di Germania. Oggi le cose potrebbero essere diverse: si parla di un’intesa sulla base di 4,9 milioni di euro, con 500 mila euro di prestito oneroso e la restante parte per il riscatto. Ora il pallino passa in mano, nuovamente, al diretto interessato: c’è infatti la possibilità che Kempf rimanga comunque nell’Eintracht fino a fine stagione, anche perchè a Torino oggi come oggi non troverebbe spazio con i campioni d’Italia, potendosi comunque allenare con difensori del calibro di Chiellini e Barzagli. Insomma: l’affare c’è e dal punto di vista formale si chiuderà il prossimo giugno, resta solo da capire quando Kempf raggiungerà la Juventus.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori