Calciomercato Juventus/ News, Cavani cambia agente: cessione alle porte? Notizie al 24 aprile 2014 (Aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Juventus news, si parla ancora di Edinson Cavani: il fratellio del Matador ha ingaggiato un nuovo procuratore che proverà a cercare una soluzione ideale per il prossimo anno

CavaniUruguay
Cavani, attaccante uruguagio (Infophoto)

Lo scorso anno si era parlato della possibilità che Edinson Cavani potesse lasciare il ; si parlava di una scarsa intesa con Ibrahimovic e della ricerca di una squadra dove potesse tornare a giocare attaccante centrale, come ai tempi del Napoli. Sulla lista c’era anche la Juventus: ipotesi suggestiva, che passava necessariamente attraverso il sacrificio di quel Paul Pogba che piace tantissimo al club transalpino. In questi giorni le voci sulla cessione del Matador sono tornate a farsi sentire: scrive il Daily Mail che il fratello del calciatore ha ingaggiato un nuovo agente, e che spetterà a lui provare a cercare una soluzione. Che potrebbe anche essere quella di una conferma a Parigi, ma ci sono tanti club sull’uruguyano (tra le quali il Manchester United che però innanzitutto deve trovare un allenatore per la prossima stagione). La Juventus in questo preciso momento ha tra le priorità un esterno d’attacco (infatti, si dice di un accordo già raggiunto con Nani) ma è chiaro che un giocatore come Cavani fa gola a tutti…

Sono diversi i calciatori che militano in Belgio e che potrebbero a breve sbarcare in Serie A. Oltre al noto Koulibaly, difensore centrale di origini francesi che gioca nel Genk e che sembra destinato a vestire la casacca del Napoli, esistono altri interessanti talenti che giocano ‘su al nord’ e che potrebbero fare gola alle società italiane. Fra le squadre maggiormente interessate alla Jupiter League vi è la Juventus, che secondo quanto racconta Tuttojuve avrebbe messo nel mirino Alksandar Mitrovic. Il giovane nazionale serbo Under-21, gioca nell’Anderlecht, e sta stupendo tutti con una stagione da favola. Basti pensare che fra nazionale e club in questo campionato è sceso in campo ben 51 volte, segnando 22 reti, quasi un gol ogni due partite: non male per un ragazzo che non ha ancora compiuto 20 anni. Altro gioiello dal piede sopraffino è Youri Tielemans, anch’egli dell’Anderlecht, calciatore non ancora 17enne ma che è già titolare ogni weekend. Il suo contratto scade al 30 giugno del 2016 ed ha già un valore che sfiora gli 8 milioni di euro. Belga Under-21 potrebbe essere convocato per i Mondiali in Brasile.

Mauricio Isla veste i panni da ds della Juventus e consiglia alla dirigenza un suo connazionale. «A Conte raccomanderei Charles Aránguiz – le parole dell’esterno cileno – Passa inosservato, ma fa sempre grandi partite». Aranguiz è un calciatore classe 1989 di proprietà dell’Udinese, ma girato ai brasiliani dell’Internacional, in occasione del mercato di riparazione per problemi di tesseramento. L’idea della società verdeoro è quella di riscattare il giocatore versando nelle casse dei friulani circa 4 milioni di euro, e l’intenzione è stata confermata dal tecnico del club paulista, Abel Braga: «Lo riscatteremo senza dubbio. Nel caso, pago io quel che serve». Aranguiz è il classico regista di centrocampo molto tecnico, capace di giocare sia nel ruolo di centrale quanto in quello di interno di destra e all’occorrenza anche da trequartista. Chissà che il consiglio di Isla non venga accolto da Marotta e a breve la Juventus possa presentare un’offerta all’Udinese.

Come vi abbiamo riportato nella giornata di ieri, la Fifa ha deciso di ‘sbloccare’ il calciomercato in ingresso del Barcellona, permettendo quindi agli stessi blaugrana di acquistare giocatori. I vertici catalani si sono subito riorganizzati ed avrebbero stilato un elenco di papabili per la prossima estate fra i quali figura anche una stella della Serie A e della Juventus. Secondo quanto riportato dal quotidiano Sport, i campioni in carica della Liga starebbero infatti pensando ad Arturo Vidal, centrocampista della Vecchia Signora e della nazionale cilena. L’ex Bayer Leverkusen ha più volte sottolineato la volontà di rimanere a Torino almeno per un’altra stagione ma qualora venisse presentata un’offerta concreta tutto potrebbe essere rimesso in discussione anche perché, un conto è discutere di proposte fittizie, un altro, dinanzi a soldi reali. La Juventus, nel contempo, potrebbe accogliere un’eventuale proposta shock del Barcellona di almeno 40/50 milioni di euro, soldi che permetterebbero a Madama di trattenere Pogba e nel contempo di innestare lo scacchiere con almeno due pezzi di livello assoluto.

C’è anche Antonio Conte fra i papabili per la panchina del Manchester United in vista della stagione 2014-2015. Dopo l’esonero shock di David Moyes, la panca dell’Old Trafford è stata affidata a Ryan Giggs ma l’esperto centrocampista lascerà campo libero al nuovo arrivato durante l’estate. Il tecnico della Juventus è molto apprezzato in Premier League, visti anche i recenti accostamenti all’Arsenal, ma l’eventuale sbarco a Manchester sarebbe ostacolato da una questione molto semplice. A spiegarla nei dettagli è Kevin Buckley, giornalista britannico che collabora con il Guardian e Sky UK: «Il nome di Conte è emerso tra i possibili candidati – spiega a Calciomercato.itma al momento è un outsider. Certamente, la dirigenza del Manchester United ha notato le sue abilità alla guida della Juventus ma ha ancora poca esperienza e i ‘Red Devils’ non possono permettersi di sbagliare ancora. Non credo sarà lui il prossimo allenatore. Il problema più grande in questo caso può essere rappresentato dalla lingua. Non conosco personalmente il tecnico della Juve, ma credo che il suo inglese non sia all’altezza. Il ricordo di Fabio Capello che nelle interviste faticava ad esprimersi nella nostra lingua è ancora vivo nella mente dei tifosi inglesi». Antonio Conte avrà quindi un anno di tempo per imparare la lingua inglese e magari salutare l’Italia al termine della stagione 2014-2015, dopo quattro lunghissimi anni sulla panchina della Juventus.

Alexis Sanchez si avvicina sempre di più alla Juventus. Durante il calciomercato estivo sembra molto quotata la possibilità di rivedere il Nino Maravilla in Serie A e questa volta con la casacca bianconera. Nella giornata di ieri vi abbiamo riportato la notizia dell’accordo già raggiunto con lo stesso nazionale cileno, e ad aiutare Madama ci si è messa anche la Fifa. Nelle scorse ore la Federazione ha infatti deciso di sospendere il blocco del mercato imposto al Barcellona e ciò naturalmente permetterà ai blaugrana di vendere e acquistare. Alexis Sanchez è quindi libero di trovarsi una nuova sistemazione e se tutto andrà come previsto, da corso Galileo Ferraris dovrebbe partire a breve un’offerta che dovrebbe aggirarsi attorno ai 16/18 milioni di euro, in cambio appunto del cartellino dell’ex Udinese. La Juventus potrebbe accogliere il giocatore con la formula del prestito anche se, viste le sue qualità dimostrate sia in Italia quanto nella Liga, non è da escludere che alla fine si propenda per l’acquisto a titolo definitivo. Per quanto riguarda il contratto, invece, pronto un accordo pluriennale da 4 milioni di euro netti annui con l’aggiunta di bonus, il tetto massimo in casa Juve.

Il Bayern Monaco ha offerto alla Juventus il cartellino di Xherdan Shaqiri. Come svelato dal collega di Sky Sport, Gianluca Di Marzio, il club bavarese avrebbe proposto ai campioni d’Italia in carica il giovane talento della nazionale svizzera, chiuso all’Allianz Arena. In questa stagione l’esterno d’attacco/trequartista esploso fra le fila del Basilea è sceso in campo solo in 17 occasioni, siglando sei marcature. Il suo entourage si starebbe quindi guardando intorno e l’avrebbe proposto alla Juve che però ha ringraziato rifiutando l’offerta. Nonostante le qualità importanti del classe 1991, la Vecchia Signora non sembra particolarmente interessata al giocatore, anche se lo stesso si sposerebbe alla perfezione con l’eventuale 4-3-3 che Antonio Conte avrebbe in mente. Resta da capire se gli agenti di Shaqiri proveranno ad offrire il proprio assistito ad altre big d’Italia, visto che lo svizzero è stato affiancato anche a Inter, Milan, Napoli, Roma e Fiorentina.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori