SASSUOLO-JUVENTUS / Verso la partita, Di Francesco: Dobbiamo giocare col cuore (16 e 17 ottobre 2014)

Sassuolo-Juventus verso la partita: Di Francesco è consapevole della difficoltà del match, ma carica i suoi e non svela la formazione. Una gara che va giocata soprattutto con il cuore.

16.10.2014 - La Redazione
Vidal_operazione
Arturo Vidal, centrocampista Juventus (Foto Infophoto)

Eusebio Di Francesco ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del delicato match tra il suo Sassuolo e la capolista Juventus. Il tecnico ha così sottolineato: “E’ una partita difficile, che chiunque vorrebbe giocare. Dovremmo dare il cuore, tutto, non mollando mai e giocandocela fino alla fine. Loro hanno un gruppo molto compatto e Allegri sta proseguendo bene il lavoro fatto da Conte. Del modulo non voglio parlare, non voglio dare dei vantaggi e i ragazzi sanno che possiamo giocare in diverse maniere”.

Non è solo Arturo Vidal escluso dalle convocazioni per la sfida di domani contro il Sassuolo, tra i bianconeri mancherà anche Simone Pepe a sorpresa oltre agli infortunati Marrone, Caceres, Romulo e Barzagli. Ci sarà invece Kwadwo Asamoah che è appena tornato dall’impegno oltre oceano con la sua nazionale. Ecco la lista completa dei convocati di Massimiliano Allegri: 1 Buffon, 3 Chiellini, 5 Ogbonna, 6 Pogba, 8 Marchisio, 10 Tevez, 11 Coman, 12 Giovinco, 14 Llorente, 19 Bonucci, 20 Padoin, 21 Pirlo, 22 Asamoah, 26 Lichtsteiner, 30 Storari, 33 Evra, 34 Rubinho, 37 Pereyra, 38 Mattiello. 

Non scenderà in campo domani sera nella sfida di domani contro il Sassuolo. Il centrocampista bianconero è tornato malconcio dopo l’impegno con la nazionale cilena e di conseguenza mister Allegri lo terrà fuori, lasciandolo a riposo in previsione Champions League, la sfida contro l’Olympiakos in programma mercoledì prossimo. «Vidal ieri è arrivato in ritardo ma non è colpa sua, è arrivato e ha fatto allenamento. Non sarà tra i convocati, ho parlato con lo staff e il ragazzo ha giocato due partite perché era in buone condizioni. Lui ha lavorato meno degli altri, visto che è rientrato ieri, preferisco lasciarlo a Torino a lavorare per 3 giorni». Il ginocchio dell’ex Bayer Leverkusen continua a fare le bizze e Allegri preferisce non rischiarlo visto che comunque può contare sul centrocampo al completo.

Sarà una gara speciale Sassuolo-Juventus per Domenico Berardi. Domenica sera, alle ore 20.45, gli emiliani padroni di casa e gli ospiti bianconeri si troveranno di fronte al Mapei Stadium, per il match che chiuderà la domenica della settima giornata di Serie A. Come dicevamo, non sarà una sfida qualunque per il giovane attaccante degli emiliani. Prima di tutto Berardi è di proprietà della Juventus, e di conseguenza lo stesso vorrà mettersi in mostra di fronte ai dirigenti di Madama, presenti in massa a Reggio Emilia. Secondariamente, Berardi rappresenta una vera e propria bestia nera per Allegri. Il Conte Max avrà ancora ben in mente quanto accadde lo scorso 12 gennaio 2014, quando in Emilia il giovane talento neroverde atterrò con un poker il suo Milan, decretando poi l’esonero del tecnico livornese di lì a pochi giorni. Resta da capire solo se Berardi sarà in serata “sì” o meno. In questo ultimo anno e mezzo circa, l’attaccante dell’under 21 azzurra ha tenuto un rendimento altalenante, ricco di grandi prestazioni ma anche “colpi di testa” ed espulsioni. I tifosi juventini sperano naturalmente che il giovane talento sia in serata “no”, ma andate a dirlo a quelli del Sassuolo…

Sabato sera alle ore 20.45 al Mapei Stadium si giocherà Sassuolo-Juventus, una gara che regalerà sicuramente molte emozioni. Le due squadre arrivano da due momenti psicologici diametralmente opposti. I padroni di casa ancora non hanno vinto una partita, collezionando appena tre pari e tre sconfitte, sono quindi relegati in ultima posizione a soli tre punti. Nelle due ultime giornate sono arrivate altrettanti ko, contro Lazio e Napoli si è però visto un piccolo passo avanti con una squadra che ha giocato anche a buoni livelli. Di certo la Juventus arriva nel momento peggiore, Di Francesco sta studiando un modo per bloccare Andrea Pirlo, tornato a essere la fonte del gioco bianconero. Il numero 21 ha debuttato contro la Roma due settimane fa, recuperato da un infortunio, si è confermato poi a buoni livelli con la maglia azzurra della nazionale contro l’Azerbaijan. Proprio le nazionali rappresentano l’unico ostacolo per la squadra di Massimiliano Allegri. I bianconeri arrivano alla sfida con la difesa decimata, sono fuori Barzagli e Caceres, e si vedono restiuiti indietro Vidal e Asamoah fuori dai tempi massimi. Il cileno è tornato ad allenarsi a Torino poco più di un’ora, mentre il ghanese arriverà addirittura domani. Entrambi potrebbero essere risparmiati anche in vista del delicato impegno del Pireo di mercoledì prossimo, quando i bianconeri voleranno in Grecia per affrontare l’Olympiakos. Al posto di Vidal giocherà Marchisio, mentre sulla sinistra agirà ancora Patrice Evra.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori