Calciomercato Juventus/ Perotti (ag. FIFA): Morata? Bel talento ma Mandzukic sarebbe l’ideale (esclusiva)

- int. Simone Perotti

Secondo indiscrezioni raccolte in esclusiva per IlSussidiario.net, l’agente Fifa Simone Perotti ha parlato del calciomercato della Juventus e in particolare dell’arrivo di Morata.

mandzukic_pirlo
Andrea Pirlo, quarta stagione alla Juventus (Infophoto)

La Juventus ha messo nel mirino vari attaccanti in vista della prossima stagione. I bianconeri sono pronti a puntare anche su Alvaro Morata, attaccante del Real Madrid, classe ’92, che nel club allenato da Ancelotti non sta facendo davvero bene. I bianconeri sono pronti a puntare anche su Mario Mandzukic, attaccante del Bayern Monaco che è nel mirino di vari club. Sarebbe il colpo di calciomercato giusto per la Champions League. In esclusiva per IlSussidiario.net, l’agente Fifa Simone Perotti ha parlato del calciomercato della Juventus.

La Juventus ha messo nel mirino Alvaro Morata. Talento interessante non crede? Assolutamente sì, bel talento e sono convinto che possa fare molto bene. Ma non è l’attaccante giusto per i bianconeri.

Ovvero? Si è visto in Champions League che ai bianconeri servirebbe un calciatore di livello già pronto per questa competizione. Ecco perché Morata non sarebbe il calciatore giusto.

Meglio Mandzukic vero? Molto meglio lui che ha diverse esperienze in Champions League, in effetti sarebbe perfetto per la Juventus, un calciatore che aiuterebbe la squadra a fare il salto di qualità.

Cosa serve alla Juventus per fare bene in Champions? Servirebbero altri due grandi talenti per completare la rosa bianconera. Non solo un attaccante.

Su chi punterebbe lei? E’ troppo presto per fare alcuni nomi, ma punterei sicuramente su un difensore e su un centrocampista.

Anche a centrocampo? Eppure ci sono grandi giocatori… 

Secondo me servirebbe un centrocampista di grandissima qualità che potrebbe sostituire uno di quelli attuali che potrebbe anche lasciare la Juventus.

(Claudio Ruggieri)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori