Pagelle/ Juventus-Fiorentina (1-1): i voti della partita (Europa League andata ottavi)

- La Redazione

Le pagelle di Juventus-Fiorentina 1-1, partita di andata degli ottavi di finale dell’Europa League 2013-2014: i voti della sfida dello Juventus Stadium tra bianconeri e viola

savic_llorente
(INFOPHOTO)

La partita tra Juventus e Fiorentina si è conclusa con il risultato di 1 a 1. i gol sono arrivati uno per tempo. Nella prima frazione di gioco la Juventus è passata subito in vantaggio con Vidal al 2′; nella ripresa il pareggio della Fiorentina è arrivato al 79′ con Mario Gomez. partita dai due volti: primo tempo spettacolare con molte occasioni per entrambe le squadre e difese che non hanno retto; secondo tempo con molti errori e un gioco frammentato per molti falli. Solo nel finale di partita, dopo il pareggio di Gomez, la partita è tornata emozionante.
primo tempo quasi perfetto; unico difetto non aver chiuso la partita. Ripresa più complicata e giocata con poca cattiveria; il risultato di 1 a 0 sembrava andasse bene ai padroni di casa che, hanno poi subito il pareggio; al Franchi se la dovranno giocare cercando assolutamente di vincere. buona prestazione degli uomini di Montella; nel primo tempo la difesa ha ballato un po’ troppo, anche se non sono mancate le occasioni. Nella ripresa tanto possesso palla, solidità difensiva e un gol pesantissimo in vista del passaggio del turno. partita non difficile, giusti i fischi e i gialli. Usa sempre lo stesso metro.

Il primo tempo tra Juventus e Fiorentina, andata degli ottavi di Europa League, si è conclusa con il risultato di 1 a 0 a favore della squadra allenata da Antonio Conte. Il gol bianconero è arrivato subito in avvio, al 2′, grazie a Vidal: su una azione sviluppata sulla sinistra, Marchisio ha crossato in mezzo per Giovinco che di petto ha fatto la sponda per Vidal; il cileno ha calciato di destro e ha battuto Neto sul primo palo. Dopo il gol del vantaggio la Juventus ha continuato ad attaccare e ha subito rischiato ti trovare il raddoppio: su un cross di Asamoah sempre dalla sinistra, Savic ha anticipato in area Osvaldo che non avrebbe avuto difficoltà a mettere in rete a porta vuota. Dopo un primo quarto d’ora di dominio bianconero si è svegliata la Fiorentina. I viola hanno creato due buone occasioni. La prima è nata da un tiro di Aquilani su cui è intervenuto Matri; la deviazione dell’ex rossonero è però terminata poco a lato del palo; nel secondo caso, Fernandez ha raccolto il pallone in area dopo una mischia, ha calciato in diagonale di sinistro, ma Buffon ha respinto bene. La Fiorentina ha gestito palla bene per un quarto d’ora, mettendo in apprensione la difesa di Conte, ma nel finale sono capitate altre due occasioni clamorose per la Juventus, sempre con Vidal: nel primo caso da un cross dalla sinistra di Asamoah, con Vidal che ha staccato bene ma è stato costretto ad arrendersi per la buona parata di Neto; nel secondo caso, da un corner battuto corto, il cross di Pirlo ha pescato ancora il cileno che di testa ha colpito la parte alta della traversa. Così con un primo tempo ricco di emozioni a causa di due difese non perfette, la Juventus è tornata negli spogliatoi in vantaggio di un gol. Vidal voto 7 Osvaldo voto 5,5 Mati Fernandez voto 6,5 Roncaglia voto 5 (Matteo Lambicchi)

Fiorentina

Buffon, 6: va un po’ a vuoto in uscita sul gol di Gomez, anche se l’attaccante avversario fa tutto benissimo; bene le altre parate.

Chiellini, 7: il migliore dei suoi con Vidal; ci mette forza, aggressività e tanta volontà. Dal suo lato non si passa.

Ogbonna 5,5: controlla bene Matri e con lui non si lascia sorprendere; su Gomez è più in difficoltà e non legge il taglio avversario in occasione del pareggio viola.

Caceres, 5,5: preciso fino all’errore sul gol della Fiorentina. Non intuisce il movimento di Gomez e lo tiene in gioco, commettendo un errore pesante nell’economia della partita.

Isla, 6: spinge sulla destra con costanza e chiude bene i varchi in difesa. Fa il suo compito, senza eccellere.(Padoin, dall 81′, senza voto).

Vidal, 7: benissimo nel primo tempo: trova un gol e ne sfiora altri. Si perde un po’ nella ripresa, ma comunque la sua è una buonissima prestazione.

Pirlo, 6: bene il primo tempo, nella ripresa fatica a dettare i tempi della manovra e a servire con la solita precisione i compagni.

Marchisio, 6,5: entra nell’azione del gol e cerca di trovare la rete. Copre bene sul suo lato con Chiellini.

Asamoah, 6,5: spinge tantissimo, annulla Roncaglia che dal suo lato fatica a passare. Potrebbe solamente sfruttare meglio alcune occasioni.

Osvaldo, 5,5: quasi mai in partita, alcune buone giocate e tanto lavoro sporco per la squadra (Pogba, dal 74′, senza voto).

Giovinco, 5,5: prestazione così così: fatica a trovare la porta e ad entrare nel vivo del gioco. Viene sostituito (Llorente, dal 63′, senza voto).

All. Conte, 5,5: bene il primo tempo, poi nel finale cerca di coprirsi con un centrocampista; scelta che paga e che non è nella sua mentalità vincente.

(Matteo Lambicchi)

Fiorentina

Neto, 6,5: sul gol non può nulla; poi si distingue per alcune buone parate, soprattutto su Vidal e Llorente. Tiene in vita la sua squadra.

Roncaglia, 5: soffre moltissimo nel primo tempo; migliora nella ripresa, ma non così tanto. Anche le poche azioni offensive terminato con cross sempre errati.

Gonzalo Rodriguez, 6: nel primo tempo soffre come tutta la squadra; nella ripresa torna a controllare bene la sua zona. Importanti alcune chiusure.

Savic, 6,5: grande intervento in chiusura su Osvaldo con cui salva un gol sicuro. Poi solita attenzione e precisione, soprattutto nella ripresa.

Tomovic, 5,5: non la sua miglior partita; fatica a spingere sulla sinistra ed è costretto spesso sulla difensiva. Nel complesso non una prova sufficiente.

Aquilani, 5: mai un acuto o un inserimento, tanti passaggi orizzontali e poche verticalizzazioni. Può fare meglio (Vargas, dal 75′, senza voto).

Pizarro, 6: recupera molti palloni e li gestisce bene, ma spesso è lento nella manovra e fa troppi tocchi, non dando velocità.

Mati Fernandez, 6,5: buona prestazione nel primo tempo con inserimenti e impostazione del gioco. Esce per infortunio, non una bella notizia (Ambrosini, dal 50′, 6: entra e mette corsa al servizio della squadra).

Borja Valero, 7: prestazione buonissima; tanto sacrificio, tanta corsa e tanta qualità nelle giocate. Rischia anche di trovare il gol.

Matri, 5: poco servito, è vero, ma sbaglia alcuni palloni e viene dunque sostituito (Gomez, dal 66′, 7: entra indiavolato. Segna un gol bellissimo e fa più di Matri in 20′).

Ilicic, 6,5: un grande assist per Gomez e tante giocate di qualità. Cerca sempre di farsi vedere e prende il pallone anche nei momenti di difficoltà della squadra. Buona personalità.

All. Montella, 6,5: azzecca i cambi e dà vivacità alla propria squadra. Ottimo pareggio esterno in vista del ritorno al Franchi.

(Matteo Lambicchi)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori