Calciomercato Juventus/ News, si punta allo sconto per Osvaldo, già pronta l’alternativa. Notizie al 18 aprile 2014 (Aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Juventus, la Vecchia Signora punta allo sconto per Pablo Daniel Osvaldo rispetto ai 18 milioni di euro richiesti dal Southampton: pronta l’alternativa Vilhena

JuveInter_Osvaldo
Osvaldo, attaccante Juventus (Infophoto)

L’amministratore delegato della Juventus, Beppe Marotta, gioca al ribasso per Pablo Daniel Osvaldo. Stando alle ultime indiscrezioni circolanti, la Vecchia Signora vorrebbe riscattare il bomber della nazionale italiana in cambio di un assegno da 8/9 milioni di euro o tutt’al più rinnovare di un’altra stagione il prestito gratuito. Il Southamption richiede ben 16 milioni di euro per il riscatto del giocatore e resta da capire come reagirà di fronte a tale nuova proposta dei campioni d’Italia in carica. Nel caso in cui gli inglesi dovessero dire di no, la Juventus avrebbe già individuato un’alternativa valida: si tratta del talento olandese Tony Vilhena, attaccante di qualità del Feyenoord. A favorire l’eventuale trasferimento del baby tulipano a Vinovo sarebbe Mino Raiola, il procuratore del gioiellino orange e molto vicino all’ambiente bianconero per via della procura di Paul Pogba.

Antonio Conte, allenatore della Juventus, potrebbe lasciare Torino durante il calciomercato estivo. Il suo futuro è incerto e il mancato rinnovo del contratto oltre al 30 giugno del 2015, l’attuale data di scadenza ne è una chiara conferma. A Vinovo sta bene ma Conte sogna in grande, è ambizioso, e vuole una squadra da costruire a sua immagine e somiglianza con campioni di livello assoluto. Questa squadra potrebbe essere il Monaco con il patron russo Rybolovlev, che sta già pensando di dare il ben servito a Claudio Ranieri, per puntare appunto sul tecnico salentino. Nel Principato, oltre a ritrovare il fratello che vi lavora, Conte potrebbe godere di una disponibilità aurea praticamente infinita, oltre a campionissimi del calibro di James Rodriguez e Radamel Falcao. Peccato però che stando a quanto raccolto in esclusiva dalla redazione di Sportmediaset, gli argomenti offerti dal Monaco non sembrano abbastanza. Il club biancorosso avrebbe presentato una proposta al salentino pari a 7 milioni di euro netti a stagione rimandata però al mittente. Il motivo? Conte vuole una grandissima come il Barcellona, l’Arsenal, lo United e il City, tutte squadre che potrebbero cambiare panchina nei prossimi mesi.

Dribbla abilmente le domande sul proprio futuro, Antonio Conte. L’allenatore della Juventus, in occasione della conferenza stampa pre-Bologna tenutasi poco fa, ha risposto così ad una domanda di un giornalista presente: «Mi auguro che questa sia la prima e ultima domanda extra-calcistica, anche perché abbiamo poi da affrontare un impegno contro il Bologna, una partita fondamentale. Ribadisco quello che ho detto e che ha detto anche il direttore, che ho letto, quello che avete scritto: il direttore ha detto le stesse cose che ho detto io in precedenza, con la massima coerenza, in piena sintonia. Quindi se da parte mia si dice qualcosa, da parte del direttore si dice la stessa cosa, significa che tutti e due la vediamo nello stesso modo, siamo in piena sintonia di vedute sul da farsi». Nei giorni scorsi l’ad Marotta aveva dichiarato che il rinnovo del contratto di Conte non è una situazione pregnante, ma nel contempo la dirigenza della Juventus avrebbe dato 20 giorni al tecnico salentino per decidere se prolungare o meno la propria esperienza oltre il 2015. Anche in caso di mancato rinnovo, Conte potrebbe rimanere a Torino per poi salutare la Signora al termine della stagione 2014-2015.

L’attaccante esterno del Manchester United e della nazionale portoghese, Nani, continua ad essere nel mirino della Juventus. Il giocatore lusitano si è curato in Emilia, a Bologna, per superare i suoi noti acciacchi. Avrà sicuramente assaporato l’aria che si respira in Italia, in Serie A, e chissà che a breve non torni a respirarla… L’amministratore delegato della Vecchia Signora, Beppe Marotta, continua infatti a corteggiare il giocatore, che in estate potrebbe finire nel tritacarne per via della rivoluzione annunciata dalle parti dell’Old Trafford. Il giocatore è ormai da anni in orbita big d’Italia e nei prossimi mesi potrebbe essere la volta buona affinché il matrimonio si concretizzi. A Conte serve un esterno, ed oltre ai soliti Cuadrado, Lulic e Sanchez, il portoghese rimane fra i favoriti. Lo United lo svenderà in cambio di un assegno che non dovrebbe discostarsi di molto dai 10 milioni di euro, e Madama dovrà essere brava a sbaragliare una concorrenza capitanata da Inter, Napoli, Milan, ma soprattutto Monaco e Paris Saint Germain: vere e proprie potenze mondiali.

E’ sfida totale fra Juventus e Inter in vista del calciomercato estivo che si prepara a fare il suo esordio. Il club nerazzurro sta seguendo da tempo Edin Dzeko e Alvaro Morata, rispettivamente bomber del Manchester City e del Real Madrid, e pare che anche la Vecchia Signora sia pronta al loro assalto. Come riportato stamane da La Gazzetta dello Sport, infatti, i bianconeri sono intenzionati a rinforzare il reparto avanzato con un elemento di assoluto livello in ottica Champions League. In estate se ne andrà con grande probabilità il trio Vucinic, Giovinco, Quagliarella, e anche Osvaldo non sembra destinato a rimanere in pianta stabile in Piemonte. Di conseguenza, un attaccante di livello internazionale come Dzeko, o un giovane da far crescere come Morata, potrebbe fare più che comodo. Naturalmente l’operazione non è ancora decollata e bisognerà valutare molte cose, a cominciare dalle richieste economiche delle due società, In tal caso sembra che il Real voglia ottenere almeno una ventina di milioni di euro, a fronte invece di un’offerta che non dovrebbe discostarsi di molto dai 12/13 milioni, in virtù del contratto in scadenza nel 2015. Fra Juventus e Inter sembrerebbe avere maggiori chance la Vecchia Signora, vista la possibilità certa di disputare la Champions, ma i nerazzurri e Thohir non hanno assolutamente intenzione di mollare la presa: il derby d’Italia è appena cominciato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori