Calciomercato Juventus/ News, Locadia, piace la stella del PSV Eindhoven. Notizie al 9 aprile 2014 (Aggiornamenti in diretta)

- La Redazione

Calciomercato Juventus, la Vecchia Signora continua a seguire i talenti olandesi, a cominciare da Jurgen Locadia, attaccante classe 1993 della nazionale orange Under-21 in forza al PSV

marotta_occhiali
Beppe Marotta, ad della Juventus (Foto Infophoto)

Il calciomercato estivo della Juventus potrebbe pescare in Olanda. L’amministratore delegato Beppe Marotta ha infatti nel mirino una serie di interessanti talenti orange, a cominciare da Jurgen Locadia. L’attaccante classe 1993 della nazionale olandese Under-21, in forza al PSV Eindhoven, sta vivendo una grande stagione in Eredivisie, con 12 reti siglate in 28 apparizioni. In totale fanno 16 marcature in 42 presenze fra club e nazionale, numeri che hanno attirato gli sguardi dei curiosi dalle parti di Eindhoven. Locadia è stato visionato da vicino in occasione della recente sfida fra il PSV e il Roda JC, tenutasi lo scorso 22 marzo, durante la quale lo stesso giovane talento ha siglato un gol. Purtroppo per la Juventus, sono diverse le società interessate al giocatore orange, a cominciare dal Manchester United, società che sembra attualmente in pole position visto che lo stesso Locadia ha espresso di recente la propria ammirazione nei confronti dei Red Devils: «Sarebbe un sogno giocare per loro!». Il suo contratto scade nel 2017 ed il valore di mercato si aggira sui 5 milioni di euro.

Marco Motta è indubbiamente una piacevole sorpresa per il Genoa e soprattutto per la Juventus. Il terzino destro, trasferitosi durante lo scorso mercato di riparazione al Grifone, sembra aver ritrovato la verve di un tempo, al punto che ogni weekend è un intoccabile di mister Gasperini. Anche contro il Milan, lunedì sera, è stato uno dei migliori in campo, “obbligando” Abbiati al goffo autogol che ha fatto tremare i rossoneri fino al 90esimo. A 27 anni spera in una chiamata da parte del commissario tecnico Cesare Prandelli in vista ai Mondiali e magari in estate, tornare a Torino da protagonista. Motta si è infatti trasferito con la formula del prestito e qualora lo volesse, la Juventus potrebbe richiamarlo a base per la stagione 2014-2015. A mister Antonio Conte farebbe più che comodo un rinforzo per la corsia di destra per darsi il cambio con Stephan Lichtsteiner, e il classe 1986 di Merate potrebbe rappresentare la soluzione perfetta.

La Juventus non perde di vista Simone Scuffet, estremo difensore dell’Udinese, e in occasione del calciomercato estivo avrebbe già pronta la strategia per assicurarsi il prodigio della porta. Stando a quanto riportato dai colleghi della redazione di Calciomercato.com, l’idea della società di corso Galileo Ferraris sarebbe quella di acquistare il talentuoso classe 1996, molto probabilmente in comproprietà, lasciandolo però allo stadio Friuli anche per tutta la stagione 2014-2015. Il giovane bianconero dovrebbe sbarcare a Vinovo definitivamente a partire dall’estate del 2015, quando Gigi Buffon avrà compiuto 37 anni e potrà iniziare a pensare al pensionamento. Il contratto del portiere di Massa scadrà al 30 giugno del prossimo anno ma verrà rinnovato di altre due stagioni. Assicurandosi Scuffet, la Juventus potrebbe farlo crescere al fianco del proprio numero uno, per poi dare vita al definitivo passaggio del testimone in occasione della stagione 2017-2018.

Fa lo gnorri il presidente del Paris Saint Germain, Al Khelaifi. Il noto sceicco ha parlato ai microfoni di Mediaset Premium al termine della bruciante sconfitta di ieri sera contro il Chelsea in Champions League. Argomento di discussione, il futuro di Paul Pogba, centrocampista della nazionale francese in forza alla Juventus, storicamente nel mirino della società transalpina. «Pogba? Non abbiamo ancora parlato con lui – le parole di Al Khelaifi – a fine stagione vedremo…». Secondo radiomercato, i parigini avrebbero predisposto un assegno “monstre” da ben 80 milioni di euro, una cifra che potrebbe ulteriormente lievitare nei prossimi mesi qualora il centrocampista della Juventus si rendesse protagonista di un Mondiali in Brasile di livello. Di fronte ad un’offerta di tale portata sarà davvero dura per la società di corso Galileo Ferraris dire “no”, visto che con quell’ammontare la dirigenza potrà innestare tutti e tre reparti con giocatori di assoluta qualità.

Aumentano le società interessate a Daniele Baselli, centrocampista dell’Atalanta e della nazionale Under-21. Come spiegato da Gianluca Di Marzio di Sky Sport, sul giovane talento nerazzurro vi sarebbe ora anche il Paris Saint Germain. In base a quanto raccolto, la squadra campione della Ligue 1 starebbe seguendo ormai da diverso tempo l’ex Cittadella ed è pronta a presentare un’offerta concreta. C’è il forte rischio, quindi, che si ripeta quanto accaduto in un passato recente con Marco Verratti, giovane talento azzurro seguito dalle principali big italiane, poi beffate proprio dal Paris Saint Germain, che aveva presentato l’offerta più convincente. Su Baselli sembra essere comunque in vantaggio la Juventus, che da diverse settimane sta trattando con l’Atalanta per trovare una soluzione. L’idea sarebbe quello di acquistare il regista bresciano in comproprietà, lasciandolo all’Atleti Azzurri d’Italia anche in occasione della stagione 2014-2015: il Paris Saint Germain sarebbe disposto a tanto?

Torna a parlare l’amministratore delegato della Juventus Beppe Marotta. Nell’aula magna dell’università Insubria di Varese (paese d’origine dello stesso manager bianconero), il numero due di corso Galileo Ferraris ha parlato con la platea e con i giornalisti presenti. Qualche accenno anche al mercato, a cominciare dalla possibile partenza estiva di Paul Pogba. Sulle tracce del talentuoso francese c’è il Paris Saint Germain, che avrebbe già predisposto un assegno da 80 milioni di euro, e l’interesse nei confronti dell’ex United potrebbe aumentare ora che i parigini sono stati eliminati dalla Champions League. Il tifo juventino si è già espresso (“Non si vende Pogba!”), ma Marotta sembra più possibilista: «Una cessione di Paul Pogba? – dice l’ad – Valuteremo…». E’ logico che di fronte ad offerte monstre sembra difficile resistere, alla luce anche delle famose dichiarazioni di Andrea Agnelli dello scorso autunno. Marotta ha comunque aggiunto: «Il mercato? Prematuro anche questo discorso. Ricordo soltanto che la Juve è una società che compra, non una società che vende».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori